Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Pacifico da S. Severino

Date rapide

Oggi: 24 settembre

Ieri: 23 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaRiciclaggio, Ciuccio e Siani sotto torchio

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Riciclaggio, Ciuccio e Siani sotto torchio

Scritto da (admin), lunedì 26 marzo 2007 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 26 marzo 2007 00:00:00

Le perquisizioni non sono state limitate solo ai negozi, ma nel mirino dei finanzieri sarebbero finite anche le abitazioni di Gianluigi Ciuccio e Vincenzo Siani, accusati di riciclaggio e fermati nel blitz eseguito venerdì dai finanzieri del Nucleo regionale. La Guardia di Finanza non si sarebbe, quindi, limitata a sequestrare documentazione ritenuta utile alle indagini solo negli esercizi commerciali, ma avrebbe cercato riscontri ed ulteriori elementi di prova anche nelle case dei titolari delle tre boutique a cui sono stati apposti i sigilli. Intanto, sembra che il fermo iniziale sia stato tramutato in arresto a seguito dell'emissione di una misura cautelare, applicata a seguito dell'interrogatorio cui sono stati sottoposti i commercianti cavesi. Sul contenuto delle dichiarazioni rese ai magistrati non trapela alcuna indiscrezione, ma la loro posizione processuale deve essersi complicata, se dopo l'iniziale fermo sono rimasti in carcere.

Le indagini al momento sono tutt'altro che concluse, si sta scavando nei legami instaurati da Ciuccio e Siani con la criminalità napoletana, da cui avrebbero ricevuto il danaro, provento delle attività illecite, che avrebbero reinvestito nei loro esercizi commerciali. Ancora un caso di "negozi-lavanderia", utilizzati per ripulire il danaro di provenienza illecita. Non è la prima volta, non sarà l'ultima. Ma in questo caso non si tratterebbe di uno di quei casi, più volte denunciati nelle sedi istituzionali, della camorra napoletana che tenta di eludere i controlli, reimpiegando fuori provincia capitali sporchi in attività commerciali pulite. In pratica, non sarebbero state utilizzate ignare teste di legno. Al contrario, i due commercianti sarebbero stati ben consapevoli della provenienza illecita di quei capitali da loro investiti. Anzi, la situazione sembra essere ancora più grave, se dovessero trovare conferma alcune indiscrezioni secondo cui l'inchiesta in cui sono rimasti coinvolti ed arrestati Ciuccio e Siani sia stata avviata proprio a seguito di una loro denuncia, in cui segnalavano di essere vittime di usura da parte di un clan di Boscotrecase.

Ma le indagini avviate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli avrebbero portato gli inquirenti ad una diversa configurazione dei fatti. Quel danaro investito nelle tre boutique alla moda non sarebbe il frutto di un prestito a tassi da capogiro, come solitamente avviene nel rapporto tra gli strozzini e le loro vittime, ma deriverebbe da rapporti instauratisi tra i due negozianti e gli esponenti della camorra napoletana. Ed allora, perché quella denuncia? Forse gli iniziali accordi sono saltati ed è cambiato qualcosa rispetto agli originari programmi. Certo è che gli inquirenti hanno accusato Ciuccio e Siani di riciclaggio. Nel frattempo i finanzieri, delegati dal sostituto procuratore Pierpaolo Filippelli, titolare dell'inchiesta, stanno vagliando il materiale sequestrato nel corso delle perquisizioni eseguite nei negozi e nelle abitazioni dei due commercianti cavesi. Nel mirino ci sono non solo i rapporti con gli esponenti della camorra napoletana, ma anche gli assetti delle società che gestiscono le tre boutique sequestrate, "Light Store" in via Garibaldi, "Store" a Corso Umberto e "Fusco" in via della Repubblica. Ma le indagini ad ampio raggio riguardano anche tutte le altre operazioni finanziarie e societarie realizzate da Ciuccio e Siani.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Incidente sulla statale 18: fuori pericolo il bambino investito da scooter

E' fuori pericolo il bambino che ieri pomeriggio, insieme al padre, è stato investito da uno scooter guidato da una 16enne sulla SS18 che collega Cava de' Tirreni e Vietri sul Mare. Il piccolo era stato condotto prima al pronto soccorso del Santa Maria dell'Olmo in codice rosso, poi, dopo le prime cure,...

Tentato furto alla "Bcc" di Campigliano: cinque arresti

Avevano pianificato il colpo da tempo e nei minimi dettagli ma qualcosa, questa notte, deve essere andato storto. E così è saltato il furto ai danni della filiale della BCC di Campigliano orchestrato da una banda specializzata in queste azioni sulle cui tracce c'erano anche i poliziotti di Napoli. Cinque...

Incidente tra Cava e Vietri: padre e figlio investiti da uno scooter

Grave incidente stamattina sulla SS18 che collega Cava de' Tirreni e Vietri sul Mare: mentre attraversavano la strada, padre e figlio sono stati investiti da uno scooter guidato da una ragazza. Stando alla prima ricostruzione dei testimoni presenti sulla scena l'uomo e il bimbo stavano attraversando...

Cava de' Tirreni, 47enne evade dai domiciliari: scoperta e arrestata

Evade dai domiciliari per poi essere sorpresa dai carabinieri e arrestata. E' accaduto a Cava de' Tirreni lo scorso 17 settembre. Protagonista dell'episodio è una 47enne, agli arresti domiciliari dall'11 ottobre 2017, già pregiudicata per analoghi reati e non solo. Come scrive il giornalista di cavese,...

Cava, furto al 3° circolo didattico dell'Annunziata: sottratti 17 computer

Ancora furti nelle scuole a Cava de' Tirreni. Due notti fa è toccato al plesso scolastico dell'Annunziata, dove ignoti hanno sequestrato ben 17 computer. Nello specifico, come riporta laredazione.eu, i ladri hanno prima forzato la porta secondaria dell'istituto, poi, una volta dentro, hanno divelto una...