Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Aureliano vescovo

Date rapide

Oggi: 16 giugno

Ieri: 15 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaLa banda dei ristoranti ko: tre arresti

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca

La banda dei ristoranti ko: tre arresti

Inserito da Il Mattino (admin), giovedì 4 ottobre 2001 00:00:00

Ecco la banda dei ristoranti. Esperti in assalti milionari, organizzati per agire in tutta la provincia, sono finiti in manette dopo il colpo di sabato notte al ristorante Arcara, nell'omonima frazione di Cava de' Tirreni. A tradirli è stata la loro stessa meticolosità. Un sopralluogo, come di abitudine, fatto alcuni giorni prima come clienti avrebbe lasciato forti indizi sul loro conto. In particolare, l'auto usata, la stessa che poi è servita per la rapina. E così il volto coperto della calzamaglia non è bastato a nascondere l'identità dei tre complici, tutti di Acerno: Ottavio Telese, 42 anni, Cosimo Cianciulli, 39 anni, e Andrea Giannattasio, 37 anni. Sono stati arrestati ieri mattina dai carabinieri della stazione di Cava de' Tirreni, guidata dal comandante Giuseppe Recchimuzzi, in collaborazione con la Compagnia di Nocera Inferiore. La procura di Salerno ha notificato per loro un provvedimento di custodia cautelare in carcere. Mentre un quarto uomo, A. C. di 38 anni, personaggio di secondo piano, che avrebbe avuto compiti minori nell'organizzazione della rapina, è stato denunciato a piede libero. Sarebbe toccato proprio a lui, proprietario dell'auto che li ha incastrati, a dover visionare volta per volta il locale nel mirino. E così anche per l'Arcara (nella foto l'ingresso del ristorante). Il colpo «sfortunato» - quello che avrebbe fatto saltare i loro piani - lo avevano preparato e messo appunto sempre con la stessa tecnica. Una visita in veste di clienti per conoscere i locali e sapere come muoversi. Poi all'una l'irruzione, con il volto coperto ed armati di pistola. Per portare via l'incasso più ricco, quello del sabato sera, senza tralasciare le tasche dei clienti. Questa volta, però, un errore. La sera stessa della rapina gli uomini, guidati dal comandante Recchimuzzi, hanno avviato le indagini ed in tempo record li hanno acciuffati. Hanno ascoltato i testimoni, che hanno fornito alcuni indicazioni sulla loro corporatura, l'età e l'abbigliamento. Ma niente sui loro volti ed i loro nomi. I carabinieri hanno messo insieme pezzo per pezzo la microstoria della banda, puntando su alcuni punti deboli. Primo la loro tecnica: utilizzavano sempre lo stesso copione. Identico l'orario, il giorno prescelto, le vittime e le armi. E per finire, ma non certo per ultimo, qualche indizio lasciato sul luogo della rapina. Tra questi, l'auto con cui uno di loro aveva visitato il locale, la stessa utilizzata sabato notte. Ieri mattina è scattato il blitz: sono stati fermati ad Acerno nelle loro case. E davanti ad uno degli appartamento l'auto, il loro segno di riconoscimento. Per questa mattina è fissata l'udienza di convalida degli arresti per i tre presunti rapinatori, Telese, Cianciulli e Giannattasio. Il giudice per le indagini preliminari deciderà se confermare la misura di custodia cautelare in carcere.

La banda dei montanari venuta da Acerno: dal Sele ai Picentini 12 anni di terrore

La mente della banda, su questo gli inquirenti non hanno dubbi, era Ottavio Telese, boscaiolo coltivatore di castagne, da sempre vicinissimo al clan Pecoraro-Renna di Bellizzi. Insomma, certamente non si trattava di una banda di sprovveduti ed insospettabili. Anche per questo, l'altra sera, per mettere a segno la rapina hanno mascherato il viso con delle calze. Un vero patto di sangue esisteva tra Ottavio Telese ed il suo braccio destro, Cosimo Cianciulli, vero esperto di rapine, già condannato a 7 anni e sei mesi di reclusione per aver messo a segno, alla fine del 1989, numerose rapine a Battipaglia, nella Piana del Sele e nella valle di Picentini, proprio in pizzerie e ristoranti, come poi è accaduto all'Arcara. Nessuno, forse, aveva ipotizzato che dietro i tre spietati rapinatori si celassero i «boscaioli di Acerno». Non è escluso che la banda dei «banditi della montagna», così è stata battezzata dagli inquirenti, negli ultimi tempi abbia portato a termine altre rapine a Battipaglia e nei Picentini.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 101625107

Cronaca

Armi, droga a resistenza a pubblico ufficiale: un arresto a Pellezzano

Nella notte del 14 giugno, a Pellezzano (SA), i Carabinieri dell'Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Mercato San Severino hanno arrestato un uomo, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale...

Furto di profilati in alluminio a Sant'Egidio del Monte Albino: arrestati un 24enne ed un 20enne

Nel rispetto della presunzione di innocenza e fermo restando che eventuali giudizi di responsabilità potranno conseguire solamente a pronunciamenti irrevocabili, si rende noto che nella serata del 12 giugno, a Sant'Egidio del Monte Albino, i Carabinieri della Stazione di Angri hanno arrestato, in flagranza...

Furgone in fiamme a Montecorvino Pugliano: provvidenziale l'intervento dei vigili del fuoco

Incendio stamattina alle 9:00 in zona Bivio Pratole (Montecorvino Pugliano) nei pressi del cimitero militare inglese. Per cause da accertare, un furgone che trasportava materassi ha preso fuoco durante la marcia. Immediatamente allertati i Vigili del Fuoco che sono intervenuti da Salerno per estinguere...

Nocera Inferiore, maltrattamenti alla moglie: uomo ai domiciliari

Nel rispetto della presunzione di innocenza e fermo restando che eventuali giudizi di responsabilità potranno conseguire solamente a pronunciamenti irrevocabili, si rende noto che la Polizia di Stato in data 11 giugno 2024 ha eseguito la misura cautelare degli arresti domiciliari a carico di un soggetto...

Droga, armi, estorsioni e rapine: blitz anti-camorra nell'Agro nocerino sarnese, 23 arresti

In data odierna, personale della Squadra Mobile della Questura di Salerno e del Reparto Territoriale Carabinieri di Nocera Inferiore hanno eseguito un'ordinanza di applicazione di misure cautelari personali, emessa dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di...

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.