Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. Nicola di Bari

Date rapide

Oggi: 6 dicembre

Ieri: 5 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!La pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaIl ministro Gasparri ancora nel mirino

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De Riso

Cronaca

Il ministro Gasparri ancora nel mirino

Scritto da Il Salernitano (admin), lunedì 9 giugno 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 9 giugno 2003 00:00:00

La famiglia del ministro delle Comunicazioni, l'on. Maurizio Gasparri (Alleanza Nazionale), residente a Cava de' Tirreni, è finita nel mirino di un gruppo di vandali. Nella notte tra venerdì e sabato scorsi, si è ripetuto il gesto di una settimana fa: nuove scritte sono comparse contro Gasparri. Questa volta, però, è stata imbrattata la facciata del palazzo dove vive la famiglia Gasparri, nel centralissimo Corso Umberto I. Un episodio analogo, dicevamo, era stato compiuto la scorsa settimana, quando sulla facciata del Palazzo di Città erano apparse delle scritte contro il ministro. I vandali, dunque, sono tornati in azione. Imbrattata la facciata del palazzo in due punti. "Gasparri vattene", "Gasparri fascista rovina del Paese e di Cava", "Stai attento, Messina boia": questi i messaggi scritti dagli ignoti vandali, che si sono firmati, così come era successo sette giorni fa, con una strana "N" cerchiata. Uguale anche il tipo di vernice usata per quest'ennesimo atto: gialla e rossa. Gli ignoti hanno anche cercato, fortunatamente senza riuscirvi, di appiccare il fuoco al citofono del palazzo, che, poiché realizzato completamente in metallo dorato, ha resistito alle fiamme. Un gesto sconsiderato ed ancor più grave, quest'ultimo, che poteva provocare seri danni. Sdegno per l'atto intimidatorio e solidarietà alla famiglia Gasparri sono stati espressi da vari amministratori cittadini. «Sono atti delinquenziali - ha sottolineato Fortunato Palumbo, consigliere comunale di An - portati avanti da balordi, che, col favore delle tenebre, attentano ad una città che vuole ritornare a contare. Alla famiglia Gasparri, alla quale sono legato da vecchi vincoli di amicizia, va tutta la mia solidarietà e quella del partito di Alleanza Nazionale». La famiglia Gasparri abita, insieme ad altri nove nuclei familiari, al civico 296 di Corso Umberto I, a pochi passi dal noto locale "People", nei giorni scorsi oggetto di un attentato incendiario di natura dolosa che ha mandato in fumo un gazebo parasole. La famiglia Gasparri non ha ancora reso noto se verrà sporta o meno una denuncia contro ignoti. Resta il fatto che a Cava de' Tirreni si moltiplicano episodi del genere. Atti di vandalismo che vanno a rovinare l'arredo urbano ed i muri cittadini. «C'è una grave perdita di senso civico - aveva sottolineato nei giorni scorsi il sindaco Messina - da parte dei cittadini cavesi. Lavoreremo per ripristinare a Cava una situazione di piena sicurezza». Un'escalation di microcriminalità che preoccupa tanti in città e che allarma ancor più se si pensa che i vandali, seppur armati solo di bomboletta spray, hanno potuto agire indisturbati proprio nel centro storico. «La parte storica, il cuore della city, è diventata invivibile. Durante la notte - tuona uno dei residenti del posto - agiscono indisturbate bande di giovani balordi. Cava continua ad essere un luogo ambito, con i prezzi degli appartamenti alle stelle, ma di questo passo, credo che la città continuerà a sprofondare». Il centro cittadino troppe volte rimane senza vigilanza, con il Corpo dei Vigili Urbani in piena "emergenza organico". La città sembra essere sotto shock, in tanti hanno paura. E' innegabile, ormai, che Cava non sia più l'oasi felice di un tempo. Gli investigatori, intanto, sono sulle tracce della banda di vandali, complice anche la sigla che riconduce il gesto sempre alle stesse persone.

rank:

Cronaca

Cava de' Tirreni, sconti di pena per il clan Zullo: 7 anni alla “zarina”

Sconto di pena, nel processo d'appello, per diversi componenti legati al clan Zullo, specialmente per Lucia detta la "zarina". La Corte, presieduta dal giudice Diego Cavaliero, ha rivisto tutte le condanne degli undici ricorrenti, dopo la riqualificazione in associazione di lieve entità del principale...

Cava, 17enne morta dopo intervento al cuore: proseguono le indagini

Continuano le indagini sulla morte di Lucia Ferrara, la 17enne di origini cavese deceduta lo scorso 4 settembre all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi D'Aragona dopo un intervento di sostituzione della valvola mitralica eseguito nel reparto di cardiochirurgia. Ad ottobre, ricordiamo, gli avvocati della...

Cannabis in un fondo agricolo, a processo 39enne di Cava de' Tirreni

Guai in vista per un 39enne di Cava de' Tirreni, mandato a giudizio dalla procura di Nocera Inferiore con l'accusa di spaccio di stupefacenti. I fatti risalgono al 26 settembre del 2018. Stando a quanto appreso, il 39enne fu sottoposto a perquisizione dai carabinieri. Dopo le dovute indagini, gli agenti...

Cava de' Tirreni, rubate piante dalle aiuole di piazza Duomo

Otto piante di ciclamini sono state trafugate nella notte appena trascorsa dalle aiuole di Piazza Vittorio Emanuele III (comunemente detta piazza Duomo), a Cava de' Tirreni. Il fatto è stato raccontato dal giornalista locale Livio Trapanese che non ha usato mezzi termini per descrivere i ladri, definendoli...

Cava de’ Tirreni, insultano e picchiano un coetaneo: tre bulli rischiano processo

Rischiano il processo tre ragazzi minorenni, accusati di atti di bullismo verso un loro compagno di classe 14enne. I fatti, come riporta il quotidiano "Il Mattino", si verificarono nel dicembre del 2018 in una scuola superiore di Cava de' Tirreni. L'inchiesta, condotta dalla polizia del commissariato...