Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Giacomo martire

Date rapide

Oggi: 22 aprile

Ieri: 21 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniAttualitàUna testimonianza diretta... dall'apocalisse

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Attualità

Una testimonianza diretta... dall'apocalisse

Scritto da Lello Pisapia (admin), martedì 11 settembre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 11 settembre 2001 00:00:00

No, non ce la sentiamo proprio di esprimere un commento. Del resto, si è già detto tutto ed il contrario di tutto; già tante ipotesi sono state formulate e tante prospettive ipotizzate; per tanti giorni ancora sentiremo questo o quel "dotto" pronto a spiegarci il perché, le motivazioni psicologiche, le segrete rivendicazioni alla base di tanta follia. Ed allora noi preferiamo restare in silenzio, anche per rispetto nei confronti delle migliaia di vittime e di tutti coloro che, direttamente o indirettamente, sono rimasti coinvolti in una tragedia dalle cifre e dai contorni ancora indefiniti. Abbiamo deciso, però, di pubblicare una terribile testimonianza, giunta in redazione via posta elettronica alle 17.00 di martedì 11 settembre, a meno di due ore, cioè, dall'inizio degli attacchi terroristici. Certo, ci sono notizie ed indicazioni che poi tutti i giornali ed i telegiornali hanno ripreso, ma nessuno mai potrà riportare l'emozione, la preoccupazione ed il terrore di chi ha vissuto la vicenda non da semplice spettatore. Ed allora, lasciamo spazio alle parole del nostro amico Paolo...

 

LA TESTIMONIANZA DI PAOLO

"I pompieri hanno rinunciato a cercare di combattere le fiamme: questo dice già molto. Nelle due torri lavorano oltre 50000 persone. Quando il primo aereo ha colpito la prima, la seconda NON e' stata evacuata per evitare di avere i lavori di soccorso intralciati da 25000 persone. Questo significa che solo chi stava ai piani inferiori è (forse) riuscito ad evacuare. Adesso le torri sono crollate: è devastante.

Mia moglie lavora a Manhattan e stanno evacuando tutti gli uffici. Lei sta cercando di attraversare il fiume con un traghettino. Spero ce la faccia, se no non so dove potrà andare. A casa no, perché è proprio vicino alle torri. Aspetto sue notizie in qualche modo. Se non chiama la raggiungo (provo) dove so che sta cercando di andare. Manhattan si sta svuotando: è il caos nelle strade, anche perché tutti i ponti ed i tunnel per uscire dalla città sono chiusi e quindi l'unica cosa che si può fare è andare a nord. I telefoni sono saltati e non c'è modo di comunicare. Anche i cellulari sono bloccati.

Altri attacchi sono in corso in altri punti del paese. Jet militari volano sulla città. Aereoporti chiusi, voli in arrivo in USA tutti dirottati in Canada o Messico. L'Air Force One con Bush è in volo, scortato da jet militari, dalla Florida ad una località segreta.

Auto bomba al Dipartimento di Stato a Washington, altro aereo caduto sul Pentagono, fortunatamente ha colpito il parcheggio prima dell'edificio, ma ci sono morti ugualmente. Un incendio è riportato al Congresso.

Voi non avete idea della furia di questo attacco e della furia della reazione che seguirà. Qua ci sarà una guerra vera e propria. A Washington sembra che la situazione sia più tranquilla, ma non ho altre notizie. Ci sentiamo dopo".

 

Nella serata di mercoledì 12 settembre è giunto in redazione il secondo messaggio da parte dell'amico Paolo. Leggiamolo insieme...

"Ieri sera io e mia moglie siamo rimasti a dormire da amici in New Jersey, lontano da Manhattan. Questa mattina, dopo circa 4 ore d'auto, siamo tornati a casa. La situazione è folle e le emozioni che si vivono sono pazzesche. Scrivo anche perché è un modo per sfogarsi, non lo nascondo. Arrivati a Manhattan da Harlem, la prima cosa che colpisce è che sembra di essere in un paese di provincia la mattina dopo natale: il deserto, tutto chiuso, niente auto, poche persone per strada. Continuiamo verso sud, verso casa nostra (viviamo sulla 10ma strada, al di sotto del blocco per consentire ai soccorsi di andare alle torri). La 5a strada, la via Roma di NY, con pochissime auto e tutti i negozi chiusi, è una strada dritta, al cui fondo svettavano le 2 torri. Adesso c'è una colonna di fumo: io e Tatiana proviamo una sensazione fisica di sgomento, un colpo allo stomaco. Arrivati alla 14ma, dobbiamo parcheggiare: si può solo camminare verso sud. Vediamo, per la prima volta da quando siamo in USA, mezzi militari in giro: camion con enormi bulldozer per smuovere le macerie, autobotti col carburante, jeep hammer, camion per truppe. Camminiamo verso casa e le strade sono deserte; la gente è stranita e non parla, si guarda per terra. Turisti comprano cartoline di NY con le due torri ancora in piedi; giornali esauriti e comunque non consegnati sotto la 36ma strada. Le torri non ci sono - le torri non ci sono: è incredibile. Il vuoto fisico, in volume, spazio, che lasciano è enorme. Siamo tutti straniti e ce ne renderemo conto solo tra settimane che è successo qualcosa di incredibile. E poi tutti quei morti... saranno molte migliaia, più che a Pearl Harbor, più che nello sbarco in Normandia. Non ci si crede. Compriamo cibo, ma latte, pane e acqua non ci sono più; frutta e verdura solo in scatola.

Finalmente a casa. Cnn subito e apprendiamo che hanno già identificato un paio di terroristi degli Emirati Arabi Uniti. Il generale Schwarzkopf suggerisce di dare un ultimatum di 48 ore ai paesi arabi che ospitano Bin Laden, affinché lo consegnino agli Usa, se no è guerra. Vedremo che capita. Stanno procedendo molto in fretta con le indagini, ma (speriamo) coi piedi di piombo.... non sembra stiano traendo conclusioni, per ora. Più persone ci chiedono notizie di amici e conoscenti qua a NY. Non sappiamo, nessuno sa. Non c'è modo di sapere, per ora, ma su www.foxnews.com c'è un elenco dei numeri utili, anche per parenti e amici che vogliono notizie. Potete provare a chiamare direttamente. Altre domande: i soccorsi sono stati molto tempestivi. Adesso che le fiamme sono quasi domate, si stanno estraendo i (pochi) superstiti dalle macerie. Cosa si può fare? Nulla, solo pregare. Cosa faremo oggi? Andiamo a donare il sangue e vediamo se hanno bisogno di volontari da qualche parte (ospedali, rifugi, altro). Grazie per l'enorme numero di e-mail di solidarietà che avete mandato".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Attualità

Si infortuna in smart working e viene risarcita con 20mila euro: la vicenda fa discutere

Cade dalle scale mentre è in smart working e viene risarcita di 20mila euro. Possiamo riassumere così la vicenda che ha per protagonista una impiegata amministrativa di un'azienda metalmeccanica di Treviso. Lo scorso settembre, la 50enne scivolò in casa procurandosi diverse fratture. Come scrive Il Gazzettino,...

Col Covid e in isolamento: a Cava de' Tirreni residenti usano paletti contro sosta incivile

Paletti in legno per impedire agli incivili la sosta auto. Potremo riassumere così il singolare espediente che hanno pensato alcuni cittadini di Cava de' Tirreni - costretti all'isolamento domiciliare perché positivi al Covid-19 - per impedire ad alcuni incivili di sostare l’auto in luoghi magari ostruire...

Cava de' Tirreni, vaccini esauriti al Centro San Francesco: anziani rimandati a casa

Ancora disagi e difficoltà nel centro vaccinale allestito al Convento di San Francesco di Cava de' Tirreni. Attraverso i social, i cittadini segnalano, ancora una volta, il mancato arrivo dei vaccini nel centro metelliano. Il racconto di una cittadina: «Oggi mia madre, di anni 73, si è recata presso...

Cava de' Tirreni: Comune rispolvera il progetto del parcheggio San Francesco

Il Comune di Cava de' Tirreni ha deciso di rispolverare il vecchio progetto riguardante la riqualificazione di tutta la piazza antistante il convento di San Francesco e Sant'Antonio. Lo rivela una nota del Partito Socialista Italiano - sez. Cava de' Tirreni. Se ne sta occupando l'assessore all'urbanistica,...

A Cava de' Tirreni prende vita la Cittadella della Carità, ieri la firma del protocollo di intesa

Firmato ieri il protocollo di intesa propedeutico all'inaugurazione della Cittadella della Carità di Cava de' Tirreni, alla presenza dell'Arcivescovo di Cava-, Sua Eccellenza Monsignor Orazio Soricelli, dell'on. Franco Picarone, consigliere regionale, del Presidente della Caritas don Francesco Della...