Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 50 minuti fa S. Ermanno martire

Date rapide

Oggi: 7 aprile

Ieri: 6 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Isoliamo il virus, le regole da seguire "Tutti insieme" per vincere la battaglia al COVID-19

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaDroga, caccia ai complici di Vitale

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Cronaca

Droga, caccia ai complici di Vitale

Scritto da Il Mattino (admin), lunedì 26 agosto 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 26 agosto 2002 00:00:00

Appoggi malavitosi, contatti tra i pusher dell'Agro, scambi con un giro ristretto di clienti: le indagini sul traffico di droghe leggere non si fermano all'arresto di Raffaele Vitale (nella foto), il 25enne di Santa Lucia incastrato da un sistema di telecamere che lo riprendevano nella piazza Felice Baldi, piazzetta centrale della frazione metelliana, mentre smerciava stecchette di hashish al prezzo di 50 euro l'una, già pronte per essere consumate. Si punta anche ai rapporti con importanti fornitori dell'hinterland nocerino e napoletano, in grado di gestire o procacciarsi un giro di consegne sicure e, «con qualche piccolo intervento», di avere il controllo della zona dello spaccio. Un primo interrogatorio cui è stato sottoposto il giovane Vitale si sarebbe risolto con un nulla di fatto. A fronte delle domande e delle ipotesi formulate dal pm titolare dell'inchiesta, il ragazzo avrebbe a più riprese negato l'esistenza di qualsiasi tipo di legame: la droga, sequestrata insieme agli strumenti da taglio, sarebbe stata destinata ad un uso personale. Una versione ritenuta non credibile dagli inquirenti. Secondo gli investigatori che hanno condotto le indagini, predisponendo lunghi appostamenti e controlli capillari, tra i clienti sono stati individuati giovani e giovanissimi del centro di Cava. Ma non solo. Nell'elenco figurerebbero anche tossicodipendenti di alcuni centri dell'Agro, proprio a ridosso di Cava: da Nocera Superiore a Roccapiemonte, fino a Castel San Giorgio, a pochi chilometri di distanza dalla piazzetta «incriminata», per di più lontana da sguardi indiscreti. A provare la loro identità ci sarebbero le intercettazioni in possesso della Polizia locale e le immagini riprese dalle telecamere, fissate dagli agenti della Squadra Anticrimine. I filmati, in queste ore al vaglio degli esperti, riprenderebbero alcuni contatti tra Vitale ed i suoi giovani clienti. Le loro testimonianze sarebbero state preziose per l'arresto del giovane spacciatore, perché avrebbero suggerito gli orari ed i luoghi degli incontri agli uomini guidati dal vicequestore Sebastiano Coppola. Ora per gli inquirenti conta di più riuscire a risalire ai legami con i cosiddetti «pesci grossi»: gli stessi che, con una mano tesa sui guadagni, danno il loro benestare, fissando la somma della partita da consegnare ed il raggio di azione. Si tratta di riuscire a smantellare, come già fatto in passato, alcuni dei tentacoli. Fu così per l'operazione «Villa Crispi», quando gli agenti della Polizia arrestarono tre minorenni per spaccio di droghe leggere. Ad incastrarli diversi filmati, che li riprendevano in azione tra la zona della «villa vecchia» e la stessa piazza Duomo. Passarono pochi mesi e quegli arresti portarono alla scoperta di importanti legami con la "baby gang Squillace", che, secondo i poliziotti, avrebbe usato i giovani come corrieri. Infine, il colpo a Nocera, con l'arresto del pluripregiudicato Pasquale Sgambato. L'uomo fu arrestato all'interno di un capannone: un vero e proprio arsenale, dove furono ritrovati, insieme ad un grosso quantitativo di droga, anche armi, auto e moto rubate.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

rank:

Cronaca

Coronavirus a Cava de' Tirreni: nuovo cittadino positivo al Covid-19

C'è un nuovo caso di Coronavirus a Cava de' Tirreni. A confermare la notizia è il sindaco Vincenzo Servalli, nel consueto video serale di approfondimento pubblicato su Facebook. Su 13 tamponi effettuati, infatti, uno, purtroppo, è risultato positivo. Salgono, dunque, a 30 i contagi nella cittadina metelliana,...

Morte De Pisapia, Servalli fa chiarezza: «Non ha atteso sei giorni per tampone»

«La richiesta di tampone per il defunto dottore De Pisapia è stata presentata il 24 marzo. Il dottore è stato ricoverato il 27 marzo con esito del tampone positivo. Pertanto è sbagliata la notizia relativa a sei giorni trascorsi in attesa di tampone». Queste le parole del sindaco di Cava de' Tirreni,...

Coronavirus, medico deceduto a Cava e figlia senza tampone: Servalli fa chiarezza

Hanno fatto molto discutere le dichiarazioni della figlia del dottore De Pisapia, il medico di Cava de' Tirreni scomparso nella giornata di ieri a causa del Covid-19. All'indomani della morte del padre, la ragazza aveva sfogato sui social il suo dolore, rivelando di non essere stata sottoposto al tampone...

Covid-19, medico deceduto a Cava. Lo sdegno della figlia: «Aspetto ancora il tampone»

«Oltre il danno anche la beffa, mio padre è morto e devono ancora farmi il tampone». Queste le prima parole della figlia del dottore De Pisapia, il medico di Cava de' Tirreni scomparso nella giornata di ieri a causa del Covid-19. All'indomani della morte del padre, la ragazza ha sfogato sui social il...

Cava piange il dottore De Pisapia: il cordoglio del sindaco Servalli

«Sono giorni infausti quelli che stiamo vivendo e, con profondo dolore, esprimo le mie condoglianze, dell'Amministrazione comunale e della Città, alla famiglia del dottore Antonio De Pisapia ed a tutti i medici di base che stanno combattendo in prima linea contro il covid19». Sono queste le prime parole...