Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa SS. Ponziano e Ippolito martiri

Date rapide

Oggi: 13 agosto

Ieri: 12 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Acquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia, Internet Service Provider in fibraCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: Territorio e AmbienteCava de' Tirreni, nella frazione di Alessia il battesimo del progetto "Camminare il paesaggio"

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Territorio e Ambiente

Cava de' Tirreni, frazione, esplorazione, natura, ambiente

Cava de' Tirreni, nella frazione di Alessia il battesimo del progetto "Camminare il paesaggio"

L'appuntamento è stato alle 10,00 nella piazzetta della frazione di Alessia, da cui si può ammirare Monte San Liberatore con il suo eremo

Scritto da (Redazione Costa d'Amalfi), giovedì 18 novembre 2021 15:17:34

Ultimo aggiornamento giovedì 18 novembre 2021 15:17:34

di Angela Vitaliano

L'autunno invita alle passeggiate tranquille nei boschi e nelle colline, adatte a tutti: alle famiglie, ai giovani, agli anziani. Se poi ad esse si unisce la scoperta storico-ambientale del proprio territorio, con l'aggiunta di piccole pillole teatrali che aiutano a capire quanto era apprezzata la nostra amata valle Metelliana dai viaggiatori e dalle viaggiatrici, di tutti i tempi, la giornata " s'illumina d'immenso". Lo abbiamo sperimentato domenica 14 novembre, complice il clima clemente, con il battesimo del progetto "Camminare il paesaggio". Titolo quanto meno strano, "una forzatura della grammatica" come l'ha definita Dario Cantarella, uno degli ideatori. Eppure nessun titolo sarebbe stato più indicato e forse è stato anche l'idea vincente che ha richiamato molti appassionati, cavesi e non, delle passeggiate e della storia locale.

L'appuntamento è stato alle 10,00 nella piazzetta della frazione di Alessia, da cui si può ammirare Monte San Liberatore con il suo eremo, e dove siamo stati accolti da: Dario Cantarella, storico dell'arte, l' espertissima professoressa Lucia Avigliano, già ideatrice del progetto "Itinerari d'ambienti", Aniello Ragone, ingegnere appassionato di storia locale, il professore Salvatore Milano, studioso del territorio da oltre quarant'anni, che ci hanno anticipato un po' il programma della mattinata . Alla partenza sapevamo già cose che prima ignoravamo o avevamo dimenticato: quale la storia dell'eremo che prima era chiesa, donata dal vescovo di Salerno, Giovanni, nel 979, alla monaca Susanna che lo trasformò in monastero, e che diventò eremo nel 1300, quando le monache se ne andarono a Salerno; il ricordo della tragica alluvione del 1954 che, oltre Vietri e dintorni, interessò anche questa bella frazione, e i danni che essa apportò agli edifici principali, quale la Chiesa principale la cui facciata fu rifatta dal Genio Civile di Salerno, completamente diversa dall'originale, e che fu causa dello spopolamento del borgo; i nomi dei personaggi più importanti: il notaio Landi, il capomastro Pietro Jovane, la famiglia D'Arienzo, la famiglia Cafaro tutti stuccatori. Dopo pochi metri, abbiamo fatto la prima sosta nella Chiesa dove ci ha accolto il presidente della locale associazione Alema, che si occupa di preservare il ricordo del passato, che ha avuto parole di ringraziamento per la notevole presenza di pubblico . Abbiamo ammirato i quadri di Filippo Pennino, di Benevento, che ancora sono presenti. La Chiesa di Alessia, fu fatta costruire nel 1692 dal notaio Landi, terminata poi da Pietro Jovene,di cui un parente costruì la cappellina dell'Arcangelo Raffaele, passata poi alla famiglia D'Arienzo, attuale proprietaria. Con Aniello Ragone come guida abbiamo visitato il piccolo ma importante museo civico, che raccoglie le testimonianze dell'alluvione e dei mestieri di un tempo. Il cammino è ripreso e ci siamo fermati alla cappellina dell'Arcangelo Raffaele e qui abbiamo ascoltato la storia che si tramanda da secoli dell'incontro tra il reverendo Jovene e l'Arcangelo Raffaele, che in sogno gli avrebbe chiesto di costruire una cappella a lui dedicata.

La passeggiata è continuata gradevolmente nel verde, lontani dal caos che caratterizza la vita quotidiana. È stato come trovarsi in altre epoche, quando la vita scorreva più lenta. Un paesaggio da sogno. Nell'ultima sosta prima della Valle, Aniello Ragone ha illustrato la caccia ai colombi, gioco molto praticato e molto seguito, nel mese di ottobre e che aveva un suo preciso rituale. Sul territorio cavese erano presenti 32 torri che andavano dal Comune di Nocera Superiore al monte San Liberatore. Le plagarie, terre riservate alla caccia, e gli attrezzi necessari per essa non potevano essere oggetto di pegno o di esproprio per debiti. I frombolieri muniti di una fionda lavorata a mano, liscia, morbida, in pelle di capretto, lanciavano sassi imbiancati con la calce, per far abbassare i colombi e farli cadere nelle reti. Dopo queste interessanti notizie , ci siamo avviati alla Valle dove ci aspettava la prima delle due pillole teatrali. Geltrude Barba, con la sua voce calda, ha dato voce ad alcune pagine del diario di una viaggiatrice inglese anonima, la quale scrive di "apprezzare le bellezze di strade verdi, di boschi ombrosi, le splendide vedute su una collina, una vallata o un mare sconfinato", questo diario lo si può leggere grazie alla traduzione del dr. Federico Guida. Geltrude ha saputo emozionare gli astanti, che non hanno nascosto il loro gradimento. La performance è terminata con l'impersonificazione di una lavandaia del tempo. Applausi meritati. Dopo siamo andati sul punto più in alto, da cui si vede il porto di Salerno e dove ci aspettava Cristina Vitale nei panni di Paolina Craven, scrittrice dell'800, moglie di un funzionario dell'ambasciata britannica a Napoli, innamorata della cittadina Metelliana, in cui visse per alcuni anni, facendo della sua casa un centro di cultura e impegnandosi in opere filantropiche come faceva a Napoli. Anche Paolina scrisse diari in cui descrisse un mondo diverso dal suo, senza giudicarlo, quasi se non più, di un trattato scientifico. Cristina, eterea figura, ha donato più di un brivido di emozione. A malincuore siamo ritornati alla nostra solita routine, conservando nel cuore le emozioni che la mattinata ci ha riservato. La prima è andata bene. Aspettiamo il prossimo incontro certi che sarà ancora più interessante. Cava non è solo movida.

Leggi anche:

Cava de' Tirreni: domenica percorso tra natura, storia e teatro nella frazione di Alessia

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Ambiente

Cava de' Tirreni: dal PNRR altri 2.5 milioni di euro per la piscina comunale e il centro sportivo di via Ido Longo

Sono stati ammessi a finanziamento altri due progetti proposti dall'Amministrazione Servalli per la piscina comunale e per il completamento del centro sportivo di via Ido Longo, per un totale di 2.5 milioni di euro, attraverso i fondi del Pnrr. Dalla misura "Sport e Inclusione Sociale", del Dipartimento...

Positano. Recuperato il relitto della barca affondata a Li Galli /Foto

Si sono svolte nella giornata di ieri le operazioni di recupero del relitto dell'imbarcazione "My Cinque" affondata in seguito ad un incendio scoppiato a bordo in prossimità degli isolotti "Li Galli", all'interno dell'Area Marina Protetta di Punta Campanella. L'imbarcazione era andata a fuoco nella mattinata...

Covid e scuola, ecco le nuove linee guida per il rientro di settembre

Sono state pubblicate oggi le "Indicazioni strategiche ad interim per preparedness e readiness ai fini di mitigazione delle infezioni da SARS-CoV-2 in ambito scolastico (anno scolastico 2022 -2023)". Il documento, che riguarda le scuole del primo e del secondo ciclo di istruzione, è stato messo a punto...

Cava de' Tirreni, 7 agosto si festeggia il restauro della chiesetta di Pregiatello

Domenica prossima, 7 agosto, alle ore 19, appuntamento davanti alla Chiesa di San Nicola a Pregiato per salire a piedi verso la chiesetta di Pregiatello e lì festeggiare insieme il restauro e la riapertura. Sarà un momento importante, per il recupero di un gioiellino storico del territorio, ma anche...

TA.RI. Sconti per utenze non domestiche

da un post nel gruppo Facebook "Cava verso Rifiuti Zero" Dallo scorso anno è stato introdotto, anche dal Comune di Cava de' Tirreni, l'opportunità, per le utenze non domestiche, di smaltire i rifiuti della propria attività in modo autonomo. Si procede con una comunicazione al Comune e successivamente...

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.