Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 19 minuti fa S. Ottone vescovo

Date rapide

Oggi: 2 luglio

Ieri: 1 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Tu sei qui: SezioniCronacaScandalo Se.T.A., Fiorillo nei guai

Salerno e la sua Provincia, Turismo, Territorio, Tradizioni #adv #salernoemozionivicine #CCIAASA2020Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Scandalo Se.T.A., Fiorillo nei guai

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 16 luglio 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 16 luglio 2002 00:00:00

Svolta decisiva nell'inchiesta sulla Se.T.A.: è stata firmata dal sostituto procuratore Filippo Spiezia la richiesta di rinvio a giudizio per l'ex sindaco Raffaele Fiorillo (nella foto in alto), l'allora assessore al Bilancio, Roberto Caliendo, il presidente della società mista, Eduardo D'Amico, il direttore Franco Sassaroli e l'amministratore Rosario Carlo Noto La Diega. Le richieste arrivano al termine di una lunga e complessa indagine preliminare. Nei mesi scorsi, tra la fine di marzo e le prime settimane di aprile, erano stati notificati gli avvisi di conclusione delle indagini, oltre agli indagati per i quali oggi è richiesto l'avvio di un procedimento giudiziario, anche ai tre revisori dei conti della Se.T.A.: Francesco Serao, di Napoli, Giovanni Vergari, di Perugia, ed il cavese Giovanni Campanile. Sarebbero state proprio le testimonianze di alcuni componenti del collegio sindacale della Se.T.A. (nella foto al centro, la sede), che si sono avvalsi della facoltà di essere ascoltati, ad indirizzare gli ultimi sviluppi del caso politico-giudiziario che vede coinvolti da due anni amministratori e dirigenti cavesi. Durante gli interrogatori, i revisori dei conti avrebbero smentito di aver apposto la loro firma sul parere positivo alla vendita di azioni ai Comuni partners. Un'operazione sulla quale pende, da parte degli inquirenti, l'accusa di vendita al ribasso. Dai chiarimenti resi dagli indagati potrebbero essere emersi elementi interessanti per l'inchiesta, tali da indurre il sostituto procuratore Filippo Spiezia a firmare la richiesta di rinvio a giudizio. Stralciata, invece, la posizione degli altri ex assessori iscritti nel registro degli indagati, Flora Calvanese, Alfonso Lambiase, Alfredo Venosi e Franco Santoro, per i quali è stata richiesta l'archiviazione. Al momento, nessuna conferma ufficiale arriva dal collegio difensivo (avvocati Patrizia Macario, Agostino De Caro e Fioravante Ronca), che si dice ancora all'oscuro dei nuovi sviluppi. Nessun comunicazione sarebbe stata notificata ai legali degli indagati. L'attesa potrebbe essere sciolta, però, anche a parecchie settimane di distanza e solo in concomitanza con la fissazione dell'udienza preliminare. Durante la seduta, per la quale la data appare del tutto incerta, il giudice dovrà decidere se accogliere o meno la richiesta del pm Spiezia. I capi di imputazione, contestati in concorso, vanno dall'abuso al falso. La truffa sarebbe stata configurata solo per il presidente D'Amico, il dirigente Noto La Diega e Franco Sassaroli, per alcune fatture che, secondo gli inquirenti, sarebbero state emesse a fronte di prestazioni fantasma. Le contestazioni sono diverse: per l'ex primo cittadino Raffaele Fiorillo, ad esempio, l'accusa è di falso, per aver scelto in sede di Consiglio comunale il socio, appunto la Gesenu, senza aver fatto una verifica comparativa.

LA STORIA DELLA DELICATA INCHIESTA

Tutto ha inizio nell'ottobre del 2000. Coinvolti il sindaco Fiorillo, cinque assessori ed i vertici della Se.T.A.

La storia di questa difficile inchiesta ha inizio nell'autunno di due anni fa. Il 20 ottobre del 2000 scoppia la bomba Se.T.A., che diventa subito un fatto politico-giudiziario, dal momento che coinvolge il sindaco in carica all'epoca, Raffaele Fiorillo. Sotto inchiesta l'allora Giunta di centrosinistra per falso ed abuso d'ufficio. Cinque assessori, più il primo cittadino metelliano, vengono iscritti nel registro degli indagati: l'assessore ai Servizi Sociali e Pubblica Istruzione, nonché vicesindaco, Alfredo Venosi, l'assessore ai Lavori Pubblici, Alfonso Lambiase, l'assessore alle Finanze, Roberto Caliendo (nella foto in basso), l'assessore all'Urbanistica ed alla Cultura, Flora Calvanese, e l'ex assessore Francesco Santoro. La Guardia di Finanza, inoltre, fa irruzione nella casa del presidente della società mista, Eduardo D'Amico, indagato per falso in comunicazione sociale. A due anni dall'avvio delle indagini, ecco la richiesta del sostituto procuratore Filippo Spiezia di rinvio a giudizio per Fiorillo, Caliendo ed i massimi dirigenti della Se.T.A. Adesso sarà il Gup a decidere la sorte dei cinque: si attende la fissazione della data dell'udienza preliminare.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Cronaca

Truffe ad anziani a Cava de' Tirreni, sventato colpo a Santa Lucia

Gli anziani di Cava de' Tirreni tornano nel mirino dei truffatori. A lanciare l'allarme è stato il consigliere comunale Vincenzo Lamberti, pubblicando un lungo post su Facebook in cui denuncia un episodio verificatosi sabato scorso, intorno alle 12:00, nella frazione di Santa Lucia. Una nonnina è stata...

Cava de' Tirreni, ancora furti e atti vandalici sulle auto: «Vogliamo le telecamere»

Ancora episodi di vandalismo a Cava de' Tirreni. A finire nel mirino dei vandali sono, stavolta, le auto in sosta a Santa Maria del Rovo e in piazza San Francesco. Episodi che si registrano quotidianamente, soprattutto di notte. E ancora prima di andare a denunciare alle autorità quanto accaduto, le...

Nuova rissa nella movida di Cava: due cinquantenni vengono alle mani

Ancora un brutto episodio durante la movida di Cava de' Tirreni. Due cinquantenni, nella prima serata di sabato, sono finiti alle mani dopo un'accesa discussione davanti al "Metropol", noto cinema del centro storico. Come scrive "La Città", uno dei due avrebbe aggredito l'altro sferrandogli un colpo...

Moto a tutta velocità tra Cava de' Tirreni e Molina: residenti preoccupati

Con l'arrivo della bella stagione nei weekend sono sempre di più i motociclisti che corrono a folle velocità sulla strada, con rumori assordanti e il rischio di provocare incidenti, tra Cava de' Tirreni e Molina, frazione di Vietri sul Mare. A denunciare la situazione sono i residenti della zona, sempre...

Sanzionato noto locale di Vietri sul Mare: 7 lavoratori erano senza assicurazione

Nella serata fra sabato e domenica la Compagnia Carabinieri di Salerno ha dato corso ad un ampio servizio coordinato di controllo del territorio in Vietri sul Mare, volto a consentire una movida sicura nella nota località costiera. Capofila del servizio la Stazione Carabinieri di Vietri sul Mare, sempre...