Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 minuto fa S. Contardo Ferrini

Date rapide

Oggi: 20 ottobre

Ieri: 19 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Hotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaTerra di Limoni - Limoncello e liquori della Costa d'AmalfiLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzate

Tu sei qui: SezioniCronacaRiciclaggio, Ciuccio e Siani sotto torchio

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Riciclaggio, Ciuccio e Siani sotto torchio

Scritto da (admin), lunedì 26 marzo 2007 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 26 marzo 2007 00:00:00

Le perquisizioni non sono state limitate solo ai negozi, ma nel mirino dei finanzieri sarebbero finite anche le abitazioni di Gianluigi Ciuccio e Vincenzo Siani, accusati di riciclaggio e fermati nel blitz eseguito venerdì dai finanzieri del Nucleo regionale. La Guardia di Finanza non si sarebbe, quindi, limitata a sequestrare documentazione ritenuta utile alle indagini solo negli esercizi commerciali, ma avrebbe cercato riscontri ed ulteriori elementi di prova anche nelle case dei titolari delle tre boutique a cui sono stati apposti i sigilli. Intanto, sembra che il fermo iniziale sia stato tramutato in arresto a seguito dell'emissione di una misura cautelare, applicata a seguito dell'interrogatorio cui sono stati sottoposti i commercianti cavesi. Sul contenuto delle dichiarazioni rese ai magistrati non trapela alcuna indiscrezione, ma la loro posizione processuale deve essersi complicata, se dopo l'iniziale fermo sono rimasti in carcere.

Le indagini al momento sono tutt'altro che concluse, si sta scavando nei legami instaurati da Ciuccio e Siani con la criminalità napoletana, da cui avrebbero ricevuto il danaro, provento delle attività illecite, che avrebbero reinvestito nei loro esercizi commerciali. Ancora un caso di "negozi-lavanderia", utilizzati per ripulire il danaro di provenienza illecita. Non è la prima volta, non sarà l'ultima. Ma in questo caso non si tratterebbe di uno di quei casi, più volte denunciati nelle sedi istituzionali, della camorra napoletana che tenta di eludere i controlli, reimpiegando fuori provincia capitali sporchi in attività commerciali pulite. In pratica, non sarebbero state utilizzate ignare teste di legno. Al contrario, i due commercianti sarebbero stati ben consapevoli della provenienza illecita di quei capitali da loro investiti. Anzi, la situazione sembra essere ancora più grave, se dovessero trovare conferma alcune indiscrezioni secondo cui l'inchiesta in cui sono rimasti coinvolti ed arrestati Ciuccio e Siani sia stata avviata proprio a seguito di una loro denuncia, in cui segnalavano di essere vittime di usura da parte di un clan di Boscotrecase.

Ma le indagini avviate dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura di Napoli avrebbero portato gli inquirenti ad una diversa configurazione dei fatti. Quel danaro investito nelle tre boutique alla moda non sarebbe il frutto di un prestito a tassi da capogiro, come solitamente avviene nel rapporto tra gli strozzini e le loro vittime, ma deriverebbe da rapporti instauratisi tra i due negozianti e gli esponenti della camorra napoletana. Ed allora, perché quella denuncia? Forse gli iniziali accordi sono saltati ed è cambiato qualcosa rispetto agli originari programmi. Certo è che gli inquirenti hanno accusato Ciuccio e Siani di riciclaggio. Nel frattempo i finanzieri, delegati dal sostituto procuratore Pierpaolo Filippelli, titolare dell'inchiesta, stanno vagliando il materiale sequestrato nel corso delle perquisizioni eseguite nei negozi e nelle abitazioni dei due commercianti cavesi. Nel mirino ci sono non solo i rapporti con gli esponenti della camorra napoletana, ma anche gli assetti delle società che gestiscono le tre boutique sequestrate, "Light Store" in via Garibaldi, "Store" a Corso Umberto e "Fusco" in via della Repubblica. Ma le indagini ad ampio raggio riguardano anche tutte le altre operazioni finanziarie e societarie realizzate da Ciuccio e Siani.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Cava de' Tirreni, operaio cade dall'impalcatura: trasportato in ospedale

Momenti di tensione stamattina a Cava de' Tirreni, dove un giovane operaio, impiegato in un cantiere privato per il rifacimento della facciata di palazzo Gravagnuolo, è scivolato dall'impalcatura su cui stava lavorando rovinando a terra da un'altezza di circa 2 metri. Come riporta laredazione.eu, il...

Covid, altri tre positivi a Vietri: l'annuncio del sindaco

«Dobbiamo registrare altri tre nuovi casi positivi al COVID 19 a Vietri sul Mare, sono state attivate tutte le procedure». Così il sindaco Giovanni De Simone annuncia alla cittadinanza l'aumento dei contagi nella Città della Ceramica. Al momento sul territorio vietrese risultano, in totale, cinque casi...

Donna di Cava partorisce col Covid, Cisl Medici replica al marito: «Non è stata trattata come una bestia a Salerno!»

Dopo le precisazioni della direzione del Ruggi e di Mario Polichetti, responsabile del reparto "Gravidanza a rischio" dell'azienda, ora è il turno del dottor Francesco Marino, segretario provinciale della Cisl Medici e direttore dell’Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’ospedale di Salerno,...

Corruzione ai concorsi di Eboli e Cava, Sorrentino si difende: «Non ho assecondato Cariello»

Dopo le accuse di aver condizionato l'esito di concorsi pubblici indetti dai Comuni di Eboli e Cava de' Tirreni, Francesco Sorrentino si difende. Come riporta laredazione.eu, il dirigente comunale di Cava de' Tirreni, ascoltato mercoledì dal Gip Alfonso Scermino, ha dichiarato di non aver mai pensato...

Covid a Cava de' Tirreni, sindaco Servalli: «Abbiamo 49 positivi, tra loro anche bambini e giovani» [VIDEO]

Dopo giorni di assenza, il sindaco Vincenzo Servalli ha interrotto il silenzio, pubblicando sul suo profilo un nuovo video di aggiornamento dedicato al Covid-19 a Cava de' Tirreni. «Siamo in piena seconda ondata - ha esordito il primo cittadino - Abbiamo 49 casi positivi e solo uno che ha richiesto il...