Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Giuseppe Calasanzio

Date rapide

Oggi: 25 agosto

Ieri: 24 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Gusta Minori 2019 vi aspetta in Costiera Amalfitana con "Accussì Natalea" il 29, 30 e 31 agosto 2019

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaFratello di un calciatore vende droga sotto i portici

Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Fratello di un calciatore vende droga sotto i portici

Scritto da Il Mattino (admin), lunedì 15 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 15 ottobre 2001 00:00:00

Consegna la droga al centro del Corso Umberto I e la serve bella e pronta come un caffè o un cocktail. Qualche bustina trasparente sotto i portici a pochi passi dall'ingresso della sala giochi Macumbà. Non si aspetta che proprio di sabato sera tra la folla sono nascosti i carabinieri, che lo colgono in flagrante. E così Gianluca Bisogno, 26 anni residente al quartiere Epitaffio, fratello della giovane punta della Cavese, Maurizio Bisogno, è stato arrestato con l'accusa di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Lui, con problemi di droga alle spalle e alcuni precedenti per spaccio, è stato al centro di una lunga serie di pedinamenti, coordinati dagli uomini della stazione locale. Il lavoro investigativo è partito da alcune segnalazioni giunte da chi si affaccia spesso sotto i portici e ha visto quei traffici: «Giovanissimi, specie i minorenni vengono avvicinati».

Le indagini

Qualche settimana fa i carabinieri hanno dato il via alle indagini. Si sono appostati per diversi giorni, cercando di spiare ogni sua mossa per poi scegliere il momento migliore per agire. Lo hanno notato: a volte erano solo in due, altre in tre o quattro. Gironzolavano per il corso, su e giù per le traverse della chiesa di San Rocco e di via Atenolfi. Si soffermavano davanti alla sala giochi Macumbà. E lì, sotto a quel portico avvicinava i tossicodipendenti. Poche parole, a volte, solo qualche gesto. Qualcuno si nascondeva dietro un vecchio pilastro, dal quale usciva poco dopo portando una bustina. Giorni e giorni di pedinamenti e poi sabato sera il blitz. Mancava poco alla mezzanotte e il corso incominciava a sfollarsi, chi per rincasare, chi per concludere la serata al chiuso di un locale. I carabinieri, diretti dal comandante Giuseppe Recchimuzzi, lo hanno scoperto. Era appostato sotto a quel portico. Anche loro hanno aspettato. Hanno atteso che si avvicinasse un cliente. E quando le loro mani si sono incrociate per scambiarsi una bustina trasparente sono entrati in azione. Lo hanno circondato. Addosso gli sono state trovate 10 dosi di hashish pronte per l'uso.

La tecnica

Gianluca è stato e accompagnato presso la caserma locale e poi trasferito alla Casa circondariale di Fuorni. Per il suo cliente, un diciottenne di Cava, è scattata la denuncia a piede libero. Secondo gli uomini dell'arma con questa tecnica il giovane pusher riusciva a rifornire i giovanissimi, controllando il traffico al Corso. Un tempo dominio incontrastato degli affiliati alla setta capeggiata da Gianni Squillace. Un nuovo traffico per accaparrarsi la zona? O vecchi giri non ancora sgominati? Entrambe le piste sembrano percorribili, specie alla luce delle recenti operazioni della stazione locale, impegnata in un'accurata opera investigativa. Che ha portato già alla scoperta di alcuni tentacoli. Solo una settimana fa un altro pusher è finito nella rete dei carabinieri. Gennaro Lamberti, 22enne anche lui tossicodipendente, fu fermato in via Pasquale Atenolfi con addosso circa 6 grammi di hashish già suddivisa in un due dosi pronte per lo smercio.

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca

Rifiuti sul sagrato del Santuario di Cava: scatta la polemica dei cittadini

La scarsa sensibilità di alcuni non lascia indenne dal degrado nessun luogo, nemmeno un luogo sacro. A farne le spese, questa volta, è il sagrato del Santuario Francescano di San Francesco d'Assisi e Sant'Antonio da Padova che, dopo l'ennesimo sabato di movida, è stato trasformato in una discarica a...

Cava de' Tirreni: nuovo no al carcere per l'ex vicesindaco Polichetti

Nuovo "no" al carcere per Enrico Polichetti, l'ex vicesindaco Cava de' Tirreni accusato di scambio elettorale politico mafioso. Tre ore, infatti, non sono state sufficienti per confutare "adeguatamente gli ulteriori elementi" prodotti dall'Antimafia. Con queste motivazioni la Corte di Cassazione, come...

Controlli alla movida a Cava, Servalli: «La sicurezza dei nostri giovani è un bene primario»

Nell'ambito dei servizi di prevenzione e controllo del territorio, preordinati dall'amministrazione Servalli, con particolare riguardo ai luoghi e alle attività della movida cavese, a partire dalle 23 di ieri venerdì 23 agosto, e fino a notte inoltrata, è stato svolto una operazione congiunta da parte...

Furgone senza controllo: 77enne salernitano muore schiacciato in Irpinia

Tragedia a Montemarano, dove un 77enne originario di Roccapiemonte, ma residente da anni a Castel San Giorgio, travolto da un automezzo di proprietà di una ditta di fuochi d'artificio di Cava de' Tirreni. L'uomo (M.B. queste le sue iniziali) si era recato nel paese irpino per partecipare allo spettacolo...

Cava, rapina in negozio di abbigliamento: commerciante si vendica sui social

Entra in un negozio per sottrarre un capo d'abbigliamento. Pensa di averla fatta franca, ma la titolare dell'esercizio commerciante pubblica su facebook le immagini delle telecamere di videosorveglianza per incastrarla. A riportare la notizia il quotidiano "Il Mattino". La vicenda è avvenuta in un negozio...