Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Massimo martire

Date rapide

Oggi: 28 settembre

Ieri: 27 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Hotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaTerra di Limoni - Limoncello e liquori della Costa d'AmalfiLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzate

Tu sei qui: SezioniCronacaPista ultrà per la bomba al ‘Cavese Point'

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Pista ultrà per la bomba al ‘Cavese Point'

Scritto da (admin), mercoledì 14 gennaio 2004 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 14 gennaio 2004 00:00:00

Il giorno dopo l'esplosione della cassetta bomba davanti alla vetrina del "Cavese Point" - il punto vendita di gadget, biglietti per partite esterne e materiale con il marchio della Cavese, di proprietà del dirigente aquilotto Franco Di Salvatore - si segue la pista dell'azione dimostrativa contro la Cavese Calcio, ma non solo. Di Salvatore, titolare di una litotipografia, è un imprenditore impegnato anche nell'organizzazione di concerti e sta lavorando in maniera consistente al "Palasele" di Eboli. Tra l'altro, è socio di Alfonso Troiano, il figlio dello scomparso Ciccio, ed è stato uno degli organizzatori della giornata di Biagio Antonacci allo stadio "Lamberti" in occasione della festa promozione contro il Vittoria. Secondo le prime indiscrezioni, le indagini avviate dal Commissariato locale di Polizia sarebbero rivolte a rintracciare legami con altri episodi sospetti. Tra questi, le voci trapelate sabato notte al Corso Umberto, ma non ancora confermate, circa la visita in città di una delegazione di tifosi della Nocerina. La zona in cui si trova il "Cavese Point" è, tra l'altro, la stessa dove si registrò il terribile raid teppistico alla vigilia del derby Nocerina-Cavese. Nell'elenco figurerebbe anche l'incursione notturna della scorsa settimana negli uffici di Cava Market, di proprietà del presidente della Cavese, Antonio Della Monica. Minacce, dunque, contro la squadra aquilotta. Ma chi sarebbero gli autori? Tifoserie avverse o persone vicine all'ambiente della società, in rotta già da qualche tempo con gli esponenti? Le uniche certezze arrivano dai primi rilievi eseguiti sulla cassetta bomba. Chi l'ha preparata ha usato un grosso petardo. In realtà, sembra essersi trattato di una classica cipolla usata per i fuochi di fine anno, che da sola non avrebbe potuto provocare grossi danni. Ma l'ordigno è stato confezionato come un pacco bomba. Secondo i primi accertamenti, l'autore o gli autori del folle gesto hanno adagiato una cassetta di frutta, posizionata in senso verticale, davanti alla vetrina del negozio. Sopra hanno sistemato il grosso petardo. Infine, hanno acceso la miccia. La deflagrazione ha colpito la vetrina nel mezzo. L'onda d'urto è stata violenta, ma poiché si trattava di un vetro antiproiettili, la vetrina si è scheggiata, senza frantumarsi. Tra l'altro, è stata prontamente sostituita dopo la scoperta del fattaccio. Nessuna rivendicazione o scritta ingiuriosa: la mano incendiaria non ha lasciato alcun indizio. Diversi gli episodi registratisi negli ultimi mesi lungo le vie principali del centro cittadino. Risale al 24 ottobre scorso la prima rapina alla filiale della Banca di Roma, in via Mazzini. I rapinatori agiscono a volto scoperto: sequestrano dipendenti e clienti, per portare via 10mila euro. Dopo poche settimane, il 18 ottobre, al Parco Beethoven esplode una bomba carta, che danneggia la vetrina del negozio "Borse & Borse", della famiglia Ferraioli-Buonocore. Alla vigilia del nuovo anno - siamo allo scorso 30 dicembre - si consuma la rapina bis alla Banca di Roma. I rapinatori, ancora una volta a volto scoperto, mettono a segno un colpo da 7mila euro. Ma non è finita. Nell'ultimo week-end ancora gesti criminali. Venerdì notte vengono sparati 4 colpi di pistola contro la vetrina del caseificio dei fratelli Bisogno, in via XXV Luglio. Sabato notte, poi, balordi danno alle fiamme i cassonetti della Se.T.A. e le campane per la raccolta differenziata. Nella notte tra domenica e lunedì, infine, la cassetta bomba al "Cavese Point".

Il vicequestore Coppola: «Opera di balordi, non del racket»

«Stiamo battendo tutte le possibili piste investigative. Al momento, ci sono solo delle ipotesi su quello che potrebbe essere il movente per l'esplosione della scorsa notte»: a confermarlo è il vicequestore Sebastiano Coppola, dirigente del Commissariato di Polizia locale. Contattato telefonicamente, ieri mattina di buon'ora, Coppola era già al lavoro, alle prese con l'ennesimo episodio incendiario registratosi in città. «A 24 ore di distanza dal fattaccio - ammette Coppola - non ci sono grossi sviluppi nelle indagini. Ieri mattina (ndr: lunedì mattina) abbiamo eseguito i primi rilievi ed abbiamo raccolto diverse testimonianze». Tra i testimoni ascoltati ci sarebbero alcune persone che abitano in zona, oltre al proprietario del "Cavese Point". «Sulla base dei primi riscontri - spiega Coppola - tendo ad escludere la matrice del racket. Il proprietario del "Cavese Point" è anche titolare di una tipografia. Pertanto, se avessero voluto colpirlo, avrebbero mirato alla sua attività commerciale, ubicata in una zona più periferica. Inoltre, accanto al "Cavese Point" ci sono diversi negozi, che potevano finire nel mirino». Esclusa la matrice estorsiva, le indagini si concentrano su due piste. «Parlerei piuttosto - precisa Coppola - di ipotesi. Credo che possano essere stati dei balordi, che hanno pensato bene di far esplodere un grosso petardo davanti alla vetrina, oppure qualcuno che voleva colpire la Cavese Calcio».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Cronaca

Allerta meteo, a Cava de' Tirreni nuovi disagi: frana in via Nicola Pastore [FOTO]

Il temporale che si è abbattuto su Cava de' Tirreni al momento fa segnalare problemi al momento fa segnalare problemi anche ll'Annunziata dove una frana si è abbattuta su via Nicola Pastore. Al momento proseguono le operazioni di soccorso. Il sindaco Vincenzo Servalli invita i cavesi a restare a casa:...

Maltempo a Cava de' Tirreni: volano lamiere a Santa Lucia, albero si abbatte ad Arcara [FOTO]

Continua il lavoro del Gruppo comunale di Protezione Civile cavese per segnalazioni di soccorso a seguito delle piogge intense che si stanno abbattendo sulla nostra città. Un albero caduto ad Arcara, danni a Santa Lucia per la caduta di lamiere dalla palestra comunale, tutta la macchina comunale è in...

Cava de' Tirreni, furti e minacce ad anziane: in manette 24enne

Un 24enne di Cava de' Tirreni (P.T. le sue iniziali) è stato arrestato dai carabinieri per aver derubato due anziane in una sola settimana. A riportare la notizia è il giornalista locale Livio Trapanese. Lo scorso 31 agosto, P.T. estorse 500 euro ad una 70enne dopo averla attesa all'uscita della filiale...

Covid, altri 4 positivi a Cava de' Tirreni: sindaco chiede massima prudenza

«Cari concittadini, nella tarda serata di ieri, successivamente ad una mia comunicazione, nella quale informavo circa la situazione Covid 19 in città,mi sono stati comunicati ulteriori 4 casi di esiti positivi al tampone». Sono le parole, pubblicate poco fa sui social, del sindaco Vincenzo Servalli....

Covid, positiva ragazzina a Cava de' Tirreni: sono 10 i casi totali

Sono 10 i casi Covid a Cava de' Tirreni. A confermare il dato è stato, nella serata di ieri, il sindaco Vincenzo Servalli tornato, dopo la campagna elettorale che lo ha visto vincitore, a pubblicare video di aggiornamento rivolti alla cittadinanza. Tutti positivi stanno gestendo la malattia nella propria...