Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 23 minuti fa S. Ambrogio vescovo

Date rapide

Oggi: 7 dicembre

Ieri: 6 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Panettone 2021, Ciak si gira. Ordina on line i panettoni della Storica Pasticceria Pansa. Dal 1830 tutto il dolce d'Amalfi, ora anche on lineEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: Storia e StoriePost 8 marzo: rivendicazione dei diritti e autodeterminazione le parole d'ordine

La Pasticceria Gambardella augura a tutti i lettori di Positano Notizie un Natale pieno di dolcezza. Il Gusto della Tradizione direttamente a casa tua. Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Connectivia Fiber Solution, Connettività ultra veloce in fibra e FWASal De Riso Costa d'Amalfi augura a tutti Buone Feste. Per acquistare i suoi panettoni visita il portale di e-commerce diretto "Sal De Riso Shop"

Storia e Storie

Post 8 marzo: rivendicazione dei diritti e autodeterminazione le parole d'ordine

Scritto da (Redazione), sabato 9 marzo 2019 11:33:35

Ultimo aggiornamento sabato 9 marzo 2019 11:33:35

di Patrizia Reso

Dopo il rigoroso silenzio che mi sono imposta per l'8 Marzo, silenzio derivato dall'inflazione dei commenti anacronistici relativi a questa Giornata, eccomi di nuovo qui.

La Giornata Internazionale della Donna è stata istituita formalmente dall'ONU nel 1977. Fu un riconoscimento di fatto, perché era stata già scelta negli anni per ricordare le lotte sostenute dalle donne per l'approvazione dei propri diritti, e questo per tutta una serie di storie e leggende in merito.

Nel '77 avevo solo venti anni ed ero, come tantissime ragazze mie coetanee, già fortemente impegnata per la conquista dell'uguaglianza sociale, economica e giuridica di genere.

Non abbiamo mai parlato di uguaglianza di sesso! Di liberazione sessuale, autodeterminazione sì, ma perché esistevano ancora i matrimoni combinati e tante altre discriminazioni. Oggi, a distanza di tanti anni, bisogna ricominciare proprio da questo, poiché la cultura patriarcale dominante, anche e non solo in campo economico, ha volutamente svilito e riformulato, con fini strumentali politici, sino a trasformare una giornata di lotta in una festa, che tra gli anni '80 e '90 è degenerata fino all'organizzazione di "cenette" con tanto di spogliarellisti, pagati anche 250 euro a esibizione (ora immagino i soliti misogini da tastiera sbizzarrirsi nei commenti...). Molte donne hanno pensato di liberarsi accettando acriticamente queste modalità, senza realizzare che non hanno fatto altro che incrementare il mercato economico patriarcale. Nessuna morale, solo una constatazione economica.

Ritornando all'8 Marzo, le parole d'ordine sono state sempre rivendicazione dei diritti e autodeterminazione. Oggi molte ragazze non sanno che, se esiste una movida notturna alla quale possono partecipare, è solo per le tante battaglie contro gli schemi reimposti condotte dai movimenti femministi, iniziando dagli orari. Il genere femminile era costretto a ritirarsi non più tardi delle 20,30/21, altrimenti si era etichettate automaticamente come una puttana. Epiteto sessista che fioccava anche se una donna entrava in un bar per un caffè oppure se osava accendere una sigaretta per strada!

Stiamo parlando degli anni Settanta, non Quaranta...

Se si andava in Irpinia, non necessariamente in terra calabra o sicula, le donne vestivano ancora di nero, avevano il "maccaturo" nero in testa e le gonne lunghe fino alle caviglie. Chi osava depilarsi sotto le ascelle o, le più irsute, in viso, era considerata una "poco di buono", altro eufemismo per puttana. Per quanto riguarda l'aspetto semantico e grammaticale, rimando ad un video di Paola Cortellesi, registrato in occasione del David di Donatello dello scorso anno.

Non parliamo poi dei processi che si facevano per stupro! Era sempre la donna causa di se stessa, da vittima sempre carnefice per il solo fatto di essere donna. Proprio come oggi moltissimo uomini, a livello locale (Meridione Nazionale alias Lega), a livello nazionale (manifesto di Crotone, alias Lega), a livello internazionale (brochure 8 marzo Ficsak, Ungheria, alias sovranismo ungaro), non fanno altro che sviluppare concetti pretestuosi per scrollarsi delle proprie secolari responsabilità e riversare tutte le colpe sulle donne, doppia dose per quelle che si impegnano per il riconoscimento dei propri diritti. Chi vuole mettere in discussione queste parole può limitarsi a visionare, non leggere o ricercare che potrebbe essere troppo impegnativo, dicevo visionare un altro video, sempre reperibile su Youtube, del processo che si celebrò nel 1978 per il caso di stupro a Fiorella (non fu mai reso noto il cognome), nella capitale, che vide la pubblica accusa dell'avv. Tina Lagostena Bassi. Ricordo in questo contesto solo uno, dei tanti vergognosi passaggi, dell'avvocato di difesa dei violentatori: "Signori, una violenza carnale con fellatio può essere interrotta con un morsetto: passa immediatamente la voglia di continuare l'atto, quindi non si coniuga con l'ipotesi di violenza. Anzi, è incompatibile. (Con la fellatio) il possesso è stato esercitato dalla ragazza sui maschi, dalla femmina sui maschi, è lei che prende, è lei la parte attiva. Loro sono passivi, inermi. Abbandonati nelle fauci avide di costei".

Per concludere questo lungo scritto, vi propongo un ulteriore video, questa volta si tratta dell'ormai tanto vituperato Roberto Benigni, mentre recita Talmud e Whitman.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

L'Università di Salerno accoglie Roberto De Luca: il figlio del governatore è ora ricercatore a Scienze Aziendali

Importante incarico per Roberto De Luca. Il secondogenito del governatore della Campania è stato nominato ricercatore dell'Università di Salerno, Dipartimento di Scienze Aziendali. Avrà un incarico di 3 anni. Il 29 novembre, come riporta "Il Quotidiano del Sud" oggi in edicola, il decreto del rettore...

Cava de' Tirreni, 80 anni fa la morte di Sergio Rosa a Monte Finestra

Il gruppo "Cava storie", che ha lo scopo di far conoscere a grandi e piccini le bellezze di Cava de' Tirreni e dintorni, specie quelle di cui poco si parla, ricorda l'ottantesimo anniversario della morte del giovane Sergio Rosa. Figlio di Giorgio Rosa, direttore della Manifattura Tabacchi di Cava de'...

Lutto a Maiori per la morte di Paolo Conforti, aveva 38 anni

Maiori piange la prematura scomparsa di Paolo Conforti, aveva 38 anni. Incredulità e sgomento questa mattina quando da alcuni post abbiamo appreso la triste notizia. Paolo, il ragazzo allegro, sempre sorridente e allo stesso tempo schivo e riservato, ci ha lasciati. Gentile e cordiale, amato da tutti,...

Cava de' Tirreni, la 19enne Miriam nominata "Alfiere della Repubblica" da Mattarella

Miriam El Ouazani è stata insignita dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella del titolo di "Alfiere della Repubblica". La 19enne di Cava de' Tirreni riceverà il riconoscimento il prossimo 14 dicembre «per l'impegno con cui si dedica alla crescita dei ragazzi "fuori famiglia"». Miriam vive a...

Cava de' Tirreni, addio a Rosanna Senatore

Lutto a Cava de' Tirreni che piange la scomparsa di Rosanna Senatore in Santoriello. Ne danno il triste annuncio il marito Sabino, i figli Massimiliano, Katia e Cinzia, la nuora Greta, i generi Martin e Alfredo, il fratello Agostino, i cognati, i nipoti ed i parenti tutti. La salma proveniente dall'Ospedale...