Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Bonaventura vesc.

Date rapide

Oggi: 15 luglio

Ieri: 14 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniAttualitàCredito d'impresa e Tremonti-bis: i casi di revoca

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Attualità

Credito d'impresa e Tremonti-bis: i casi di revoca

Scritto da Il Denaro (admin), giovedì 18 aprile 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 18 aprile 2002 00:00:00

In un'analisi dei punti più importanti della disciplina del credito d'imposta e della Tremonti-bis, non possono mancare le ipotesi di revoca. Le due agevolazioni vengono disapplicate nel caso in cui, entro un certo arco temporale, i beni agevolati siano alienati o dismessi. È prevista, cioè, una clausola antielusiva, allo scopo di evitare che i beni strumentali siano acquistati con il solo fine di beneficiare dell'agevolazione.

Credito d'imposta

Nel caso del credito d'imposta, è previsto che i beni agevolati debbano entrare in funzione entro il secondo periodo successivo a quello della loro acquisizione, e che non possano essere alienati, dismessi o destinati ad unità produttive diverse da quella originaria entro cinque periodi a partire da quello di entrata in funzione. Nel caso in cui non siano rispettati i due vincoli appena citati, il credito d'imposta relativo all'anno di acquisto del bene alienato o dismesso viene ricalcolato, ed il credito di cui il beneficiario ha goduto indebitamente deve essere restituito, maggiorato degli interessi, entro il termine per il versamento a saldo dell'imposta sui redditi relativa al periodo della dismissione.

Il divieto di alienazione ed il rimpiazzo del bene agevolato

Il divieto di alienazione, tuttavia, non è assoluto, perché l'agevolazione non è revocata se il bene alienato è rimpiazzato da un altro bene della stessa categoria merceologica, avente le medesime caratteristiche tecniche. Se, ad esempio, un'impresa, nel 2002, acquista un bene del valore di 10.000 euro, sul quale gode di un credito d'imposta pari a 5.000, e lo fa entrare in funzione nel 2003, non potrà distoglierlo dal patrimonio aziendale prima del 2009. Se l'impresa volesse sostituire il bene in questione, dovrebbe avere l'accortezza di farlo con un bene nuovo di caratteristiche simili e di valore almeno uguale al residuo valore contabile del bene acquistato nel 2002. Fino al 2006, essendo la legge sul credito d'imposta ancora in vigore, l'impresa ha diritto a far concorrere il nuovo bene alla determinazione del credito d'imposta dell'anno per la differenza tra il suo costo ed il residuo valore contabile del bene da sostituire, se positiva. Se, invece, il costo del bene fosse inferiore al residuo valore contabile del bene da sostituire, si dovrebbe ricalcolare il credito d'imposta relativo al 2002, decurtando il valore dell'investimento netto della differenza.

La Tremonti-bis

Le ipotesi di revoca della Tremonti-bis muovono dal medesimo presupposto, cioè l'alienazione o la dismissione di un bene agevolato, se effettuate entro il secondo periodo dall'acquisto per i beni mobili, oppure entro il quinto per i beni immobili. Se si verifica un'ipotesi di revoca, il beneficiario dell'agevolazione deve aumentare il suo reddito imponibile del periodo della parte di detassazione di cui ha goduto nell'esercizio in cui il bene è stato acquistato, e nella misura in cui la detassazione è a tale bene riferibile.

L'acquisto di macchinari

Se, dunque, nel 2002 un'impresa acquista quattro macchinari del valore di 3.000 euro ciascuno, ottenendo una detassazione di 4.000 euro, e nel 2003 ne vende uno, deve aumentare il suo reddito imponibile di 1.000 (cioè un quarto di 4.000), o del corrispettivo o valore normale del bene, se inferiore a 1.000. Non è previsto, nel caso della Tremonti-bis, il rimpiazzo dei beni ceduti con beni della stessa categoria, per cui la dismissione e l'alienazione comportano la revoca del beneficio in ogni caso. Bisogna sottolineare, però, che, a fronte della mancata possibilità di rimpiazzo, il periodo di sorveglianza è di cinque anni per i beni immobili, ma di soli due anni per i beni mobili, mentre nel credito d'imposta è di cinque anni per tutti i beni.

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Cava de' Tirreni, presidente Trezza: «Con Pasquale Falcone nasce il vero CCN»

Il presidente della Delegazione di Cava de' Tirreni, Aldo Trezza, augura buon lavoro al nuovo presidente del Consorzio Centro Commerciale Naturale, Pasquale Falcone e a tutto il nuovo Direttivo. «Dopo anni in cui il Consorzio CCN si è distinto per non aver fatto praticamente nulla, per essere diventato...

Rifiuti a Cava, sindaco Servalli: «Se non si differenzia a rischio la tenuta dei costi»

Le continue emergenze che si stanno verificando nelle ultime settimane a causa di incendi nelle piattaforme di conferimento dei rifiuti differenziati e il perdurare dell'inosservanza da parte di tanti cittadini delle piccole regole per una efficace raccolta differenziata stanno mettendo a serio rischio...

Cava de' Tirreni: lavori in corso a Pregiato, Santa Lucia, Sant'Anna e Gescal

Il sindaco Vincenzo Servalli e l'assessore ai lavori pubblici e manutenzione, Nunzio Senatore, stamattina, mercoledì 11 luglio, hanno effettuato sopralluoghi ai cantieri della scuola primaria della frazione di Santa Lucia, dei lavori provinciali di rifacimento del tratto di strada franato di via Pasquale...

Conferimento rifiuti a Cava, assessore Senatore: «Sempre maggiori impurità nell’umido»

Questa mattina, la piattaforma di conferimento dell'umido convenzionata con il Comune di Cava de' Tirreni, non ha ritirato ben 70 quintali di rifiuti della frazione organica umida, prelevati nella giornata di ieri sul versante est del territorio, in quanto presentavano una quantità eccessiva di impurità....

Cava, prevenzione incendi boschivi: 18 luglio convocata assemblea generale

Si è tenuto, stamattina, 9 luglio, a Palazzo di Città, il tavolo tecnico sulla prevenzione incendi, coordinato dall'Assessore all'ambiente, Nunzio Senatore ed al quale ha partecipato anche il sindaco Vincenzo Servalli, oltre ai Consiglieri comunali capigruppo, Marco Galdi, Vincenzo Lamberti, Marisa Biroccino...