Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 22 minuti fa S. Arsenio diacono

Date rapide

Oggi: 19 luglio

Ieri: 18 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCronacaE' morto l'anziano picchiato

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

E' morto l'anziano picchiato

Scritto da (admin), venerdì 17 ottobre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 17 ottobre 2003 00:00:00

Morire per un parcheggio in sosta vietata, dopo due giorni di agonia. Non ce l'ha fatta Agnello Carrano, l'uomo di 78 anni pestato sotto casa nel vano tentativo di difendere il genero, Giovanni Palmi, coinvolto in una violenta lite con i due proprietari di una ditta di Nocera Inferiore incaricata del servizio di rimozione auto. Dopo due giorni di coma profondo ed un delicato intervento al cervello per l'asportazione del grosso ematoma sotto durale, Agnello ha smesso di lottare. Ieri mattina, si è spento nel reparto di Rianimazione dell'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore. I due presunti responsabili dell'aggressione, già denunciati per lesioni gravissime, ora rischiano l'accusa di omicidio preterintenzionale. Nel pomeriggio di ieri, gli avvocati della famiglia Palmi, Alfonso e Marco Senatore, hanno presentato al magistrato incaricato, Castaniello, la richiesta di procedere con l'autopsia per accertare le cause del decesso: «Vogliamo sapere con certezza se ad ucciderlo sia stato uno schiaffo, un colpo o gli aggressori abbiamo usato un oggetto contundente». Gli esami, che sono stati autorizzati, si svolgeranno nelle prossime ore. Intanto, gli agenti del Commissariato metelliano di Polizia, diretto dal vicequestore Sebastiano Coppola, sono al lavoro da giorni. Nel giro di poche ore dal fatto, anche grazie alla testimonianza di Giovanni Palmi, sono riusciti ad identificare i due uomini originari di Nocera e nella giornata di ieri hanno trasmesso alla Procura l'intero fascicolo, in attesa di nuovi provvedimenti. Gli investigatori, comunque, hanno pochi dubbi su cosa sia accaduto martedì mattina. Giovanni Palmi, dipendente dell'Asl Sa1, aveva parcheggiato la sua auto all'interno dell'ospedale "Umberto I" di Nocera Inferiore in un'area riservata. Poco dopo, secondo la ricostruzione fornita alla Polizia, sarebbe uscito per fare alcune commissioni, ma non avrebbe ritrovato la sua auto. Alcuni passanti gli avrebbero riferito che la vettura era stata prelevata dal carro attrezzi. A quel punto, Giovanni decide di andare a parlare con il proprietario dell'autorimessa, ma al suo posto trova due dipendenti, che non hanno alcuna intenzione di ascoltarlo. Riprende l'auto senza pagare, dicendo loro di annotare la targa e di recapitargli la multa a casa. Giovanni torna in città. Una volta nel suo appartamento, nel palazzo Coppola, in Corso Umberto I, sente il citofono squillare. Sono i suoi due presunti aggressori, che gli chiedono di scendere. Davanti al portone di casa inizia una vibrante discussione, volano anche dei ceffoni. Il suocero Agnello, pensionato, con un passato di impiegato, è in casa. Sente le grida e si precipita in strada con l'intenzione di fare da paciere. Ma ha uno spintone, cade e batte la nuca a terra. Perde conoscenza, viene soccorso ed accompagnato all'ospedale "Santa Maria dell'Olmo", per poi essere trasferito all'"Umberto I" di Nocera. Stando al primo referto medico, l'uomo è in coma profondo. Agnello Carrano viene sottoposto ad una serie di esami diagnostici e poi portato in sala operatoria. L'équipe della divisione di Neurochirurgia, diretta dal dott. Michele Genovese, procede all'asportazione di un grosso ematoma intracranico. Alla fine, però, si rivela tutto inutile: ieri, dopo due giorni di agonia, la morte del povero Agnello Carrano.

LA DIFESA

«E' stata soltanto una fatalità». Si profila l'accusa di omicidio preterintenzionale

«Si è trattato di una tragica fatalità, verificatasi in seguito ad una discussione in cui la persona che è deceduta non era parte in causa. La posizione del mio cliente, al momento, è tutta da definire»: a parlare è Paride Annunziata, avvocato di fiducia di uno dei due nocerini denunciati dalla famiglia Carrano per lesioni personali gravissime. Accusa che ora il pubblico ministero potrebbe anche trasformare in omicidio preterintenzionale in concorso. In concorso perché il presunto responsabile della lite, culminata con la tragedia, non era solo quando si è verificata la discussione. Un episodio tutto da chiarire, che dovrà seguire un lungo iter giudiziario prima di trovare una soluzione. Si partirà con l'autopsia, per accertare le cause del decesso del 79enne cavese Agnello Carrano. La dinamica dei fatti è ancora al vaglio degli investigatori: versioni discordanti, bocche cucite, attesa. E tanta rabbia, amarezza e tristezza da ambo le parti. Il denunciato non può rilasciare dichiarazioni, perché è parte in causa. Dal suo volto traspaiono sofferenza e tristezza. Nella stessa ditta "Real" si respira un'aria inverosimile. Una discussione sfociata in tragedia, che ha colpito e segnato due famiglie. Un episodio mai verificatosi prima.

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Sal De Riso, battaglia legale contro il fratello a tutela del marchio registrato

Se il noto pizzaiolo napoletano Gino Sorbillo ha vinto la sfida del marchio "Sorbillo" dalla sezione imprese del Tribunale di Napoli, che gli ha dato ragione riconoscendogli il diritto a utilizzare il marchio Sorbillo - al di là del fatto che sia il cognome in comune con un parente -, Salvatore De Riso,...

Aggredì ispettore ambientale: condannato giovane cavese

di Livio Trapanese Condannato giovane pregiudicato cavese per aver aggredito, minacciato, profferite frasi con minacce di morte e cagionate lesioni ad un Ispettore Ambientale nel novembre 2017. Nell'autunno dello scorso anno, un Ispettore Ambientale, unitamente ad altro collega, nell'apprestarsi ad intraprendere...

Scassinava distributori automatici delle scuole: quattro anni a 40enne cavese

E' stato condannato a 4 anni di carcere Antonio Vincolo, il 40enne cavese noto come il "ladro seriale di merendine". L'uomo è passato agli onori della cronaca per aver scassinato i distributori automatici di merendine dell'Istituto superiore Filangieri in tre occasioni: 26 e 28 ottobre e 5 luglio 2017....

Omicidio Maiorano: celebrata l'udienza preliminare

di Patrizia Reso Ieri mattina, presso il Tribunale di Nocera Inferiore si è svolta l'udienza preliminare che vede imputato per omicidio Salvatore Siani. Il collegio difensore dell'imputato, avvocati Agostino De Caro e Pierluigi Spadafora, ha presentato richiesta di rito abbreviato "nell'interesse" dell'imputato....

Omicidio Maiorano: udienza rinviata al 23 luglio

È stata rinviata al 23 luglio la prima udienza del processo a carico di Salvatore Siani, il barbiere 48enne di Cava de' Tirreni che lo scorso 22 gennaio uccise, al culmine di un violento litigio, sua moglie, Nunzia Maiorano. Siani è accusato di omicidio volontario premeditato e le prove contro di lui...