Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniAttualitàDisabilità un mondo da conoscere e sostenere

Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Associazione Giornalisti Lucio Barone, Cava dei Tirreni e Costa d'Amalfi Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana AB Tech Informatica - La soluzione ai tuoi problemi di Information Technology - Web - Hosting - Server - Home Office e Personal Computer Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi Booble Italia - Notizie virali, senza virus, senza interferenze. La notiza dalla parte del lettore

Attualità

Disabilità, un mondo da conoscere e sostenere

Scritto da (admin), martedì 21 febbraio 2006 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 21 febbraio 2006 00:00:00

Il Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità (S.F.I.D.A.), in vista delle prossime elezioni politiche, lancia un appello ai partiti che si sfidano - ora più che mai - sui contenuti dei programmi elettorali.
Con una lettera aperta ai leader dell'Unione, della Casa delle Libertà e di tutti i partiti e movimenti politici, S.F.I.D.A chiede al futuro Governo un impegno concreto ad abbattere le barriere culturali della disabilità, che, all'alba del terzo millennio, ancora condizionano le persone con diverse abilità.
Da questo dipenderà la scelta di votare per una parte o per l'altra.
Di seguito riportiamo integralmente gli 11 punti sui quali il Sindacato si è mobilitato.

1) PROGRAMMAZIONE: Sappiamo che in Italia, nel censimento decennale l'ISTAT, non vengono inserite domande relative alla disabilità. Per una corretta programmazione bisogna sapere non solo quanti sono i disabili ma anche il tipo di disabilità, perché i bisogni di un diplegico sono diversi da quelli di un tetraplegico o di un cieco o di un audioleso o di un autistico o di un disabile mentale lieve o grave o di un pluriminorato (contemporaneamente cieco, muto, non deambulante...) e diversi sono i bisogni di un bambino disabile da un giovane disabile o da un anziano disabile.
PROPOSTA: Un censimento delle disabilità seguendo l'esperienza del progetto pilota realizzato nella AUSL FG/1.

2) AUSILI: Ci sono ausili indispensabili alla vita quotidiana di alcune persone disabili, che costano fino a 15.000/20.000 €, ma le AUSL contribuiscono al massimo per 7.000 /7.500 €.
PROPOSTA: L'adeguamento del nomenclatore tariffario attuale. Lo Stato e/o le Regioni contribuiscano completamente all'acquisto di ausili indispensabili per la vita quotidiana dei disabili.

3) PENSIONE INVALIDITA': Per i disabili maggiorenni, che non hanno reddito, lo Stato prevede una pensione di invalidità di poco più di 200 € mensili, e se questi sono sposati e con figli a carico, nel caso di morte tale pensione non è reversibile.
PROPOSTA: L'adeguamento della pensione di invalidità con il minimo della pensione di anzianità e prevedere la reversibilità della pensione di invalidità al nucleo familiare quando questo è privo di reddito.

4) INDENNITA' DI ACCOMPAGNAMENTO: Per i disabili gravi e gravissimi ossia persone completamente non autosufficienti è prevista "l'indennità di accompagnamento" pari a poco più di 400 € mensili. Tutti sappiamo che con tale somma non è possibile assumere personale che aiuti la famiglia durante il giorno o la notte per le attività di vita quotidiana e sappiamo che un disabile grave o gravissimo ricoverato in un istituto costa allo Stato da 2.000 a 3.000 €.
PROPOSTA: L'adeguamento dell'identità di accompagnamento.

5) SCUOLA: Per molti genitori di studenti disabili, l'arrivo del mese di settembre significa l'inizio di una lotta per garantire il diritto allo studio del proprio figlio. Non c'è la certezza della nomina dell'insegnante di sostegno e, quando c'è, non c'è la certezza della continuità didattica.
PROPOSTA:
- All'inizio dell'anno scolastico, nelle province dove il CSA non ha fatto le nomine degli insegnanti di sostegno, i capi d'istituto, in piena autonomia, faranno le nomine secondo le graduatorie d'istituto;
- ai fini di una continuità educativa degli insegnanti di sostegno, in ciascun grado di scuola, tutte le nomine (comprese quelle dei capi d'istituto) avranno valenza fino al completamento del ciclo scolastico;
- per gli studenti che frequentano le classi successive alla prima di ogni ciclo didattico, deve restare invariato il numero delle ore di sostegno per l'intero ciclo, salvo richiesta di modifica da parte della scuola di appartenenza, dopo aver consultato la famiglia dello studente;
- un impegno di spesa da parte del governo finalizzato per la nomina di assistenti educativi, per l'assistenza igienica e l'acquisto di ausili da parte delle istituzioni scolastiche.

6) BARRIERE ARCHITETTONICHE: Ormai è alla conoscenza di tutti che un disabile motorio che vive in Italia è praticamente agli arresti domiciliari, perché gli viene negata la libertà di movimento fuori dalla propria abitazione.
PROPOSTA:
- In tutte le facoltà di Ingegneria e Architettura vengano inseriti corsi di studio, obbligatori, per l'eliminazione delle barriere alla libertà di movimento di tutti i cittadini e corsi di aggiornamento, obbligatori, per i progettisti liberi professionisti e per i tecnici dipendenti pubblici;
- venga emanata una legge che preveda: "le amministrazioni comunali nel proprio bilancio debbono utilizzare un quota almeno pari al 10% delle somme derivanti dagli oneri di urbanizzazione per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici pubblici comunali e negli spazi pubblici del comune stesso, realizzati prima della data di entrata in vigore della presente legge. Tale obbligo sarà valido fino a quando una commissione formata da rappresentanti dell'amministrazione comunale, delle associazioni dei disabili, degli ordini degli ingegneri e architetti giudicherà il territorio comunale privo di barriere alla libertà di movimento dei cittadini tutti. Si prevede un multa (da definire) per i responsabili (amministratori o funzionari) per eventuale mancato utilizzo dei soldi";
- venga realizzata una campagna pubblicitaria di sensibilizzazione per il rispetto delle aree di parcheggio per i disabili e per lasciare le rampe libere;
- i contributi per l'abbattimento delle barriere architettoniche siano adeguati ai nuovi prezzi di mercato;
- ci sia in Italia un regolamento nazionale che specifichi che le Regioni debbono comunicare al richiedente, al massimo entro il mese di giugno, dello stesso anno in cui è stata fatta la domanda, la disponibilità o meno dei soldi richiesti. Il contributo deve essere liquidato entro e non oltre sessanta giorni dalla presentazione delle fatture dei lavori effettuati.

7) CULTURA E INFORMAZIONE: Parlare di disabilità è difficile perché la mente dell'uomo allontana, istintivamente, tutto ciò che può dare dolore, ansia, fastidio o dolore. La disabilità produce paura perché è una realtà che potrebbe capitare a tutti. Tutto questo fa sì che chi non vive il problema da vicino, quando lo vede negli altri gira lo sguardo verso altre direzioni. La disabilità, nonostante siamo nel terzo millennio, per molte famiglie è vista ancora come qualcosa di cui vergognarsi. Il motivo principale è che quando arriva la disabilità la famiglia è impreparata e viene lasciata da sola. Una corretta informazione può aiutare e sostenere la famiglia. Grazie all'impegno dei governi passati, in Italia oggi c'è una cultura di rispetto dell'ambiente. Oggi assistiamo ad una campagna di informazione sul rispetto dei diritti degli animali...
PROPOSTA: Iniziative di informazione e sensibilizzazione verso il rispetto delle persone disabili (tramite programmi televisivi, radiofonici, stampa, nella scuola...) e l'apertura di centri informazione distribuiti sul territorio e negli ospedali.

8) LAVORO: La legge 68/99 per l'inserimento lavorativo del disabile ha valenza sia per le aziende private che per quelle pubbliche, ma attualmente i disabili continuano a trovare difficoltà per l'inserimento lavorativo. Girando per l'Italia è più frequente incontrare giovani down che lavorano nei fast food anziché nelle aziende pubbliche!
PROPOSTA: Un monitoraggio presso le aziende sia pubbliche che private per controllare il rispetto della legge 68/99 ed eventualmente studiare modifiche migliorative.

9) RIABILITAZIONE: Una parola ricca di speranza, di tensione, di angoscia, di delusioni da parte dei disabili e loro familiari che in questa parola vedono una realtà capace, se non di rimuovere, almeno di ridimensionare le difficoltà e le differenze. Negli anni 40-50, dopo la seconda guerra mondiale, nella riabilitazione si applicava il principio del meccanismo rotto. Tutte le energie erano focalizzate per migliorare il movimento di un arto, la personalizzazione di una protesi, la mobilità di una articolazione e così via. Negli anni 60 ci si è resi conto che rieducare la funzione lesa non basta più e che l'orizzonte di interesse riabilitativo è infinitamente più vasto, articolato e complesso. Si passa dall'ottica funzionalistica, monopolare, ovvero agire su una singola competenza, ad un livello multifocale in cui l'intervento dell'operatore della riabilitazione, meglio dell'equipe, non agisce più sulla singola competenza lesa, ma su tutta la persona, sulla famiglia e sul contesto di vita. Oggi i disabili e le loro famiglie sentono parlare di idroterapia, ippoterapia, pet terapy, musicoterapia... ma nella realtà sono pochi i fortunati a cui viene data la possibilità di usufruirne.
PROPOSTA: I riconoscimento da parte della struttura pubblica di queste nuove tecniche riabilitative edassicurare il servizio sull'intero territorio nazionale.

10) DOPO DI NOI: La vita media dei disabili si è allungata edi disabili del terzo millennio vivono più a lungo dei propri genitori. Oggi, morti i genitori, la famiglia non si prende più carico del fratello o sorella disabile. Non sono rari i casi di genitori anziani che uccidono i figli disabili e poi si suicidano. E' diventato urgente realizzare strutture che accolgono i disabili "dopo di noi".
PROPOSTA: Ua legge nazionale o un regolamento chiaro e inequivocabile, che preveda non solo la realizzazione delle strutture, ma anche la copertura finanziaria del mantenimento delle stesse. E' inutile realizzare le strutture se poi non possono essere funzionanti!

11) FAMIGLIA: Solitamente quando si parla di disabilità non si pensa ai familiari, ai genitori e fratelli e sorelle che dedicano la loro vita ai disabili rinunciando a tutto. In Italia c'è la legge 626/94 che stabilisce che i lavoratori non possono sollevare pesi superiori a 25 chili. In realtà, chi assiste un disabile supera abbondantemente tale limite, ma nessuno interviene.
PROPOSTA: Prepensionamento di 5 anni per i genitori di persone disabili in condizioni di gravità.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Razzista: basta la parola!

di Paolo Russo Nell'intervallo della partita, ieri sera al bar, si discuteva tra amici (tutte persone serie e perbene, lavoratori e professionisti rispettabili) dei recenti bruttissimi fatti di cronaca: in particolare del "presunto" stupro attuato a Firenze da due carabinieri. Le virgolette entro cui...

Cava, campi containers: resta solo una terremotata

Ieri mattina, mercoledì 13 settembre, presente anche il Sindaco Vincenzo Servalli, sono state consegnate le chiavi del nuovo alloggio alla signora Margherita Passaro. Nello studio del dirigente Antonino Attanasio, l'ottantatreenne Passaro, che oggi vive da sola, ha sottoscritto il contratto e ricevuto...

Cava, continua la pulizia delle caditoie

In corso gli interventi di pulizia straordinaria delle caditorie come deciso dall'Amministrazione Servalli, a seguito degli interventi di prevenzione dei rischi idrogeologici per gli incendi di questa estate delle aree boschive. Stamattina la Metellia Servizi,con l'ausilio di una ditta specializzata...

Gli imprenditori cavesi a Kaunas per le "Giornate della cultura italiana"

Partirà domani mattina, destinazione Kaunas, la delegazione di imprenditori cavesi, accompagnata dal vicesindaco Nunzio Senatore, dal presidente del Comitato Gemellaggi, Nicola Pisapia e dagli Sbandieratori Cavensi, per partecipare alle "Giornate della cultura italiana "Scopri l'Italia a Kaunas", organizzate...

Cava, rotatoria viale Marconi: posti auto garantiti e maggiore sicurezza per la viabilità

Posti auto garantiti e maggiore sicurezza per la viabilità, con la piena soddisfazione dei commercianti del tratto di viale Marconi all'intersezione con via Talamo. L'incontro che si è tenuto ieri pomeriggio, voluto dal Sindaco Vincenzo Servalli, con i commercianti del posto, cui hanno partecipato anche...