Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Paolino vescovo

Date rapide

Oggi: 22 giugno

Ieri: 21 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniAttualitàLa realtà della Curva

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Attualità

La realtà della Curva

Scritto da Lello Pisapia (admin), giovedì 6 luglio 2000 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 6 luglio 2000 00:00:00

Impenetrabile, passionale, violenta, suggestiva: è la realtà della Curva, quella del tifo più caldo. Gli ultrà come dodicesimo giocatore in campo, oppure gli ultrà come un pericolo costante: un rapporto delicato, che ha spesso sollevato interrogativi e perplessità. «C'è gente che spesso vive all'interno di questi gruppi per avere il potere nei confronti degli altri allo stadio, classico fenomeno da leader sottoculturale, da leader con valori distorti. Io conto di più perché ho più peso nei confronti della società, dei giornalisti, metto più paura»: sono le dure parole del noto giornalista Michele Plastino. Con questa visione la Curva diventa una bomba pronta ad esplodere in qualsiasi momento, alla minima scintilla. Ma, in realtà, come ragiona un ultras? Come agisce e perché decide un estremista del tifo: per passione del calcio, per gli amici, per passare le domeniche o per essere protagonista nei confronti di una società che lo vede ai margini, senza un ruolo ben preciso? Tutti interrogativi ai quali non si è mai riusciti a dare risposte definitive. Il dato storico ha uno strabiliante spessore: ci sono 47 anni di storia del movimento ultras. Ad essere sinceri, non è facile collocare storicamente la nascita degli ultras. Esistono due filoni all'interno della storiografia del tifo: c'è chi considera come punto di inizio la fondazione dei "Fedelissimi Granata" a Torino nel 1951; altri, invece, prendono, come data pionieristica di base, la nascita della "Fossa dei Leoni" del Milan nel 1968, primo gruppo ultras in senso lato, con i requisiti "psicosomatici" riscontrabili ancora oggi. Di certo, tra il 1951 ed il 1968 ci sono diciassette anni di "vuoto" creativo, ma proprio in questo arco di tempo, apparentemente fiacco ed avaro, il "tifo" trova il terreno fertile e le condizioni sociali per attecchire e svilupparsi gradualmente. Rilevante in questi anni è il motto dei tifosi sampdoriani: "Uniti Legneremo Tutti i Rossoblu a Sangue", le cui iniziali formano appunto il nome ULTRAS. Da allora sino ad oggi il movimento ha avuto numerosi cambiamenti, derivanti anche da episodi toccanti che ne hanno messo in serio pericolo l'esistenza: la tragedia dell'Heysel, la morte di Paparelli a Roma, di Colombi a Bergamo (in quell'occasione, per la prima volta nella storia del movimento, la domenica successiva tutte le Curve di A e B si unirono in un unico striscione: "LA MORTE E' UGUALE PER TUTTI"), l'omicidio di Spagnolo a Genova, che ha dato luogo al fenomeno dei raduni ultras, per non parlare, poi, dei vari tafferugli ed agguati domenicali, tutti derivanti da antiche rivalità geografiche, di blasone o di ciò che il prof. Roversi definisce "sindrome del beduino". Tutti casi importanti, che occorrerebbe analizzare per vedere qual é il meccanismo alla base degli ultras e che li fa vedere distanti dal resto dei cittadini comuni. Per capire come avvengono certi episodi bisogna compenetrarsi in essi, cercando un coinvolgimento totale, mettendo da parte il ruolo che la società quotidianamente ci offre. Con questa rubrica cercheremo di addentrarci in un mondo bombardato da più parti, anche perché non sempre si ha la volontà di capirlo ed analizzarlo a fondo. Chiunque può intervenire in merito con considerazioni, opinioni e storie di vita, inviando e-mail che saranno pubblicate e commentate.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Attualità

Cava de' Tirreni: dal 1° luglio parte piano Antincendio Boschivo

Da giovedì 1° luglio e fino al 30 settembre sarà attivo a Cava de' Tirreni il servizio AIB (Antincendio Boschivo), e Monte Castello sarà la postazione strategica, al centro della valle, dalla quale i volontari armati di binocolo e ricetrasmittente, terranno sotto controllo tutto il territorio comunale....

Aleida Guevara a Cava de' Tirreni: «Cuba farà la propria parte per la solidarietà internazionalista»

Nella giornata di ieri, 21 giugno, la dottoressa Aledia Guevara, figlia di Ernesto "Che" Guevara, ha visitato Cava de' Tirreni, passando per il Giardino della Resistenza nella Villa Falcone-Borsellino e intrattenendosi poi presso il Palazzo di Città. L'incontro è stato possibile grazie all'Associazione...

Gli legano le zampe, poi gli sparano in testa: Dios salvato dai volontari del canile di Cava de' Tirreni

Gli hanno legato le zampe con le fascette, poi gli hanno sparato alla testa. Dios doveva morire per mano del suo padrone, la persona che più amava al mondo, e invece, per miracolo, è riuscito a sopravvivere grazie all'aiuto dei volontari del canile di Cava de' Tirreni. «Per fortuna ti sei salvato, qualcuno...

A Cava de' Tirreni la protesta di “Salerno Animal Save” contro lo sfruttamento animale

Sabato scorso, 19 giugno, gli attivisti e le attiviste della sezione di Salerno del movimento internazionale per la liberazione degli animali "Animal Save" sono scesi in Piazza Duomo a Cava de' Tirreni per mostrare alle persone cosa avviene agli animali prima di diventare prodotti presenti quotidianamente...

Cava de' Tirreni, Busitalia sopprime la corsa della linea 4: disagi e polemiche

A Cava de' Tirreni è polemica per la decisione di Busitalia Campania di sopprimere la corsa mattutina della storica linea 4, quella che alle cinque del mattino partiva da Pompei per raggiungere il termine corsa di Salerno. A farsi portavoce dei malumori dei cittadini è il Partito Comunista cavese: «La...