Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 16 minuti fa S. Ignazio d'Antiochia

Date rapide

Oggi: 17 ottobre

Ieri: 16 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaIl questore: "Ferocia inaudita contro i miei uomini"

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Il questore: "Ferocia inaudita contro i miei uomini"

Scritto da (admin), mercoledì 13 aprile 2005 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 13 aprile 2005 00:00:00

Il questore Carlo Morselli si insediò a Salerno il 3 novembre 2003. 24 giorni appena e gli si presentò in tutta la sua drammaticità il problema legato alla violenza delle tifoserie della provincia salernitana. Il 27 novembre ci fu un raid degli ultrà nocerini nelle strade di Cava de'Tirreni, alla vigilia del derby. «Macché tifosi. Quelli che hanno agito sono soltanto dei teppisti. Hanno utilizzato la scusa della partita di calcio per dare libero sfogo ai loro istinti bestiali. L'amore per una squadra, e per lo sport, è tutt'altro», disse. Poi i derby furono giocati a porte chiuse. Un anno e mezzo dopo si ritrova a fronteggiare una situazione simile. A Cava, domenica scorsa, si è scatenata una vera e propria guerriglia urbana al termine del derby contro la Juve Stabia. Carlo Morselli quei momenti terribili li ha vissuti in prima persona. Ieri è stato impegnatissimo con la riunione del Comitato per l'ordine pubblico ed in pomeriggio ha fatto un salto all'ospedale "Cardarelli" di Napoli, per far visita al poliziotto napoletano, Francesco Logrande, ferito allo stadio ed ancora sotto osservazione. 48 ore dopo, come giudica tutto quello che è successo a Cava? «Ho assistito in prima persona a scene di inaudita violenza, scatenata senza nessun motivo. Poliziotti e Carabinieri hanno subìto una vera e propria aggressione per più di un'ora. Vedevo ragazzi di ogni età e perfino donne che si accanivano contro le Forze dell'Ordine e devastavano la loro città. E purtroppo, non si trattava di una semplice frangia, perché la guerriglia è stata messa in atto da più di 500 persone. I miei uomini erano lì semplicemente per evitare che i cavesi entrassero in contatto con gli stabiesi». Il sindacato Consap ha parlato di servizio inadeguato per la delicatezza dell'incontro. Cosa ne pensa? «Non scherziamo. Domenica a Cava erano impegnati 200 uomini. Poi sono arrivati i rinforzi. Se per una partita di C2 tutto ciò non basta, allora è veramente la fine. Se contiamo tutte le partite che si giocano la domenica, partendo dalla A a scendere giù, allora tutte le Forze di Polizia dovrebbero preoccuparsi in Italia solo delle partite di calcio». Quindi, ha ragione il ministro Pisanu: se il calcio è questo, meglio chiudere? «Purtroppo è così. Sono d'accordo con il pugno duro se fosse necessario. Se il calcio è questo, meglio chiudere gli stadi. Adesso, però, prendiamoci una pausa di riflessione, vediamo anche cosa decide la Lega». Come giudica il fenomeno violenza a Cava? «Da quello che ho visto e da quello che stiamo studiando da tempo, credo sia un qualcosa non legato solo alla partita di calcio, ma un vero e proprio odio contro le Forze dell'Ordine, contro le divise, contro Polizia e Carabinieri». Ritiene preoccupante il fenomeno legato alla follia ultrà a Salerno e provincia? «Il fenomeno della violenza negli stadi stride con quella che è una provincia tranquilla e di grande cultura. Non ci sono fenomeni d'intolleranza razziale, non compaiono scritte offensive sui muri. Poi, però, quando ci sono le partite di calcio, si scatena una rabbia senza limiti. E' come se la provincia salernitana vivesse una doppia identità». In riferimento al derby del "Lamberti", potevano essere predisposte misure diverse? «No, l'obiettivo era quello di tenere a distanza le due tifoserie e questo è stato raggiunto. Gli uomini hanno mantenuto la calma ed hanno eseguito le disposizioni. Già all'interno dello stadio si è consumato l'episodio gravissimo nei confronti del poliziotto Francesco Logrande». Adotterà provvedimenti diversi per le prossime partite a rischio? «In questi casi non si va avanti con iniziative personali, ma ci si attiene a quelle che sono le disposizioni nazionali. Certo è che in provincia di Salerno gli eventi considerati a rischio sono numerosi. Basti pensare che domenica scorsa, mentre si consumava la guerriglia a Cava, altre violenze si sono verificate ad Agropoli. Ed il giorno prima era successo di tutto a Castel San Giorgio».

Sta meglio il poliziotto ferito

Nel pomeriggio di ieri il questore Carlo Morselli ha lasciato il suo ufficio e si è spostato al "Cardarelli" di Napoli. E' andato ad accertarsi di persona delle condizioni di Francesco Logrande, il poliziotto 52enne napoletano, colpito da un ultrà cavese con un calcio alla testa e ricoverato da domenica sera nel reparto di Neurochirurgia d'urgenza. In mattinata si erano diffuse notizie preoccupanti sulle condizioni del poliziotto, poi la situazione si è andata normalizzando. Francesco Logrande, comunque, dovrà restare ancora qualche giorno sotto osservazione, perché ha subito un iperestensione del collo e contusione midollare a livello cervicale. E' lucido e parla regolarmente.

rank:

Cronaca

Paura a Cava de' Tirreni: cede cornicione della Mediateca

Cedimento alla Mediateca di Cava de' Tirreni. Giovedì sera, poco dopo le 21, un cornicione è finito nella piccola traversa Parisi dove ci sono già da ben dieci anni una serie di transenne per delimitare l'area a rischio. Come riporta "Il Mattino" oggi in edicola l'episodio non ha provocato feriti. Un...

Cava de' Tirreni, gare di moto e spaccio a via Sorrentino: residenti esasperati

Gare notturne di moto, musica ad altissimo volume, alcool e consumo di stupefacenti si verificherebbero tutti i giorni, dalle 18 alle 3 di notte a Cava de' Tirreni, più precisamente in via Andrea Sorrentino. Questo è quanto denunciano 23 residenti della zona, sempre più esasperati da questa situazione,...

Cava de' Tirreni, torna in azione la banda della truffa dello specchietto

Torna a colpire la banda dello specchietto a Cava de' Tirreni. Numerose segnalazioni stanno arrivando in questi giorni su tre uomini, a bordo di una macchina bianca, che cercano, con o senza successo, di truffare i cittadini cavesi. Il modus operandi è ampiamente noto, ma lo ripetiamo. Solitamente il...

Omicidio Maiorano: Nunzia uccisa da Salvatore per una carezza rifiutata

Uccisa dal marito per una carezza rifiutata. È questa l'ultima rivelazione sulla morte di Nunzia Maiorano, la 41enne di Cava de' Tirreni uccisa a coltellate lo scorso 22 gennaio dal marito Salvatore Siani. Questa ed altre informazioni arrivano dal gip Gustavo Danise, riportate su "La Città". «Siani possedeva...

Malore improvviso in strada, Cava dice addio a Biagio Ferrigno (Biagin 'o pazz)

Nel tardo pomeriggio, mentre stava camminando lungo l'arteria stradale di via Filangieri, un uomo è stato colto da infarto fulminante cadendo rovinosamente al suolo. Prontamente accorsi sul posto, i soccorritori della Croce Bianca non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. Si tratta di Biagino...