Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Giacomo martire

Date rapide

Oggi: 22 aprile

Ieri: 21 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniAttualitàPmi: 180 miliardi per l'innovazione

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Attualità

Pmi: 180 miliardi per l'innovazione

Scritto da Il Denaro (admin), domenica 7 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento domenica 7 ottobre 2001 00:00:00

Scade venerdì 19 ottobre il termine per chiedere i contributi relativi all'avvio di nuove imprese o all'innovazione di imprese recentemente costituite, operative nel campo delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni. La somma a disposizione, secondo quanto previsto dalla Finanziaria 2001 (legge n. 388/2000 art. 103), è di 180 miliardi di lire, provenienti dalla gara per l'assegnazione delle licenze Umts. Di tale somma, 140 miliardi di lire saranno destinati allo sviluppo di imprese costituite da meno di tre anni ed i restanti 40 miliardi alla promozione ed assistenza tecnica per l'avvio di nuove imprese. Le modalità per la richiesta degli incentivi sono contenute in un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 142/2001. Per concorrere all'assegnazione dei fondi le imprese già esistenti devono essere società di capitali, costituite da non più di tre anni dalla data di richiesta degli interventi. I soggetti proponenti devono dimostrare, inoltre, la capacità di far fronte agli impegni finanziari previsti dal programma. Le proposte devono riguardare lo sviluppo di prodotti e servizi nel campo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, con particolare riferimento alle applicazioni di rete (web application), al software innovativo, allo sviluppo dei contenuti multimediali ed alla formazione interattiva a distanza. Per l'attuazione dei progetti è prevista la concessione di anticipazioni a soggetti intermediari, rappresentati da banche e società finanziarie per l'innovazione e lo sviluppo, accreditati dal Ministero delle Attività Produttive. Le anticipazioni sono concesse per il 50% dell'ammontare complessivo delle partecipazioni, ed in ogni caso non possono superare i 4 miliardi di lire per ogni singola iniziativa. L'acquisizione delle partecipazioni al capitale di rischio avviene attraverso la sottoscrizione di azioni o quote sociali di minoranza, di nuova emissione, non inferiore al 20% del capitale sociale. La cessione delle azioni deve avvenire entro sette anni dalla data di acquisizione. I progetti di promozione, assistenza tecnica e avvio di imprese innovative, in particolare nel campo delle tecnologie informatiche e delle telecomunicazioni, possono essere presentati da università, enti di ricerca oppure organismi da essi promossi e comunque partecipati dai medesimi soggetti in misura complessiva non inferiore al 25%. Se al momento della presentazione del progetto il soggetto non è ancora costituito, il programma dovrà essere presentato da un soggetto promotore, delegato formalmente da tutti i soggetti che faranno parte della compagine sociale che andrà a costituirsi (ovviamente, in questo caso dovranno essere fornite tutte le informazioni necessarie a verificare il possesso dei requisiti richiesti). Al soggetto promotore potrà essere chiesto di fornire adeguate garanzie in fase di accreditamento delle risorse, anche attraverso il ricorso ad apposita garanzia fideiussoria (bancaria od assicurativa) di importo corrispondente. Questi dovrà, inoltre, dimostrare preventivamente di possedere (o essere in grado di disporre di) risorse professionali e tecniche necessarie alla gestione ed al controllo del progetto. Non è consentito delegare a terzi o subappaltare la gestione e la responsabilità del progetto, ma è concessa la possibilità di avvalersi di strutture esterne per la realizzazione di alcune sue fasi. Cinque sono le categorie di azioni ammissibili a finanziamento. È importante ricordare che il costo di eventuali azioni che prevedano la concessione di aiuti diretti alle imprese (questa ipotesi è possibile solo se le imprese sono piccole e medie) non può superare il 30% del costo totale del progetto; quello delle attività di progettazione, gestione e monitoraggio del progetto non può superare il 5% delle spese totali. Il costo complessivo dell'iniziativa deve essere compreso in 5 miliardi di lire ed i destinatari dell'azione devono contribuire in proprio alla realizzazione dei singoli interventi.

La valutazione dei progetti sarà effettuata in base ai seguenti criteri:

- qualità del progetto, giudicata in base al livello di innovatività dell'intervento, al grado di partecipazione finanziaria del soggetto proponente ed agli interventi volti a realizzare i risultati di ricerche (massimo trenta punti);

- caratteristiche del soggetto proponente, individuate in base alla struttura organizzativa dedicata alla realizzazione del progetto, alle figure professionali coinvolte, all'esperienza nel settore di intervento, al numero di università ed enti di ricerca coinvolti (massimo cinquanta punti);

- impatto sui destinatari, in relazione alla loro operatività (anche territoriale) nel campo delle tecnologie (massimo venti punti).

I rapporti tra il Ministero delle Attività Produttive e i soggetti attuatori selezionati saranno regolati da un'apposita convenzione, che stabilirà, tra l'altro, le modalità di trasferimento delle risorse. All'atto della stipula della convenzione il Ministero verserà un acconto al soggetto attuatore pari al 15% dello stanziamento. I pagamenti intermedi, fissati in numero e tempi sulla base dell'attuazione del progetto, saranno effettuati dal Ministero sulla base di apposite domande predisposte dal soggetto attuatore, con riferimento a spese effettivamente sostenute e documentate, fino al 95% delle risorse stanziate. Il pagamento a saldo, infine, viene eseguito previa presentazione di apposita relazione finale di esecuzione.

Le richieste di contributo dovranno essere presentate entro venerdì 19 ottobre, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno e secondo la modulistica standard prevista dal ministero, al seguente indirizzo: Ministero dell'Industria, del Commercio e dell'Artigianato Dg.C.I.I. - Via del Giorgione 2b - 00147 Roma. Sulla busta dovrà essere riportata la dicitura: «Progetti per l'attuazione degli interventi di cui all'art. 1, comma 1, lettera a) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 28 marzo 2001». Alla domanda di finanziamento dovrà essere allegata una presentazione del soggetto proponente (con particolare riguardo alla struttura organizzativa e all'esperienza maturata nel settore di riferimento) e del progetto (con l'indicazione del tipo di azioni da intraprendere, delle motivazioni alla base dell'intervento, del contesto di riferimento e della relativa analisi dei suoi punti di forza e di debolezza, degli obiettivi e delle finalità da perseguire, della durata dell'intervento, dei risultati attesi, e con la descrizione analitica degli aspetti, sia gestionali che tecnici, legati all'attuazione dell'intervento). Una tabella finanziaria dovrà, infine, indicare il costo totale (ripartito per anni) della quota a carico dei privati e della quota pubblica.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Attualità

Si infortuna in smart working e viene risarcita con 20mila euro: la vicenda fa discutere

Cade dalle scale mentre è in smart working e viene risarcita di 20mila euro. Possiamo riassumere così la vicenda che ha per protagonista una impiegata amministrativa di un'azienda metalmeccanica di Treviso. Lo scorso settembre, la 50enne scivolò in casa procurandosi diverse fratture. Come scrive Il Gazzettino,...

Col Covid e in isolamento: a Cava de' Tirreni residenti usano paletti contro sosta incivile

Paletti in legno per impedire agli incivili la sosta auto. Potremo riassumere così il singolare espediente che hanno pensato alcuni cittadini di Cava de' Tirreni - costretti all'isolamento domiciliare perché positivi al Covid-19 - per impedire ad alcuni incivili di sostare l’auto in luoghi magari ostruire...

Cava de' Tirreni, vaccini esauriti al Centro San Francesco: anziani rimandati a casa

Ancora disagi e difficoltà nel centro vaccinale allestito al Convento di San Francesco di Cava de' Tirreni. Attraverso i social, i cittadini segnalano, ancora una volta, il mancato arrivo dei vaccini nel centro metelliano. Il racconto di una cittadina: «Oggi mia madre, di anni 73, si è recata presso...

Cava de' Tirreni: Comune rispolvera il progetto del parcheggio San Francesco

Il Comune di Cava de' Tirreni ha deciso di rispolverare il vecchio progetto riguardante la riqualificazione di tutta la piazza antistante il convento di San Francesco e Sant'Antonio. Lo rivela una nota del Partito Socialista Italiano - sez. Cava de' Tirreni. Se ne sta occupando l'assessore all'urbanistica,...

A Cava de' Tirreni prende vita la Cittadella della Carità, ieri la firma del protocollo di intesa

Firmato ieri il protocollo di intesa propedeutico all'inaugurazione della Cittadella della Carità di Cava de' Tirreni, alla presenza dell'Arcivescovo di Cava-, Sua Eccellenza Monsignor Orazio Soricelli, dell'on. Franco Picarone, consigliere regionale, del Presidente della Caritas don Francesco Della...