Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 minuti fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaScandalo carni, in libertà anche Gennaro Carusone

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Scandalo carni, in libertà anche Gennaro Carusone

Scritto da Il Mattino (admin), martedì 4 febbraio 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 4 febbraio 2003 00:00:00

Carni infette sulle tavole dei consumatori dell'intera provincia: il Tribunale del Riesame dice sì alle scarcerazioni. Tornano liberi Gennaro Carusone e Giuseppe Esposito. Sembra sgonfiarsi improvvisamente l'inchiesta che due settimane fa aveva portato dietro le sbarre 12 persone, di cui 3 in carcere e 9 agli arresti domiciliari. Nella tarda serata di ieri, infatti, il Tribunale del Riesame di Salerno ha emesso l'atteso verdetto, disponendo l'immediata scarcerazione del commerciante di bestiame Gennaro Carusone, di Cava de' Tirreni, e di Giuseppe Esposito, proprietario di una stalla a San Valentino Torio. Per i magistrati salernitani non sussistono, quindi, elementi che rendano necessaria la permanenza in cella degli indagati. Le scarcerazioni di ieri sera seguono di qualche giorno quella di Giuseppe Carusone, figlio di Gennaro, spedito agli arresti domiciliari dal Gip del Tribunale di Nocera, Domenico Diograzia che aveva revocato anche il provvedimento restrittivo a carico di Carmela Vitale, moglie di Giuseppe Esposito, la quale detenuta ai domiciliari sin dal principio, era stata autorizzata a lasciare la propria abitazione per recarsi a lavoro. Questo, allo stato, il quadro giudiziario di una vicenda che ha suscitato enorme scalpore tra i cittadini dell'intera provincia di Salerno. I contenuti dell'ordinanza di custodia cautelare, a tratti, sono addirittura allucinanti. Si parla di animali (bovini e suini nella fattispecie) affetti da gravi infezioni, come la malattia vescicolare suina o la Bse, il famigerato morbo della "mucca pazza". In alcune intercettazioni telefoniche, inoltre, si fa riferimento a capi di bestiame addirittura già morti, "addormentati" come usavano dire i "signori della macellazione clandestina", portati al macello ed immessi, poi, sul mercato in forma di succulente bistecche. Non rari, infine, i casi di animali affetti da patologie allo stato terminale, imbottiti di farmaci a base di cortisone per permetterne la macellazione prima dell'inevitabile decesso. Tutte circostanze che i giudici della Procura nocerina, insieme ai Carabinieri del Nas di Salerno, approfondiranno ulteriormente nel corso di un'inchiesta che appare tutt'altro che conclusa. Nel frattempo, la paura dei consumatori non tende a diminuire. Un atteggiamento che potrà affievolirsi nel corso dei prossimi mesi, ma che sta già creando danni ingenti a chi ha sempre lavorato onestamente, al di fuori di scellerati traffici.

CONTROLLI A TAPPETO NELLE STALLE CAVESI

In corso vari sopralluoghi negli allevamenti delle colline metelliane. I consigli di Aldo Trezza, presidente della Confesercenti, ai consumatori

Controlli nelle stalle e negli allevamenti metelliani. Dopo la maxi inchiesta sulla macellazione, che ha portato in carcere allevatori e veterinari cavesi, continua l'ondata di sopralluoghi, decisi dalla Forze dell'ordine e dal Dipartimento di Veterinaria dell'Asl Sa 1, per scoprire eventuali irregolarità nella macellazione e rivendita di capi di bestiame. Nel mirino, al momento, alcuni allevamenti delle colline metelliane. A finire sotto la lente degli investigatori sono le condizioni igienico-sanitarie delle cosiddette "stalle da sosta", lo stato del bestiame e, in particolare, i certificati in possesso degli allevatori. Intanto, Aldo Trezza, presidente della Confesercenti, nonché gestore di una macelleria, lancia un appello ai consumatori cavesi: «Occhio all'etichetta, diffidate dagli allevatori improvvisati e dalle vendite a domicilio. Per essere sicuri della qualità della carne, bisogna conoscerne la provenienza. In tutte le macellerie, la carne in vendita deve avere il suo codice di rintracciabilità. In parole povere, quella carta d'identità che indica la provenienza, il codice della stalla dove è stato allevato l'animale, la data di macellazione. Tutte informazioni che rappresentano la garanzia di genuinità».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

rank:

Cronaca

Tenta di spegnere incendio e muore. Tragedia a Cava de' Tirreni

Tragedia nei pressi della storica Badia di Cava de' Tirreni, dove questa sera un uomo ha perso la vita mentre cercava di spegnere un incendio. Come riporta "Salerno Today", l'uomo, le cui generalità non sono ancora note, avrebbe cercato di spegnere le fiamme scaturite da un incendio provocato da cause...

Lasciò l’auto a Cava e fece perdere le tracce, dopo 27 anni dichiarata morte presunta per idraulico

Scomparve senza lasciare traccia nel lontano 1993. Dopo 27 anni la prima sezione civile di Salerno ha dichiarato la morte presunta di Antonino Izzo, il 31enne idraulico originario di Campagna. A riportare la notizia è "Il Mattino". L'uomo ricevette una telefonata da un uomo che, presentandosi come ingegnere,...

Fermato con mazza da baseball e coltello: nei guai 26enne di Cava de' Tirreni

A Ercolano, ad un posto di controllo, i Carabinieri della locale tenenza hanno denunciato un 26enne incensurato di Cava de' Tirreni. Stando a quanto appreso, il 26enne cavese era in possesso di un coltellino a scatto di 19 cm e di una mazza da baseball per "difesa personale". Adesso dovrà rispondere...

Falsifica referti per visite private a casa sua: nei guai medico Asl di Cava

Falsificava referti per visite private a casa sua, con tanto di pagamento. Nei guai un medico operativo presso la Neuropsichiatria Infantile della sede Asl di Cava de' Tirreni. Come riporta il quotidiano "Il Mattino", il dottore- in qualità di incaricato di pubblico servizio - avrebbe compilato cartelle...

Maltratta e tenta di soffocare la moglie: 53enne di Cava rischia processo

Guai per il 53enne di Cava de' Tirreni accusato di lesioni e maltrattamenti contro la moglie. Stando alle accuse, il marito sfogava continuamente la sua indole violenta e gelosa contro la vittima, costretta a subire aggressioni e scariche di botte senza ragioni, addebitandole comportamenti oltraggiosi...