Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Saba abate

Date rapide

Oggi: 5 dicembre

Ieri: 4 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaTerra di Limoni - Limoncello e liquori della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureAcquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di ClickCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzate

Tu sei qui: SezioniPoliticaCaso Lambiase, i retroscena del fattaccio

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Politica

Caso Lambiase, i retroscena del fattaccio

Scritto da (admin), mercoledì 16 luglio 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 16 luglio 2003 00:00:00

Le parole, che tornano a far discutere di quel 12 giugno a Palazzo di Città, arrivano da un dossier di appena due pagine. In una breve memoria difensiva, presentata dagli avvocati Angelo Clarizia e Marcello Murolo, il dipendente comunale Vincenzo Lambiase, già interrogato dalla Direzione investigativa antimafia nell'ambito di un'inchiesta su presunti voti di scambio, fornisce una ricostruzione dettagliata dell'episodio che gli è costato l'avvio di un procedimento disciplinare e l'accusa di minacce nei confronti del sindaco Alfredo Messina e del capo staff Pasquale Petrillo. Per la prima volta Lambiase parla, anche se per bocca dei suoi legali. E riferisce di essersi sentito minacciato e perseguitato. Quel giorno - si legge nella memoria difensiva - si era presentato a Palazzo di Città per incontrare il sindaco e parlare della sua situazione lavorativa. L'uomo era in attesa di un provvedimento che avrebbe significato un avanzamento di carriera. Secondo Lambiase, un collaboratore dello staff del sindaco gli avrebbe vietato l'audizione con il primo cittadino. «Mi ha detto che l'unico con cui avrei potuto parlare era lui». Le sue richieste sarebbero state rifiutate. «Ha alzato il tono della voce ed ha battuto i pugni ripetutamente sulla scrivania». Così Lambiase respinge le accuse di minacce. Nessuna novità, ma una conferma: l'esistenza di due versioni contrastanti. Da una parte Lambiase, dall'altra l'Amministrazione. Quel giorno, secondo quanto riportato dalla lettera inviata dal direttore generale del Comune, Enrico Violante, all'Ufficio Personale, l'uomo si sarebbe introdotto nell'ufficio dello staff del sindaco ed avrebbe aggredito verbalmente lui ed il suo collaboratore Petrillo, con frasi ingiuriose e minacce. Ora toccherà agli inquirenti fare chiarezza. Intanto, nuove rivelazioni giungono anche sul fronte dell'inchiesta su presunti voti di scambio. La notizia è trapelata nella serata di ieri. Lambiase avrebbe scritto e depositato nelle mani di un notaio, oltre alla copia del memoriale presentato agli inquirenti, anche una lettera, ripetendo alcuni dei nomi riferiti nel corso delle sue deposizioni. Gli avvocati Alberto Clarizia ed Alfonso Senatore, che lo seguono nel procedimento penale, non si sbilanciano sulle ragioni di quest'atto. L'unica conferma riguarda la decisione del Lambiase di richiedere un servizio di protezione, perché preoccupato per la propria incolumità. Occhi aperti, massima vigilanza ed una sollecitazione alla Procura di Salerno. Il senatore della Margherita, Roberto Manzione, interviene sulla vicenda di presunti voti di scambio: «I segnali sono allarmanti. La settimana scorsa sono stato a Salerno e gli avvocati di Lambiase mi hanno assicurato che le denunce sono state presentate. Poiché la Procura è obbligata ad avviare accertamenti, non vedo come il sindaco Messina possa affermare che sul suo conto non ci sono indagini in corso. Invito la magistratura a chiarire la vicenda. Non voglio entrare nel merito, ma occorre fare chiarezza».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Politica

Cava, Siamo Cavesi su concorso Metellia: «È stato ritirato da Servalli, tentativo di riacquistare consenso»

Dopo le polemiche sul concorso della Metellia Servizi, che prevedeva l'assunzione a tempo indeterminato e full time di 15 operatori ecologici addetti allo spazzamento, non sono mancante critiche rivolte all'amministrazione comunale di Cava de' Tirreni. Il concorso, com'è noto, è stato ritirato ieri pomeriggio....

Cava de' Tirreni, ritirato concorso Metellia: la soddisfazione de "La Fratellanza" di Petrone

Continua a far discutere il concorso della Metellia Servizi per l'assunzione a tempo indeterminato e full time di 15 operatori ecologici addetti allo spazzamento. Tale concorso è stato ritirato dalla società partecipata del Comune di Cava de' Tirreni dopo le parole de "La Fratellanza", il gruppo politico...

«Due anestesisti in servizio all’Ospedale di Cava», la richiesta dei consiglieri di Siamo Cavesi

Dopo la chiusura del reparto di Rianimazione e l'accorpamento dei reparti di Ortopedia e Chirurgia, l'ospedale "Santa Maria Incoronata dell'Olmo" di Cava de' Tirreni appare solo un lontano parente del nosocomio di alcuni mesi fa. Per garantire un servizio chirurgico minimo, i tre consiglieri comunali...

«A Cava concorsi "costruiti" che precludono partecipazione ad alcuni concorrenti», la denuncia de "La Fratellanza" di Petrone

«Con la pubblicazione, da parte della Metellia Servizi S.r.l., partecipata del Comune di Cava de' Tirreni, dell'avviso pubblico di selezione per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo inde-terminato e full time di n. 15 operatori ecologici addetti allo spazzamento, raccolta rifiuti e pulizia, viene...

Cava, ancora disagi all'Usca: container chiuso e tamponi appoggiati sui separatori

Non si placano le polemiche sui disagi all'Usca di via Gramsci, a Cava de' Tirreni. Dopo i ritardi e le lunghe code al drive-in per i tamponi, "La Fratellanza", l'organizzazione politica capitanata dal consigliere Luigi Petrone, pone l'attenzione su un nuovo problema: «Al drive-in di via Gramsci si lavora...