Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaSe.T.A., Fiorillo rinviato a giudizio

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Se.T.A., Fiorillo rinviato a giudizio

Scritto da Il Mattino (admin), giovedì 30 gennaio 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 30 gennaio 2003 00:00:00

Svolta decisiva nell'inchiesta sulla Se.T.A., la società mista affidataria della gestione dei rifiuti a Cava de' Tirreni ed in altri centri del Salernitano. Rinviati a giudizio l'ex sindaco Raffaele Fiorillo, l'allora assessore alle Finanze, Roberto Caliendo, il presidente della società mista, Eduardo D'Amico, il direttore Franco Sassaroli e l'amministratore Rosario Carlo Noto La Diega. Per gli ex amministratori comunali e vertici della Se.T.A. si apre, così, un procedimento giudiziario. È fissata per il 4 giugno prossimo la prima udienza: in quella data i cinque imputati, tra amministratori e dirigenti, dovranno comparire di fronte alla III Sezione penale del Tribunale di Salerno. Ieri mattina, il Gup (Giudice udienza preliminare) Perrillo ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio, firmata dal sostituto procuratore Filippo Spiezia. La Procura ha presentato un corposo fascicolo, contestando diversi capi d'accusa: dall'abuso d'ufficio al falso ed alla truffa. L'ex sindaco Raffaele Fiorillo (difeso da Agostino De Caro e Patrizia Macario) e l'ex assessore alle Finanze, Roberto Caliendo, dovranno rispondere di abuso di ufficio per la costituzione della società mista (nei confronti del Consiglio comunale che votò la delibera) e per la decisione da parte del primo cittadino di scegliere come partner privato la Gesenu s.p.a. senza un'adeguata indagine di mercato. I due amministratori comunali hanno ottenuto, invece, il proscioglimento per l'accusa di vendita a ribasso delle azioni Se.T.A. e per il falso. Per il presidente della società mista, D'Amico, e per i dirigenti Noto e Sassaroli, invece, resta in piedi l'accusa di truffa, per l'emissione di alcune fatture societarie emesse a fronte di prestazioni fantasma. L'inchiesta, avviata nell'autunno del 2000, aveva coinvolti altri volti noti del panorama politico cavese. Insieme con Fiorillo e Caliendo, infatti, furono iscritti nel registro degli indagati altri assessori dell'allora Giunta. Si trattava di Flora Calvanese, Alfonso Lambiase, Alfredo Venosi e Franco Santoro, per i quali è stata richiesta l'archiviazione. Nella primavera scorsa, a finire sotto la lente della magistratura furono anche i tre revisori dei conti della Se.T.A.: Francesco Serao di Napoli, Giovanni Vergari di Perugia e Giovanni Campanile di Cava. Prima della chiusura ufficiale delle indagini, i tre chiesero di essere ascoltati dal pm Spiezia. Infine, nell'aprile scorso, furono notificati gli avvisi di conclusione delle indagini, con la richiesta di rinvio a giudizio. Ieri la decisione del Gup Perrillo, che dà il via al processo.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

rank:

Cronaca

Mostra al figlio 11enne film porno: cavese a processo per corruzione di minore

E' finito a processo per corruzione di minore un uomo originario di Cava de' Tirreni che, secondo le accuse, avrebbe mostrato al figlio undicenne film dal contenuto spinto, per indurlo a compiere o subire atti sessuali. I fatti si sarebbero consumati a Baronissi, nel 2013, secondo quanto risulta al pm...

Cava, pastore ritrovato carbonizzato: indagini in corso

Proseguono le indagini per far luce sulla tragedia consumatasi ieri pomeriggio a Cava de' Tirreni. Un pastore settantenne (V. P. le sue iniziali), sposato e padre di tre figli, è stato ritrovato carbonizzato sul sentiero che conduce sul monte Crocella. A lanciare l'allarme è stato il nipote della vittima...

Tenta di spegnere incendio e muore. Tragedia a Cava de' Tirreni

Tragedia nei pressi della storica Badia di Cava de' Tirreni, dove questa sera un uomo ha perso la vita mentre cercava di spegnere un incendio. Come riporta "Salerno Today", l'uomo, le cui generalità non sono ancora note, avrebbe cercato di spegnere le fiamme scaturite da un incendio provocato da cause...

Lasciò l’auto a Cava e fece perdere le tracce, dopo 27 anni dichiarata morte presunta per idraulico

Scomparve senza lasciare traccia nel lontano 1993. Dopo 27 anni la prima sezione civile di Salerno ha dichiarato la morte presunta di Antonino Izzo, il 31enne idraulico originario di Campagna. A riportare la notizia è "Il Mattino". L'uomo ricevette una telefonata da un uomo che, presentandosi come ingegnere,...

Fermato con mazza da baseball e coltello: nei guai 26enne di Cava de' Tirreni

A Ercolano, ad un posto di controllo, i Carabinieri della locale tenenza hanno denunciato un 26enne incensurato di Cava de' Tirreni. Stando a quanto appreso, il 26enne cavese era in possesso di un coltellino a scatto di 19 cm e di una mazza da baseball per "difesa personale". Adesso dovrà rispondere...