Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàMovida a caccia della soluzione condivisa

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Movida, a caccia della soluzione condivisa

Scritto da La Redazione (admin), lunedì 8 aprile 2013 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 8 aprile 2013 00:00:00

Si è tenuto questa mattina, lunedì 8 aprile, presso il Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni l’incontro tra i gestori dei locali pubblici insistenti nel centro storico metelliano (rappresentati da Aldo Trezza, presidente di Confesercenti Cava), il presidente dell’Associazione “Ordine e quiete”, Giuseppe Salsano, ed il sindaco Marco Galdi. Oggetto del contendere, l’annosa questione “movida fracassona”.

All’appuntamento hanno, inoltre, preso parte l’assessore alla Politiche Sociali, Vincenzo Lamberti, il dirigente ing. Antonino Attanasio, comandante del Corpo di Polizia Locale, ed il consigliere comunale Pasquale Senatore, presidente della Commissione Attività Produttive. Una migliore interpretazione dell’art. 6 del vigente regolamento del centro storico ed una maggiore elasticità da parte dell’Amministrazione comunale sono state le richieste degli esercenti, finiti nel mirino dei caschi bianchi per l’inosservanza delle norme previste dallo stesso regolamento comunale.

«Il regolamento del centro storico all’art. 6 prevede la possibilità di fare musica all’interno di locali con la presenza di dj fino alle ore 23.00 - ha spiegato l’assessore Lamberti - Dopo le 23.00 e fino a mezzanotte è fatto obbligo di abbassare notevolmente il volume, così da non creare disturbo alla quiete pubblica. Ma nulla è detto, però, al riguardo di locali che fanno musica senza la presenza del dj. Per questo faremo richiesta affinché questo specifico punto venga rivisto in sede di Commissione, per arrivare ad una soluzione capace di conciliare le esigenze dei gestori dei locali con le richieste di tranquillità dei residenti».

«Già in un precedente incontro con l’Associazione “Ordine e quiete” - ha dichiarato Aldo Trezza - arrivammo ad un protocollo d’intesa che permetteva alle attività del centro storico di fare musica fina ad una certa ora, con un graduale abbassamento del volume della musica, e con la previsione di cartelli informativi che invitano il pubblico a non fare schiamazzo lungo le strade».

«Tuttavia - ha continuato Trezza - non si possono addossare ai gestori le colpe del vociare delle tante persone che, fortunatamente, affollano il nostro centro storico. Per questo accogliamo favorevolmente la proposta degli esponenti dell’Amministrazione comunale per una rivisitazione dell’art. 6 del regolamento del centro storico e respingiamo la volontà di procedere alla chiusura dei locali pubblici, perché questo significherebbe la perdita del posto di lavoro per i tanti dipendenti».

Altra tematica affrontata è stata quella della raccolta dei rifiuti conferiti nei fine settimana dai gestori della movida. Dopo l’intervento di ieri, ultimo in ordine cronologico, da parte della Metellia Servizi, che ha raccolta in via Nigro un enorme deposito di rifiuti abbandonati e non differenziati sia nei cassonetti della frazione organica umida e sia sul marciapiede, la stessa società ha avanzato la proposta di affidare in via sperimentale un locale, sito nella stessa strada, agli esercenti, in modo che vi possano conferire nei week end i propri rifiuti (tranne la frazione dell’umido), contrassegnandoli con il nome della propria attività. Ciò, però, con la previsione di una sanzione a carico di tutti i gestori della zona in caso di mancato o cattivo conferimento dell’immondizia.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...

Contest #welovecava: vince l'associazione Cava Storie

Cava Storie è la vincitrice del contest #welovecava, organizzato da Associazione Exedra e Soc. Coop. Cava Felix. L'associazione beneficerà di 5.000€ in servizi professionali per la realizzazione del progetto "L'Aromataro". L'Associazione Exedra e la Cooperativa Sociale Cava Felix hanno indetto lo scorso...

Stella d'oro al Social tennis Club Cava de' Tirreni

La Commissione nazionale benemerenze sportive, su proposta del Coni provinciale, ha deliberato l'assegnazione della Stella d'oro al Merito sportivo al Social Tennis Club di Cava de'Tirreni, presieduto dall'avvocato Francesco Accarino, per l'importante contributo dato allo sport. «Ringrazio Nello Talento...

Cava de' Tirreni, presidente Trezza: «Con Pasquale Falcone nasce il vero CCN»

Il presidente della Delegazione di Cava de' Tirreni, Aldo Trezza, augura buon lavoro al nuovo presidente del Consorzio Centro Commerciale Naturale, Pasquale Falcone e a tutto il nuovo Direttivo. «Dopo anni in cui il Consorzio CCN si è distinto per non aver fatto praticamente nulla, per essere diventato...

Rifiuti a Cava, sindaco Servalli: «Se non si differenzia a rischio la tenuta dei costi»

Le continue emergenze che si stanno verificando nelle ultime settimane a causa di incendi nelle piattaforme di conferimento dei rifiuti differenziati e il perdurare dell'inosservanza da parte di tanti cittadini delle piccole regole per una efficace raccolta differenziata stanno mettendo a serio rischio...