Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Corrado vescovo

Date rapide

Oggi: 26 novembre

Ieri: 25 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

https://pasticceriapansa.it/catalogo.asp?cat=22Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a Maiori

Tu sei qui: PoliticaStop stato di emergenza: dal 1° aprile si torna (quasi) alla normalità. Speranza avverte: «Covid non scompare»

Sal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti i nostri lettori buone feste e ricorda che i dolci di Natale possono essere acquistati sul portale e-commerce www.salderisoshop.comPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaLa storica pasticceria Pansa vi augura Buone Feste ricordando che è possibile acquistare tutta la produzione artigianale dallo shop on line www.pasticceriapansa.it
SalDeRisoShop è il portale della Sal De Riso Costa d'Amalfi dove è possibile acquistare i dolci delle feste e tutta la produzione del Maestro Pasticciere più amato d'Italia

Politica

Covid, stato di emergenza, restrizioni

Stop stato di emergenza: dal 1° aprile si torna (quasi) alla normalità. Speranza avverte: «Covid non scompare»

Dal 1° aprile 2022 cesserà lo stato di emergenza. Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Diversi i provvedimenti che cambiano dopo due anni di pandemia.

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), martedì 29 marzo 2022 09:22:59

Dal 1° aprile 2022 cesserà lo stato di emergenza. Il decreto è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Diversi i provvedimenti che cambiano dopo due anni di pandemia.

Obbligo di mascherine

Viene stabilito fino al 30 aprile l'obbligo generale di mascherine al chiuso; l'obbligo di FFP2 all'aperto viene mantenuto per concerti e stadi; l'obbligo di FFP2 al chiuso per palazzetti sportivi, cinema e teatri, mezzi di trasporto e funivie negli impianti di risalita.

Fine del sistema delle colorazioni per le Regioni e capienze impianti sportivi

Dal 1° aprile ritorno al 100% della capienza degli impianti sportivi e delle discoteche all'aperto e al chiuso dal 1 maggio.

Eliminazione del green pass rafforzato

Dal 1° aprile eliminazione del green pass rafforzato. Servirà solo quello base per: alberghi e strutture ricettive; ristoranti all'aperto; musei, mostre e altri luoghi della cultura; attività sportiva all'aperto; sagre e fiere; centri termali, parchi tematici e di divertimento; centri culturali, sociali e ricreativi all'aperto; spettacoli e stadi all'aperto; feste all'aperto; impianti di risalita per lo sci; partecipazione, nel pubblico, a cerimonie pubbliche; trasporto pubblico locale. Gli altri mezzi di trasporto - oggi utilizzabili con il green pass rafforzato - passano al green pass base fino al 30 aprile.

Eliminazione del green pass base

Non dovrà più essere esibito negli esercizi commerciali, negli uffici pubblici, nei servizi postali e bancari e per i servizi alla persona.

Lavoro

Eliminazione del green pass dal 1 maggio per poter accedere ai luoghi di lavoro. Dal 1 aprile, invece, si passa al green pass base per tutti, compresi gli obbligati al vaccino, e di conseguenza cessa la sospensione dal lavoro tranne per chi non fa nemmeno il tampone; soltanto nel caso degli esercenti le professioni sanitarie e dei lavoratori negli ospedali e nelle RSA resta la sospensione dal lavoro per chi non si vaccina, fino al 31 dicembre.

«Dal 1° aprile scade lo Stato di emergenza ma non scompare il virus e il governo inizierà ad affrontarlo con metodi ordinari. - dichiara il ministro della Salute Roberto Speranza durante la trasmissione Che tempo che fa su Rai 3 - Il mio messaggio è chiaro e netto: per me la fine della fase di emergenza non vuol dire che magicamente il virus scompare, non è cosi, ma possiamo affrontare con mezzi diversi, un virus che inoltre non è più sconosciuto, abbiamo un tasso di protezione alto e nuovi strumenti come le pillole antivirali».

Sulla scuola: «La linea del Governo sulla scuola è stata molto chiara: ogni volta che avevamo un tesoretto da investire in termini di miglioramento del quadro epidemiologico l'abbiamo investito sulla scuola. Dal 1° aprile chi è positivo va a casa, ma tutti gli altri li vogliamo tenere il più possibile in classe perché i nostri ragazzi hanno pagato un prezzo eccessivo. Mancano due mesi alla fine della scuola e li vogliamo tenere in classe. Ora stiamo facendo una scelta diversa e i lavoratori oltre i 50 anni potranno tornare al lavoro ma devono fare il tampone. In altri termini nei luoghi di lavoro le persone sopra i 50 anni e le categorie per cui vige l'obbligo, personale scolastico e forze dell'ordine sono a modalità green pass base, potranno fare il tampone e andare al lavoro».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Manovra, De Luca: «Tagliati fondi alla sanità e ai Comuni». E sul Reddito di Cittadinanza: «Risorse restino al Sud»

Ieri mattina, in occasione della consegna, alla stazione centrale di Napoli, dei nuovi treni realizzati dalla Stadler per EAV che circoleranno sulla rotta Napoli-Piedimonte Matese, il governatore Vincenzo De Luca si è intrattenuto con la stampa per parlare delle questioni riguardanti il Sud e la Campania....

Provincia di Salerno flagellata dal maltempo, Carpentieri (FDI): «Incapacità della Regione di mettere in campo azioni concrete»

"Esondazioni, allagamenti, strade invase da acqua, fango e detriti: la provincia di Salerno è stata flagellata dal maltempo. Danni e disagi che hanno messo in ginocchio intere aree del territorio". Lo scrive in una nota, pubblicata sul suo profilo Facebook, il Consigliere Regionale di Fratelli d'Italia...

Dal Cdm stretta sul Reddito di Cittadinanza, Conte: «Governo disumano, gioca con la vita delle persone»

Dal 1° gennaio 2023 alle persone tra 18 e 59 anni (abili al lavoro ma che non abbiano nel nucleo disabili, minori o persone a carico con almeno 60 anni d'età) è riconosciuto il Reddito di Cittadinanza nel limite massimo di 7/8 mensilità invece delle attuali 18 rinnovabili. E' inoltre previsto un periodo...

Cdm: ok alla Manovra da 35 miliardi, stretta (e poi abolizione) del Reddito di Cittadinanza. Meloni: «L'Italia riparte»

Il Consiglio dei Ministri si è riunito lunedì 21 novembre 2022, alle ore 21.00 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giorgia Meloni. Segretario, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano. DDL BILANCIO 2023 E DOCUMENTO PROGRAMMATICO DI BILANCIO Bilancio di previsione...

Autonomia differenziata, De Luca attacca Calderoli: «Dopo 4 anni si è accorto della Campania, sono commosso»

"Leggo dichiarazioni che mi rivolge il (furbo) ministro Calderoli. Intanto, provo una profonda commozione per il fatto che un ministro per le Riforme si accorga, dopo 4 anni, che fra le regioni che chiedono un confronto con il Governo sull'autonomia c'è anche la Campania. Si sono fatte riunioni con tre...

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.