Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 minuti fa S. Contardo Ferrini

Date rapide

Oggi: 20 ottobre

Ieri: 19 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: Cronaca, Notizie, LifestyleTroppa play station, convulsioni per un bimbo di 7 anni

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Troppa play station, convulsioni per un bimbo di 7 anni

Scritto da (admin), lunedì 18 agosto 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 18 agosto 2003 00:00:00

Stava giocando con la sua inseparabile play station. Gli occhi fissi sul monitor per rispondere tempestivamente a quella scarica di effetti luminosi che rimbalzava dallo schermo. Ore ed ore a caccia di mostri da annientare. Solo una breve pausa, per poi riprendere la sfida, durata l'intero pomeriggio. Ma all'improvviso è stato colto da malore: una terribile crisi di convulsioni. Le braccia e le gambe iniziano a sbattere violentemente. Subito dopo il bambino non risponde più ad alcuna sollecitazione. Il piccolo "maratoneta dei videogame" piomba in uno stato di semi-incoscienza. Così, un bimbo di Tramonti di appena 7 anni è giunto al Pronto Soccorso dell'ospedale "Santa Maria dell'Olmo". I genitori hanno temuto il peggio, ma fortunatamente, dopo i primi accertamenti, il piccolo si è ripreso. Secondo i medici dell'Unità operativa di Pediatria, a scatenare la terribile reazione sarebbero stati gli stimoli luminosi emessi dal monitor del computer ed assimilati dal bambino per tanto tempo. «Questi raggi - hanno spiegato i pediatri cavesi - possono far scatenare una particolare forma d'epilessia, altrimenti silente. Si chiama epilessia idiopatica: inizia in età pediatrica e normalmente non è accompagnata da crisi eclatanti». Il bimbo è stato ricoverato nel reparto di Pediatria per essere sottoposto ad una serie di esami. Le sue condizioni sono subite migliorate. «Si tratta di un episodio oggi abbastanza frequente - commentano i medici del reparto - ma per avere la certezza di essere in presenza di un caso di epilessia, e dunque per una giusta terapia, bisogna eseguire un esame chiamato video-elettroencefalogramma a lungo termine». Fino ad un mese fa, quest'apparecchiatura non era disponibile in nessun ospedale della Campania e nel resto del Meridione. Da luglio l'unità di Neuropediatria del "Santa Maria dell'Olmo si è dotata di tale strumentazione. Si tratta di monitorare per più di un giorno l'attività del cervello. I bambini vengono sistemati in un'accogliente cameretta, dove dovranno svolgere le loro abituali attività, mentre piccoli elettrodi (impiantati con una comunissima cuffietta copricapo) registreranno le onde cerebrali. Un sistema di telecamere a circuito chiuso permette agli specialisti non solo di visionare il tracciato, ma anche di visualizzare sullo schermo l'epicentro della crisi epilettica, vale a dire la regione precisa in cui si è generata una sorta di corto circuito, che si determina a livello cerebrale e determina la scarica. «Questo tipo di esame - spiegano Mauro Budetta, responsabile del Polo neurologico, e gli "aiuti" Livio Sorrentino e Maria Luisa Carpentieri - ci permette di scoprire le forme dubbie di epilessia che possono manifestarsi anche dopo una prolungata esposizione al computer o durante il sonno, sfuggendo, così, all'attenzione dei genitori. In particolare, si tratta di epilessie farmaco-resistenti, cioè che non rispondono alla terapia a base di farmaci». Secondo le stime registrate in questi ultimi anni, il 30% dei ricoveri eseguiti nell'Unità di Pediatria riguardano proprio problemi neurologici. «Il nostro Polo di Neuropediatria - spiega Basilio Malamisura, direttore dell'Unità operativa di Pediatria - non si occuperà solo di epilessie, ma di un variegato ventaglio di patologie che riguardano la sfera neurologica».

I CONSIGLI DELL'ESPERTO

«Attenzione ai videogames: i bambini ci devono giocare ad intervalli brevi. La televisione va guardata a distanza»

Bambini ed adulti vittime dell'accattivante fascino delle tecnologie, spesso causa di danni irreversibili. Un passatempo divenuto una vera e propria "patologia" della modernità. Per curarla, insieme ad altri disturbi della sfera psichiatrica infantile, all'ospedale di San Leonardo funziona un reparto di Neuropediatria. A dirigerlo è il pediatra Lello Albano. Dottore, come si verificano questi fenomeni? «Di solito, colpiscono soggetti geneticamente predisposti, che, a contatto con una sostanza luminosa intermittente, sviluppano una scarica elettrica simile ad un corto circuito. Ne conseguono forti crisi convulsive». Come si diagnosticano? «Con un preciso studio elettromagnetico, esponendo il soggetto ad una fonte luminosa intermittente». Quali sono le fonti nocive? «Quelle dei videogames, ma non solo. Molta attenzione va usata di fronte all'apparecchio televisivo, al grande schermo ed alle luci psichedeliche installate nelle discoteche. Esistono, poi, una serie di situazioni in cui si creano stimolazioni luminose che possono danneggiare le corteccia cerebrale e provocare reazioni anche gravi». È possibile prevenirle? «Non ci sono farmaci specifici, solo alcune regole da seguire per evitare gli effetti nocivi. Ad esempio, soprattutto i bambini devono guardare la televisione ad una certa distanza e stare davanti ai videogiochi solo ad intervalli brevi. La tecnologia è accattivante, ma farne abuso danneggia grandi e piccoli». Quindi, non è solo un problema pediatrico... «Assolutamente no. Nessuno immagina i danni provocati da luci e suoni all'interno delle discoteche. Si tratta di fenomeni più o meno latenti, che agiscono sul fisico e sulla psiche in modo devastante, talvolta persino fatale».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Scuola nel napoletano chiude per Covid, De Luca: «Genitori irresponsabili, non erano vaccinati»

In una scuola di Qualiano, nell'hinterland di Napoli, sono stati registrati 13 alunni positivi (8 scuola dell'infanzia, 4 elementari, 1 scuola media), e 5 insegnanti. L'istituto, il "Salvatore Di Giacomo - Santa Chiara", ha sospeso le lezioni in presenza per una settimana, tornando alla didattica a distanza...

Dramma a Cava de' Tirreni: madre 37enne stroncata dal Covid in ospedale

Dramma a Cava de' Tirreni. Una 37enne, originaria di Scafati, non ancora vaccinata, ha perso la vita in ospedale dopo aver combattuto contro il Covid-19. Come scrive "La Città di Salerno", la donna era arrivata all'ospedale metelliano nella tarda serata di lunedì, con gravi problemi respiratori e febbre...

Atti vandalici in una scuola di Torre Annunziata: arrestato 28enne di Cava de' Tirreni

Nella serata di ieri, un 28enne di Cava de' Tirreni, insieme ad un complice, si è introdotto nella scuola di via Cavour, a Torre Annunziata, per danneggiare porte e mettere a soqquadro alcuni locali dell'istituto. I residenti della zona hanno quindi allertato gli agenti del Commissariato di Torre Annunziata...

Appalti truccati: Savastano si difende e tira in ballo Adolfo Salsano di Cava de' Tirreni

Il consigliere regionale Nino Savastano, consigliere regionale ed ex assessore alle politiche sociali del Comune di Salerno, finito agli arresti domiciliari per lo scandalo su appalti, ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari, Gerardina Romaniello, e dei pm Guglielmo Valenti ed...

Estorsioni su gite in barca nel Cilento: confermata condanna a 46enne di Cava de' Tirreni

Tentata estorsione e associazione di tipo mafioso. Condannati anche in appello i due armatori operanti nel Cilento, arrestati nel 2015 dai carabinieri di Vallo della Lucania. Si tratta di Davide Morinelli, 46enne originario di Cava de' Tirreni e residente a Casal Velino, e Gennaro Esposito, 60enne originario...