Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Giacomo martire

Date rapide

Oggi: 22 aprile

Ieri: 21 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaVoto di scambio, indagati Messina, Petrillo e Lambiase

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Politica

Voto di scambio, indagati Messina, Petrillo e Lambiase

Scritto da (admin), mercoledì 29 ottobre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 29 ottobre 2003 00:00:00

Violenza privata in relazione a presunti voti di scambio: è l'ipotesi di reato per cui sono indagati (procedimento n. 9560/2003) il sindaco Alfredo Messina, il capo staff Pasquale Petrillo ed il dipendente comunale Vincenzo Lambiase. Quest'ultimo è stato raggiunto da un avviso di garanzia, con invito di comparizione giovedì prossimo negli uffici della Digos della Questura di Salerno per il primo interrogatorio. La vicenda riguarda il ritiro della candidatura a sindaco di Cava da parte di Giovanni Baldi, attuale presidente del Consiglio comunale. La rinuncia di Baldi scaturì, secondo il magistrato inquirente, da pressioni che avrebbe esercitato il dipendente comunale Vincenzo Lambiase, ispirato da Messina e Petrillo. La notizia di un'indagine formale a carico di questi ultimi emerge dal testo dell'invito a comparire emesso dalla Procura della Repubblica e notificato ieri mattina a Lambiase. L'inchiesta, affidata al sostituto procuratore Massimo Lo Mastro, dovrà verificare se, come si legge dal provvedimento emesso dalla Procura, durante la campagna elettorale per le amministrative del 2000, Alfredo Messina, all'epoca candidato sindaco, Petrillo e Lambiase, in qualità di suoi sostenitori, abbiano commesso effettivamente il reato di cui sono indagati. L'accusa sarebbe di aver agito in concorso - Alfredo Messina e Pasquale Petrillo come mandanti, il dipendente Lambiase come esecutore materiale - nel mettere in essere minacce nei confronti del candidato avversario alla carica di sindaco, Giovanni Baldi, e di suo padre, Torquato. Azioni dissuasive, secondo gli inquirenti, ed anche promesse di vantaggi se, ritirandosi dalla competizione elettorale, avesse fatto convergere su Messina i voti che era in grado di controllare. Quelle presunte intimidazioni avrebbero portato alla rinuncia di Baldi alla propria candidatura ed al dirottamento dei suoi voti su Alfredo Messina, suo compagno di partito. In cambio, Baldi avrebbe ricevuto la presidenza del Consiglio comunale, incarico che attualmente ricopre. Il caso è uno dei tronconi principali di un'ampia e delicata indagine condotta dalla Direzione investigativa antimafia. Ad attivarla sono state le denunce che Lambiase ha raccolto in un dossier, consegnato ai magistrati dagli avvocati difensori del dipendente comunale, Alberto Clarizia ed Alfonso Senatore. Lambiase, sul quale pende un procedimento amministrativo interno per le accuse di presunte aggressioni nei confronti del sindaco e del capo staff, chiese di essere ascoltato. E così, a più riprese, negli uffici della Dia parlò di presunti voti di scambio. Secondo le sue dichiarazioni, confermate dai suoi difensori, Lambiase sarebbe stato incaricato da Messina e Petrillo prima per la raccolta di voti attraverso la sottoscrizione di tessere di partito, poi per convincere Giovanni Baldi a ritirare la sua candidatura. L'episodio sarebbe stato ricostruito con minuziosi particolari, tra cui una telefonata a tarda notte tra Lambiase, Messina e Petrillo: quella in cui ci sarebbe stato l'eventuale ordine di minacciare Giovanni Baldi.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

De Magistris contro coprifuoco alle 22: «Andrei anche oltre, errore concentrare orari a questo punto»

Mentre era ancora in corso il dibattito sullo spostamento del coprifuoco dalle 22 alle 23, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, era ospite a Tagadà su La7 per parlare sulle riaperture annunciate dal premier Mario Draghi. Nel corso della trasmissione, il primo cittadino ha detto la sua sul coprifuoco:...

Cava de' Tirreni, parcheggio interrato a San Francesco. FdI: «Meglio tardi che mai»

In una nota affidata alla stampa, Fratelli d'Italia esprime tutta la sua contentezza sulla decisione dell'amministrazione comunale di Cava de' Tirreni di riprendere il progetto che prevede la realizzazione di un parcheggio interrato in Piazza San Francesco. «Meglio tardi che mai. - dichiara, in una nota,...

Aumento Irpef a Cava de' Tirreni, Cirielli (FdI): «Questa città è solo tasse e niente futuro!»

Anche Fratelli d'Italia ha votato contro l'aumento dell'Irpef a Cava de' Tirreni. A sottolinearlo è il consigliere comunale Italo Giuseppe Cirielli che, attraverso i social, ha affidato il suo sfogo sulla decisione presa dall'amministrazione Servalli nell'ultimo Consiglio Comunale: «In un momento storico...

Aumento Irpef a Cava, Sindaco precisa: «Chi non è arrivato ad 8000 € in un anno è esentato dal pagamento»

Nel pomeriggio di ieri, il Consiglio Comunale di Cava de' Tirreni ha approvato un aumento dell'addizionale Irpef portandola dallo 0,52% allo 0,8% del reddito annuo. Una decisione che ha scatenato non poche polemiche in città, A tal proposito, il sindaco Vincenzo Servalli ha affidato ai social il suo...

Aumento Irpef a Cava de' Tirreni, "Siamo Cavesi": «Noi abbiamo votato contro»

Dopo "La Fratellanza", anche i consiglieri comunali di "Siamo Cavesi" - Marcello Murolo, Raffaele Giordano e Vincenzo Passa - intervengono sull'aumento dell'Irpef, attaccando la decisione presa dall'amministrazione Servalli durante il Consiglio Comunale di ieri. «Noi abbiamo votato contro! - esordiscono...