Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa B. Eraclio martire

Date rapide

Oggi: 2 marzo

Ieri: 1 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiEgea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniAttualità34 miliardi per la qualificazione professionale

La casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Attualità

34 miliardi per la qualificazione professionale

Scritto da Il Denaro (admin), martedì 30 ottobre 2001 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 30 ottobre 2001 00:00:00

Pronti 34 miliardi di lire per la qualificazione professionale di tremila ragazzi campani, che hanno adempiuto l'obbligo formativo oppure non intendono continuare gli studi. I fondi saranno destinati agli enti terzi che hanno già attivato la procedura di richiesta di accreditamento ed intendono presentare progetti di formazione professionale rivolti ai ragazzi che hanno compiuto quindici anni nel 2000. Il bando, che sarà pubblicato nei prossimi giorni sul Burc, finanzierà la realizzazione di 153 corsi di formazione negli istituti tecnici e professionali della Regione. 130 di questi corsi prevedono 1500 ore di formazione in due anni, così ripartite: 850 ore destinate a lezioni in aula, 500 a stage e 150 ad attività di recupero individualizzato. Le attività saranno destinate a giovani che hanno compiuto quindici anni nel corso del 2000 e hanno deciso di non continuare il proprio percorso formativo nel sistema scolastico.

Attività sperimentali

Altri 23corsi sono, invece, di natura sperimentale, in considerazione dei problemi dovuti alla dispersione scolastica: sono, infatti, rivolti a circa 350 giovani residenti in aree a rischio della Campania, che hanno compiuto quindici anni nel 2000 e non hanno adempiuto l'obbligo scolastico.

Raccordo con enti locali

Allo scopo di rispondere alle effettive richieste provenienti dal mondo del lavoro, i progetti formativi dovranno scaturire dal raccordo, nella fase d'individuazione del profilo professionale, con le amministrazioni locali o gli eventuali soggetti di Programmazione negoziata presenti sul territorio. E dovranno assicurare, inoltre, la coerenza della figura professionale con i fabbisogni formativi individuati dagli Organismi bilaterali fra le parti sociali.

Requisito necessario

E' importante ricordare che, per gli enti di formazione pubblici e privati, il requisito della richiesta di accreditamento, effettuata secondo le procedure previste dalla delibera di Giunta regionale n. 24571 del 5 giugno 2001, è obbligatorio ai fini della possibilità di partecipare al bando. I soggetti attuatori delle attività dovranno, quindi, allegare al progetto la certificazione comprovante la presentazione di tale domanda. Con la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale del bando riservato agli enti terzi, si aprirà la seconda fase del programma per l'obbligo formativo. Nel corso della prima, riservata agli Istituti Tecnici e Professionali, sono stati approvati 190 corsi di formazione (distribuiti fra tutte e cinque le province campane) per specifiche figure professionali

Procedure da rispettare

Ma vediamo più in dettaglio quali sono le procedure che dovranno seguire gli enti di formazione che hanno intenzione di ottenere finanziamenti per i corsi destinati all'assolvimento dell'obbligo formativo. I progetti da finanziare puntano a consentire l'assolvimento dell'obbligo formativo attraverso un sistema integrato fra soggetti istituzionali e strutture formative del territorio, vale a dire fra i sistemi dell'istruzione scolastica, della formazione professionale e del lavoro, in maniera da valorizzarne il contributo in termini di competenze differenziate e fare un ampio ricorso all'alternanza tra formazione d'aula e formazione pratica nei contesti lavorativi.

Finalità delle iniziative

L'obiettivo? Consentire ai giovani l'acquisizione di competenze rispondenti ai fabbisogni del mondo del lavoro, spendibili all'interno di un sistema integrato di certificazione, per favorire ed accelerare un loro idoneo inserimento occupazionale, nonché facilitare l'eventuale continuazione degli studi all'interno di percorsi formativi successivi. Il regolamento di attuazione dell'obbligo formativo prevede, prima dei corsi, momenti specifici di informazione, orientamento e tutoring a cura dei centri dell'impiego. Il piano di spesa sarà articolato secondo le fasi di realizzazione del progetto e sulla base delle seguenti categorie di spesa, con relativa aliquota ammissibile:

- spese per gli insegnanti: fino al 50 per cento;

- spese per gli allievi: fino al 57 per cento;

- spese di funzionamento e gestione: fino al 30 per cento;

- altre spese: fino al 15 per cento.

I progetti saranno approvati secondo la programmazione biennale, ma finanziati per singole annualità (la seconda sarà finanziata con un successivo provvedimento).

Ripartizione dei fondi

Questa la ripartizione provinciale dei 34 miliardi di lire complessivamente stanziati a favore della Campania: più della metà, cioè oltre 18 miliardi di lire, sono destinati a Napoli; più di 6 a Salerno; 5 e mezzo circa a Caserta; più di 2 e mezzo ad Avellino ed 1,7 a Benevento.

Indicazioni progettuali

Il percorso formativo deve essere finalizzato all'acquisizione di una qualifica professionale, a compimento del biennio, e di una specializzazione a fine triennio. Deve svilupparsi attraverso una programmazione modulare per cicli con certificazioni e credito formativo, in maniera da passare poi all'istruzione superiore o ad altri canali formativi. La programmazione dovrà specificare nel dettaglio prerequisiti, obiettivi, contenuti, metodologia, valutazione e durata dell'attività, nonché prevedere il sistema di verifica e controllo del processo.

Riferimenti

Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi ai Settori Orientamento Professionale, Formazione Professionale, Istruzione e Cultura della Regione Campania. L'unità organizzativa responsabile del procedimento è il Settore Orientamento Professionale della Regione Campania, il cui dirigente pro-tempore è Vincenzo Cimmino. I progetti avviati saranno sottoposti al monitoraggio trimestrale secondo la modulistica prevista dalla Regione Campania.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank:

Attualità

Cava de' Tirreni: prosegue opera di smantellamento e bonifica degli ex campi prefabbricati

Continua l'opera di smantellamento e bonifica degli ex campi prefabbricati di Cava de' Tirreni che saranno tutti interessati da progetti di riqualificazione urbana. Completati anche i lavori di smantellamento delle piattaforme in cemento armato, dopo l'eliminazione dei prefabbricati e la bonifica dall'amianto,...

Ristoratori della provincia di Salerno contro Sanremo: «Lì tutto aperto, noi chiusi. Lo Stato ci prende in giro»

I ristoratori della Provincia di Salerno attaccano il Festival di Sanremo e lanciano l'hashtag #IoNonGuardoSanremo per invitare clienti ed amici a boicottare la kermesse della canzone italiana. «Milioni di lavoratori sono a casa da un anno, mentre per il festival di Sanremo le regole non valgono. Ormai...

Cava de' Tirreni: lo smart bin approda al liceo scientifico “Genoino”

Oggi (martedì 2 marzo) alle 10, sulla piattaforma Gsuite del Liceo scientifico "Andrea Genoino" di Cava, si terrà l'evento "Lo Smart Bin al Liceo". Interverrà la dirigente scolastica Stefania Lombardi, l'ingegnere Marco Tammaro di Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie), i docenti del dipartimento...

Cava de' Tirreni: rifiuti abbandonati e panche danneggiate al Castello di Sant'Adiutore

Panchine divelte, immondizia diffusa e abbandonata lontano dai cassonetti. Potremo riassumere così la situazione nell'area verde nei pressi del Castello di di Sant'Adiutore, a Cava de' Tirreni. A testimoniare lo stato del luogo sono le foto scattate da Ornella Sgambati AppleGreen. La cittadina, trovandosi...

Cava de' Tirreni, amministrazione comunale e cittadini si mobilitano per Monte Castello: «Un bene comune»

Come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, la Giunta Comunale di Cava de' Tirreni ha individuato quali "Beni Comuni" che possono essere oggetto di patti di collaborazione con i cittadini, Monte Castello e le aree limitrofe e pertinenziali. Il provvedimento rientra nell'ambito del "Regolamento sulla...