Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Teresa d'Avila

Date rapide

Oggi: 15 ottobre

Ieri: 14 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaDivin Baguette Maiori Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaBlack-out, salvato in extremis un malato cavese

Acquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoCentro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneRistorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGeljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera AmalfitanaLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiMTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - ItaliaIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Cronaca

Black-out, salvato in extremis un malato cavese

Scritto da Il Salernitano (admin), lunedì 29 settembre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 29 settembre 2003 00:00:00

Oltre 12 ore di buio per gli ospedali salernitani ed i pazienti legati ai macchinari salvavita. In questa domenica di black-out, è stata emergenza per le tre Aziende Sanitarie salernitane. La situazione più critica a Cava de' Tirreni, dove nella notte un uomo di 56 anni, Franco Cannavale, affetto da un'insufficienza respiratoria, era a letto legato ad un respiratore elettrico, quando ha visto la spia dell'alimentatore spegnersi ed il suo respiro a poco a poco affievolirsi. È iniziata per lui una corsa disperata contro il tempo. Rimasto attaccato ai tanti tubicini, ha aspettato l'arrivo dei soccorsi. A salvarlo, quando ormai era cianotico, gli operatori del 118, che con un delicato intervento sono riusciti ad alimentare la macchina, dapprima nel tragitto tra il suo appartamento e l'ambulanza, e poi fino all'ospedale "Santa Maria dell'Olmo". Qui, però, l'emergenza non è finita, perché il gruppo elettrogeno (un'apparecchiatura di qualche anno fa) funzionava a scartamento ridotto ed il suo doppione era guasto. Allertata l'unità di crisi dell'Asl Sa1, già al lavoro da qualche ora per garantire il buon funzionamento delle strutture ospedaliere, il problema è stato risolto in via definitiva solo nel pomeriggio, quando gli uomini della Protezione Civile hanno provveduto alla consegna del nuovo gruppo elettrogeno, messo a disposizione dall'Asl Sa1. Necessario l'intervento dei pompieri, che con una gru hanno dovuto calare l'apparecchiatura nei locali seminterrati. Il lavoro è stato coordinato dalla subcentrale di Materdomini, che ha monitorato ad intervalli di due ore, con dispacci telefonici, i cinque ospedali, con un occhio particolare per i reparti dell'emergenza. Salve anche le scorte di vaccino, per le quali è stata disposta la conservazione in celle frigorifere alimentate da generatori di elettricità. Il direttore sanitario Domenico Della Porta, intervenuto insieme ai direttori sanitari delle tre Asl salernitane in un doppio summit convocato a Napoli da Rosalba Tufano, assessore alla Sanità, ha commentato: «L'emergenza è stata gestita senza grossi problemi. Gli ospedali hanno lavorato a pieno ritmo. È stata, inoltre, garantita l'assistenza domiciliare». All'Azienda ospedaliera San Leonardo l'allarme è scattato alle 6, dopo tre ore di black-out: il gruppo elettrogeno ha funzionato senza stop, sebbene si sia decisa l'interruzione momentanea di servizi accessori, come gli ascensori e le luci esterne. Per qualche ora è rimasta in forse anche la Tac. La Prefettura ha provveduto alla distribuzione del gasolio, necessario per l'alimentazione della centrale termica, in tutti gli ospedali della provincia. «Il protocollo predisposto dalla direzione sanitaria e dal manager Pirozzi - ha precisato Luigi Memoli, responsabile Unità crisi - è stato applicato alla lettera ed ha dato ottimi risultati. Un plauso va a tutti gli operatori ed ai tecnici che si sono adoperati senza sosta. Inoltre, abbiamo dato la nostra disponibilità ad accettare pazienti provenienti da altre strutture ospedaliere in difficoltà». Nei Comuni a Sud della provincia l'allarme è scattato poco dopo le 6. Nei quattro ospedali dell'Asl Sa3 (Vallo della Lucania, Polla-Sant'Arsenio, Roccadaspide e Sapri) sono entrati subito in funzione i gruppi elettrogeni in dotazione. Immediata la convocazione dell'Unità di crisi, diretta dal dott. Giancarlo Bellucci, per l'emergenza sanitaria scattata sul treno fermo alla stazione di Capaccio-Paestum. Garantita l'attività operatoria. Al "San Luca" di Vallo della Lucania è giunto in elicottero un paziente di Sorrento, che non aveva trovato posto negli altri reparti di Neurochirurgia della Campania.

IL BLACK-OUT A CAVA

Tante telefonate alla sala operativa, antifurti impazziti, esercizi commerciali in grande difficoltà. L'energia elettrica è tornata alle 13

Gli effetti del black-out che ieri ha colpito tutta l'Italia, mandando in tilt città, ospedali e strutture ricettive, si sono fatti sentire anche nella Valle metelliana, rimasta senza energia elettrica e, soprattutto, senz'acqua. Un brutto risveglio domenicale per i cavesi. Tante le telefonate giunte alla sala operativa da parte dei cittadini metelliani, che, rimasti completamente isolati, a causa anche del mancato utilizzo dei principali strumenti d'informazione, non sapevano cosa fosse successo. Pesanti i disagi. Anche farsi la barba si è rivelata un'operazione praticamente impossibile. E' sembrato di essere di fronte ad una vera e propria apocalissi. Ore 3 della notte tra sabato e domenica: va via l'energia elettrica. È il caos. Nella tranquillità della notte, un buio totale discende sulla Valle. Gli antifurti, installati a protezione degli immobili, cominciano a suonare senza un attimo di pausa. Un continuo scampanellio di suoni disturba la quiete cittadina. Ieri mattina, il Comune di Cava era isolato da tutto e da tutti. La rete aziendale comunale non assicurava i dovuti collegamenti tra i vari componenti dell'apparato comunale responsabile della sicurezza cittadina. L'assessore Laudato, il dirigente Avagliano ed il comandante della Polizia Municipale, Saverio Valio, hanno ritenuto opportuno far rientrare tutte le unità disponibili per fronteggiare al meglio l'emergenza. Summit anche tra il sindaco Alfredo Messina ed il responsabile della Protezione Civile, onde organizzare i primi interventi. Proprio il Nucleo di Protezione Civile ha consegnato un gruppo elettrogeno, che, in mancanza dell'energia elettrica, ha salvato la vita ad una cittadina cavese, che per problemi di salute aveva bisogno delle macchine. Gravi i disagi sopportati dagli esercizi commerciali metelliani aperti nel giorno festivo. Molte pasticcerie, ad esempio, non hanno potuto, per problemi logistici, assicurare i loro prodotti alla clientela. Situazione di nuovo normale, o quasi, a partire all'incirca dalle 13, quando l'energia elettrica, anche con un certo anticipo rispetto alle città limitrofe, è tornata nelle case dei cittadini cavesi.

rank:

Cronaca

Paura a Cava de' Tirreni: cede cornicione della Mediateca

Cedimento alla Mediateca di Cava de' Tirreni. Giovedì sera, poco dopo le 21, un cornicione è finito nella piccola traversa Parisi dove ci sono già da ben dieci anni una serie di transenne per delimitare l'area a rischio. Come riporta "Il Mattino" oggi in edicola l'episodio non ha provocato feriti. Un...

Cava de' Tirreni, gare di moto e spaccio a via Sorrentino: residenti esasperati

Gare notturne di moto, musica ad altissimo volume, alcool e consumo di stupefacenti si verificherebbero tutti i giorni, dalle 18 alle 3 di notte a Cava de' Tirreni, più precisamente in via Andrea Sorrentino. Questo è quanto denunciano 23 residenti della zona, sempre più esasperati da questa situazione,...

Cava de' Tirreni, torna in azione la banda della truffa dello specchietto

Torna a colpire la banda dello specchietto a Cava de' Tirreni. Numerose segnalazioni stanno arrivando in questi giorni su tre uomini, a bordo di una macchina bianca, che cercano, con o senza successo, di truffare i cittadini cavesi. Il modus operandi è ampiamente noto, ma lo ripetiamo. Solitamente il...

Omicidio Maiorano: Nunzia uccisa da Salvatore per una carezza rifiutata

Uccisa dal marito per una carezza rifiutata. È questa l'ultima rivelazione sulla morte di Nunzia Maiorano, la 41enne di Cava de' Tirreni uccisa a coltellate lo scorso 22 gennaio dal marito Salvatore Siani. Questa ed altre informazioni arrivano dal gip Gustavo Danise, riportate su "La Città". «Siani possedeva...

Malore improvviso in strada, Cava dice addio a Biagio Ferrigno (Biagin 'o pazz)

Nel tardo pomeriggio, mentre stava camminando lungo l'arteria stradale di via Filangieri, un uomo è stato colto da infarto fulminante cadendo rovinosamente al suolo. Prontamente accorsi sul posto, i soccorritori della Croce Bianca non hanno potuto far altro che accertarne il decesso. Si tratta di Biagino...