Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 28 minuti fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualità‘La Giunta Bassolino vuol farci perdere 20 milioni di euro'

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

‘La Giunta Bassolino vuol farci perdere 20 milioni di euro'

Scritto da La Redazione (admin), venerdì 3 ottobre 2003 00:00:00

Ultimo aggiornamento venerdì 3 ottobre 2003 00:00:00

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa di Gianpio De Rosa, consigliere provinciale di Forza Italia, che si sofferma su quella che potrebbe diventare l'ennesima, imperdonabile occasione persa. Una serie di paradossi, logici e burocratici, rischia in sostanza di mandare in fumo circa 20 milioni di euro, assegnati a 25 Istituti superiori della provincia di Salerno per l'organizzazione e la gestione di corsi di formazione professionale. Con l'ulteriore aggravante di circa 100 cattedre, pronte per essere assegnate tramite un bando pubblico, che rischiano di saltare. E con un terribile sospetto: che il tutto alla fine sia "ordito" per favorire i privati. Un sospetto che la Regione Campania, sul banco degli imputati unitamente al Formez, è chiamata a dissipare nei fatti. Una denuncia, quella di Gianpio De Rosa, condivisa finanche da Pasquale Stanzione, assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, appartenente allo stesso schieramento politico della Giunta Bassolino. Ma adesso lasciamo la parola direttamente a Gianpio De Rosa. Ecco il suo comunicato stampa...

«A differenza di quanto avveniva in passato, oggi anche gli Istituti di istruzione secondaria (Licei, Istituti Tecnici, etc.) hanno l'opportunità di organizzare e gestire corsi di formazione professionale.

Tuttavia, nonostante ben 25 Istituti scolastici superiori della provincia di Salerno hanno chiesto ed ottenuto dalla Regione Campania tale possibilità, essi potrebbero di fatto non accedere ai contributi, subendo perdite pari a circa 20 milioni di euro.

Partiamo daccapo. Le Province, alle quali quattro anni fa è stata trasferita la competenza sugli Istituti di istruzione secondaria (la Provincia di Salerno ne ha ereditati ben 120!), devono per legge dare luogo alla definitiva messa in sicurezza di tali edifici scolastici entro dicembre 2004 (ma già si parla di un'ulteriore proroga al 2006).

Fino a quella data, sempre secondo la legge, queste scuole possono regolarmente svolgere (come svolgono) l'ordinaria attività didattica sulla scorta di un nulla osta provvisorio.

Senonché, questa autorizzazione, ad avviso del Formez, l'organismo indicato dalla Regione quale ente gestore dei corsi di formazione professionale, non rappresenta una valida certificazione di sicurezza.

Veniamo ai fatti. Nelle scorse settimane il Formez inviava alle scuole salernitane la richiesta di documentazione per accedere ai fondi stanziati, documentazione riguardante appunto la sicurezza degli edifici ed il loro adeguamento alle norme di sicurezza.

Di fronte a tale richiesta, gli Istituti, attraverso la Provincia di Salerno, precisavano alla Regione di essere sprovvisti di tali certicazioni, essendo essi in possesso soltanto di regolari nulla osta provvisori. Lo stesso Palazzo S. Agostino, nel contempo, nel tentativo di salvaguardare gli stanziamenti, si assumeva ogni responsabilità tecnica in materia di sicurezza.

Ma a nulla è valso tale tentativo. Esso, infatti, non è stato ritenuto convincente dal Formez.

Il paradosso: gli stessi istituti che possono ospitare, per la legge, così tanti studenti ogni mattina, non possono, per la Regione Campania, accogliere i pochi adulti nel pomeriggio per i corsi di formazione professionale.

Perdendo i soldi, si perde la possibilità di assegnare nella nostra provincia cattedre a circa 100 docenti, scelti attraverso un bando pubblico, e formazione professionale a più o meno 1200 allievi, per non parlare dei mancati incassi da parte degli Istituti scolastici.

Un caso emblematico è quello del Liceo Scientifico di Cava de' Tirreni: l'Istituto ha ottenuto, grazie alla bontà dei progetti di formazione presentati, una cifra vicina ai 750.000 euro, ma anch'esso è incappato nel cavillo burocratico delle certificazioni da presentare al Formez e, dunque, tali fondi restano per il momento congelati.

L'aspetto, poi, più inquietante dell'intera vicenda riguarda il fatto che tali fondi, ove mai non venissero accordati ai nostri Istituti pubblici, saranno ridistribuiti dalla Regione col meccanismo dello scorrimento della graduatoria, nella quale spiccano le scuole private, le quali, al pari delle strutture pubbliche, concorrono all'affidamento dei corsi...

Ecco, non vorrei che dietro tutto ciò vi fosse un disegno preciso per favorire i privati (che di quella documentazione sono in possesso!) a danno del pubblico.

Lo spirito della proposta politica di Forza Italia, si sa, è quello di sostenere (in maniera franca e con chiarezza!) la parità tra scuola pubblica e privata, in una logica di sana e costruttiva concorrenza: maggiore presenza di enti formatori vuol dire maggiore competizione e, quindi, maggiore qualità.

Bassolino e la sinistra regionale, al contrario, verbalmente sostengono con forza il primato della scuola pubblica, ma poi nei fatti tentano subdolamente di accreditare solo ed unicamente le strutture private (amiche?) a danno di quelle statali.

Sulla vicenda è intervenuto anche l'Assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Pasquale Stanzione: "Abbiamo tenuto decine e decine di incontri e tentativi di mediazione, ma fino a questo momento non c'è stato nulla da fare. Il regolamento per i corsi di formazione professionale presenta delle prescrizioni che forse non sono richieste neppure per l'installazione di una centrale nucleare. Io non so se le scuole private sono fornite di quelle certificazioni, ma spero che nei loro confronti venga riposta la medesima attenzione che è utilizzata per il pubblico. Chiediamo con forza che questi fondi siano per il momento congelati e che si trovi presto una soluzione. Intanto mi pongo un interrogativo: com'è possibile che gli Istituti della nostra provincia possano essere frequentati da migliaia di studenti e poi risultare inidonei per qualche corso di formazione?".

È una situazione sulla quale tutte le forze politiche salernitane hanno il dovere di impegnarsi e sulla quale la Giunta Bassolino deve dimostrare che quanto abbiamo malignamente pensato è solo un infondato sospetto: renda valide le autorizzazioni provvisorie di cui sono in possesso i nostri Istituti!».

Gianpio De Rosa, consigliere provinciale di Forza Italia

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR)

Anche l'Amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente. Per adeguare i sistemi informatici alla banca dati nazionale, le attività degli uffici, Anagrafe, Elettorale e Tributi, saranno sospese nei giorni di giovedì 26 e venerdì 27 luglio prossimi,...

Cava de' Tirreni: grande partecipazione dei volontari antincendi

Un incontro molto partecipato, quello di ieri pomeriggio alle 18.30, a Palazzo di Città, tra l'Amministrazione Servalli e le associazioni e cittadini che si occupano di salvaguardia dell'ambiente. L'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore, accompagnato dal responsabile della Protezione civile, il Ten....

Cava de' Tirreni, lavori conclusi sulla Sp360: 25 luglio la riapertura

Come un fulmine a ciel sereno arriva una buona notizia per i residenti e per i commercianti di Sant'Anna, a Cava de' Tirreni. Mercoledì 25 luglio, alle 11,00, infatti, riaprirà la SP360 via Pasquale Di Domenico, che era stata chiusa ad inizio 2017 per un evento franoso. I lavori e i ritardi per il ripristino...

Lavori conclusi alla Chiesa di Santa Maria del Rovo: sabato 21 la riapertura

Manca poco alla riapertura della chiesa di Santa Maria Del Rovo, chiusa lo scorso 10 settembre 2017 per lavori di restauro. Adesso, a conclusione dei lavori - messi a punto dai restauratori Diana Spada e Nicola Iovine per una spesa totale di 120 mila euro - il santuario, punto di riferimento di circa...

Contest #welovecava: vince l'associazione Cava Storie

Cava Storie è la vincitrice del contest #welovecava, organizzato da Associazione Exedra e Soc. Coop. Cava Felix. L'associazione beneficerà di 5.000€ in servizi professionali per la realizzazione del progetto "L'Aromataro". L'Associazione Exedra e la Cooperativa Sociale Cava Felix hanno indetto lo scorso...