Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa B. Eraclio martire

Date rapide

Oggi: 2 marzo

Ieri: 1 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiEgea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaBox via Sala, fermento a Palazzo

La casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Politica

Box via Sala, fermento a Palazzo

Scritto da (admin), venerdì 16 gennaio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 16 gennaio 2004 00:00:00

L'eco della bomba giudiziaria relativa al caso di via Sala ed all'avviso di garanzia al tecnico comunale Eugenio Tenneriello, per il quale la Procura di Salerno ha ipotizzato il reato di falso in certificazione amministrativa, potrebbe esplodere anche a Palazzo di Città. In attesa della data per il rinvio a giudizio - il termine per fissare l'udienza dovrebbe scadere tra una ventina di giorni - l'attenzione è calamitata sui possibili colpi di scena che potrebbe riservare l'interrogatorio del geometra, che già dallo scorso 20 dicembre ha chiesto, attraverso il suo avvocato Pasquale Adinolfi, di essere ascoltato. E qui comincia il giallo: il caso di presunte manomissioni apportate alle tavole progettuali dei box auto di via Sala - fatto peraltro accertato prima dagli stessi dirigenti comunali e poi dalla Procura - rischia di allargarsi a macchia d'olio, svelando un clima di tensioni, di presunti interessi privati e finendo per coinvolgere anche altri dipendenti. Ad oggi, la data dell'interrogatorio non è stata ancora fissata, ma si rincorrono le voci sul contenuto delle deposizioni che lo stesso Tenneriello sarebbe pronto a fare. Il geometra comunale, oggi assegnato alla gestione di Santa Maria del Rifugio, sarebbe intenzionato ad indicare i nomi di chi, a suo dire, lo avrebbe incastrato in una vicenda in cui sarebbe del tutto estraneo. Dipendenti, dirigenti invidiosi per il ruolo ricoperto all'interno dello staff del sindaco. Non solo: il suo coinvolgimento in alcuni settori, come quello relativo all'installazione delle antenne per la telefonia mobile e quello urbanistico, gli avrebbe creato delle inimicizie. Ma chi sarebbero questi nemici e quali sarebbero gli interessi privati lesi? Tutte queste ipotesi, al momento, sono frutto di alcune indiscrezioni trapelate dalle stanze del Palazzo. Ufficialmente, non ci sono nuovi atti da parte della Procura. L'ultimo reca la data del 10 dicembre: conclusione delle indagini. La vicenda dei box auto risale alla scorsa primavera. Sulla base di una serie di denunce per abusi edilizi, inviate da due condomini di via Sala, si esegue un primo sopralluogo: il cantiere viene sequestrato (si precisa che è stato dissequestrato in seguito ad una sentenza del Tar). La relazione del dirigente del Settore Urbanistica e del Comando di Polizia Municipale svela un misterioso particolare. Dall'esame delle tavole progettuali, di cui tre depositate presso gli uffici comunali ed altre due rispettivamente al Comando di Polizia Municipale ed alla Sovrintendenza per i Beni Ambientali, sarebbero risultate delle difformità. Stando al resoconto inviato al sindaco Alfredo Messina, sulle tavole custodite negli uffici comunali sarebbero state scoperte delle correzioni a penna apportate dopo l'approvazione. Sulle altre due copie, invece, quelle depositate alla Sovrintendenza ed al Comando dei Vigili, non ci sarebbero variazioni. Il sindaco nomina una commissione d'inchiesta interna ed intanto invia l'intero incartamento alla Procura della Repubblica per l'apertura di un'indagine. L'inchiesta viene affidata al pm Angelo Frattini.

L'INCHIESTA IN PROCURA

La perizia calligrafica, ma anche foto, verbali di testimonianze e riscontri documentari: ecco gli atti che incriminano il geometra

Foto, verbali di testimonianze, riscontri documentari. Non ci sarebbe solo la perizia calligrafica: l'ipotesi di falso in certificazione amministrativa avanzata dal pm Angelo Frattini nei confronti del geometra Eugenio Tenneriello, finito nel registro degli indagati per il caso dei box di via Sala, sarebbe stata motivata da altri elementi di prova, saltati fuori nel corso degli accertamenti eseguiti dagli agenti del Comando di Polizia Municipale. A confermarlo è il sostanzioso fascicolo raccolto dal magistrato Frattini in questi mesi di indagine. Stando alle prime indiscrezioni, i risultati della perizia calligrafica, eseguita dal consulente nominato dalla Procura, sarebbero serviti come prova di riscontro ad una serie di accuse rivolte contro Tenneriello da alcuni dipendenti comunali. In una fase delle indagini successiva al sequestro degli atti - si ricorderà che tra i documenti richiesti dalla Procura figurano le tre copie delle piantine progettuali, la richiesta e la concessione rilasciata dalla Commissione Urbanistica - i Vigili Urbani convocarono per essere ascoltati tutti i dipendenti comunali che, in un modo o nell'altro, potevano essere a conoscenza di fatti relativi alla vicenda oggetto dell'inchiesta. Nei giorni successivi alle audizioni, gli agenti confermarono la loro volontà di non rilasciare dichiarazioni, ma fu svelato un importante particolare: le accuse erano ricadute su una sola persona. Il ricorso alla perizia calligrafica, infatti, fu reso possibile solo disponendo di una ristretta rosa di nomi da sottoporre ad esame calligrafico. Tra questi, quello di Eugenio Tenneriello. Infine, l'accertamento, secondo quanto riportato nel testo dell'avviso di fine indagine, di similitudini tra la grafia di Tenneriello e quella usata per apportare le modifiche sulle piantine.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Politica

Vaccinazione a Cava de' Tirreni, Sindaco Servalli fa chiarezza e risponde alle opposizioni

Dopo gli attacchi da parte delle forze di opposizione sui ritardi riscontrati nella campagna di vaccinazione a Cava de' Tirreni, il sindaco Vincenzo Servalli ha deciso di rompere il silenzio per chiarire la situazione ed evitare ulteriori equivoci. A proposito della polemica sulle mancate vaccinazioni...

Vaccinazioni a Cava de' Tirreni, "Siamo Cavesi" contro Sindaco: «Ultra80enni cavesi pagano l’incapacità dell’amministrazione Servalli»

«Il ritardo accumulato da Cava nell'avvio della campagna vaccinale palesa l'incapacità organizzativa dell'amministrazione Servalli. A differenza di altri centri della provincia salernitana, in cui sono stati utilizzati gli ospedali locali per effettuare la somministrazione dei vaccini agli ultra80enni,...

Disagi vaccinazione a Cava de' Tirreni, Petrone contro Sindaco: «Grazie a te, nostra città è ormai ultima in tutto»

«A tutt'oggi, nonostante le roboanti dichiarazioni di Servalli, effettuate nel corso del Consiglio Comunale del 21 gennaio 2021, nulla è stato fatto dall'Amministrazione per rendere idonei, presso l'attuale sede della Protezione Civile ex Circoscrizione, i locali da utilizzare per la campagna vaccinale...

Vaccinazione Cava de' Tirreni, Trezza: «Inaccettabili i ritardi, cavesi meritano più attenzione»

«In Campania, secondo il calendario delle vaccinazioni stilato dalla Regione, è il turno degli over 80 e del personale scolastico docente e non docente. A seguire forze dell'ordine e vigili del fuoco. Poi sarà il turno di tutte le altre categorie. Abbiamo passato giorni a chiederci il motivo per cui,...

«Difendiamo l’ambulatorio di Diabetologia e l'Ospedale di Cava», l'appello di Italo Cirielli

«Bisogna difendere i servizi di eccellenza che vengono offerti sul territorio cavese. Ora, ad esempio, bisogna tutelare con forza l'ambulatorio di Diabetologia, che, se non viene destinato ad idonea struttura, rischia di esser portato in altra città. E' assolutamente necessario trovare subito un'altra...