Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 13 ore fa S. Agnese vergine

Date rapide

Oggi: 21 gennaio

Ieri: 20 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Petrillo Abbigliamento augura Buona Natale a tutti i lettori de Il Portico e de Il Vescovado e vi aspetta a Contursi Terme con le sue migliori offerte di Natale

Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana I Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità"Vittime del bullismo non restate in silenzio"

La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

"Vittime del bullismo, non restate in silenzio"

Scritto da (admin), lunedì 12 luglio 2010 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 12 luglio 2010 00:00:00

La noia ed il desiderio di essere sempre di più al centro dell’attenzione sono alla base degli episodi di bullismo che caratterizzano la vita degli adolescenti. Il bullismo è diventato un vero e proprio modus vivendi, una forma comportamentale che trova il suo terreno fertile nelle scuole ed anche nei mezzi di uso quotidiano dei giovani, social network e youtube.

Il bullo è colui che ha bisogno di attenzioni, che vengono ricercate mediante atteggiamenti atti a prevaricare la libertà degli altri e, in particolar modo, quella di soggetti più deboli e che non vengono aiutati. Il rischio è quello che vengono commessi danni a livello sia fisico che morale, perché ogni persona ha una propria sensibilità ed un atto di gratuita cattiveria, o un gioco spintosi oltre, potrebbe avere delle gravi ripercussioni sulla persona che ne è stata vittima.

L’accento va posto sul dovere di parlare di ciò nelle scuole, nelle parrocchie, nelle case. Il fenomeno del bullismo ha grande eco nelle scuole e coinvolge tutti, ragazzi e ragazze. Basti pensare a quanto accaduto in una scuola di Genova, in cui un gruppetto di studentesse ha vessato e malmenato una loro coetanea in quanto ritenuta “troppo bella”. Il consiglio che mi sento di dare ai ragazzi è quello di parlare, di confidarsi, con i propri genitori o anche con i propri insegnanti. Noi stessi abbiamo assistito a veri e propri comportamenti criminosi di questo tipo da parte di moltissimi ragazzini.

A dimostrazione di quanto il bullismo stia ormai dilagando, è significativo ricordare i tanti video informativi di grandissimo impatto, in cui vengono rappresentate delle reali situazioni di bullismo e di pedofilia, mediante l’utilizzo del mondo informatico. E’ infatti accertato che il mondo televisivo, con la sua varietà di chat, blog, social network e via dicendo, rappresenti un’esca succulenta per malintenzionati.

Dietro nickname e maschere virtuali, i giovani navigando in Internet rischiano di incappare in soggetti che, mentendo sulla loro identità, hanno mire criminose ben precise. Per questo, tra le indicazioni che ci sentiamo di dare, vi è anche quella di conservare in tutti i modi la propria privacy, evitando di immettere in rete i propri dati personali, le proprio foto o i propri video senza alcun tipo di protezione.

Ho avuto spesso a che fare con ragazzi giovanissimi che hanno avuto difficoltà a parlare di ciò che di strano stava avvenendo loro durante la navigazione in Internet. Il mio consiglio è quello di uscire sempre allo scoperto e di denunciare ad un adulto fidato quanto accade. Non bisogna mai fare l’errore di tenersi tutto dentro. Sono, purtroppo, ahimè troppo pochi ad impegnarsi per informare i giovani ed i loro genitori. Ci sono ragazzi tra i 12 ed i 17 anni che distruggono per noia, che perseguono compagni per divertimento puro e per sancire la propria supremazia sugli altri: questo è il bullismo.

Da una recente ricerca è emerso che più del 50% degli studenti delle scuole medie ha dichiarato di aver subito violenza, verbale e/o fisica, da parte di qualche coetaneo, anche all’interno delle stesse mura scolastiche. Spesso i bulli uniscono prepotenze di diverso tipo (20,9%); in particolare offese ripetute (28,7%), scherzi pesanti ed umiliazione (25,9%), isolamento (24,6%), calci, botte e pugni (21,7%). La scena di prevaricazione è soprattutto la scuola (51,8%), in classe (52,8%), in altri luoghi chiusi e meno sorvegliati, come palestre e corridoi (29,2%), nel tragitto tra casa e scuola.

Per quanto concerne il versante del cyber bullismo, il fenomeno è altrettanto allarmante: nel 5,8% dei casi vengono fatte riprese e diffuse umiliazioni tramite cellulare, nel 5,2% insulti inviati via sms o email. Tra le Regioni più colpite dal fenomeno rientrano la Lombardia e la Campania, ma risulta che il bullismo è più diffuso nei centri di piccole dimensioni: il 46,5% di segnalazione viene da famiglie che vivono in città con meno di 30mila abitanti.

I genitori ne sono pure a conoscenza nella stragrande maggioranza delle volte, perché il ragazzo ha trovato il coraggio di confidarsi e questo è avvenuto nel 77,8% dei casi. I motivi che spingono i giovani studenti a comportarsi da bulli chiamano in causa la famiglia d’origine e, non a caso, proprio il coinvolgimento delle famiglie è considerato (47,1%) una soluzione al problema. Oltre alla scuola che già fa abbastanza.

Avv. Alfonso Senatore

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava, assessore Senatore: «Quasi raggiunto l'obbiettivo "Campi Zero"»

Si trasferirà nei prossimi giorni presso gli alloggi provvisori dell'ex Acismom, l'ultima occupante di un prefabbricato nel campo di Pregiato. Tutti gli altri campi sono praticamente svuotati, restano solo pochi occupanti abusivi, senza alcun titolo, che in questi giorni stanno lasciando i prefabbricati...

Il cellulare torna in classe: ecco le 10 regole della Fedeli

Dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca via libera all'utilizzo responsabile degli strumenti digitali nella didattica. Già quale tempo fa, il ministro Fedeli aveva annunciato che una commissione costituita ad hoc avrebbe studiato delle linee guide su come utilizzare virtuosamente...

Forum dei Giovani Cava de' Tirreni: il bilancio dopo 2 anni di attività

Si è tenuto stamattina, 19 gennaio, l'incontro con la stampa dell'Assessore alle Politiche giovanili, Paola Moschillo e del Presidente Benito Ventre ed alcuni componenti del direttivo, sulle attività svolte dal Forum dei Giovani. «Sono stati due anni intensi - afferma il presidente Ventre - ma anche...

Cava 5 stelle. Libro bianco: «Petizione per odori nauseabondi di Via G.Maiori»

Da anni, si susseguono segnalazioni, esposti, comunicati stampa, chiamate ai vigili urbani per gli insopportabili odori che esalano dalle acque del torrente Petraro affluente, in sinistra idraulica, della Cavaiola nella zona nord della città a ridosso di via Gaudio Maiori. In merito a questa questione,...

SMS e messaggi Whatsapp sono prove documentali

Con la sentenza numero 1822/2018, la quinta sezione penale della Suprema Corte di Cassazione sancisce che i messaggi Whatsapp e gli SMS ricevuti sul cellulare sono da considerarsi come prova documentale ai sensi dell'articolo 234 del codice di procedura penale che recita: «1. È consentita l'acquisizione...