Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Nicola di Bari

Date rapide

Oggi: 6 dicembre

Ieri: 5 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!La pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: RubricheEchi e favilleLe tradizioni del Centro Europa

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De Riso

Echi e faville

Le tradizioni del Centro Europa

Scritto da (admin), lunedì 23 dicembre 2002 00:00:00

Ultimo aggiornamento lunedì 23 dicembre 2002 00:00:00

ALTA BADIA

Il periodo natalizio in Alta Badia inizia il 5 e 6 dicembre, quando si celebra la festa di San Micurà (San Nicolò), che indossa gli abiti sontuosi del porporato e regge in mano il pastorale. È in compagnia di un'eterea fanciulla con vesti angeliche. Costoro fanno visita ai bambini, ammonendoli per le eventuali marachelle commesse ed elargendo loro, poi, i sospirati e succulenti doni. Ai due si aggiunge la chiassosa e scampanellante compagine dei malans. Questi demoni, neri ed imbrattati di fuliggine, sono rivestiti di grosse pelli e calzano una terrificante maschera lignea, da cui sbucano due corna caprine. Sono muniti di poderosi campanacci, catene e fanno sibilare minacciosamente nell'aria una verga: un rito arcaico, con il quale si pensava già in passato, verosimilmente, di esorcizzare le forze del male presenti nei mesi invernali. Molto apprezzato l'appuntamento del 5 dicembre a La Villa, dove San Nicolò ed il suo seguito si presentano ai bambini su delle slitte trainate da cavalli. Nel centro del paese, illuminato con moltissime fiaccole, si distribuiscono doni a tutti i bambini e, naturalmente, il vin brulè a tutti gli adulti. Il 1° gennaio (in lad. "Nanü") i bambini badioti vanno per le case, intonando un inno beneaugurante dal titolo "Bun dé y bun ann", portando a tracolla un capiente carniere candido, nel quale ripongono la "bambona", cioè un dono.

SVIZZERA

Tutto comincia all'inizio di dicembre, quando le mamme acquistano quei calendari che danno la possibilità di aprire la finestrella e mangiare il cioccolatino che vi è contenuto, aspettando pazientemente il Natale. Uno scampanellio di campanelle argentate preannuncia che Gesù Bambino sta arrivando: un bianco e candido angelo, con un velo trattenuto da una corona di diamanti, che entra in tutte le case e distribuisce i doni contenuti nel suo sacco, tenuto da bambini suoi aiutanti. Dopo essere state in chiesa, le famiglie si radunano e mangiano ciambelle fatte in casa, bevendo la cioccolata calda.

AUSTRIA

In Austria il periodo natalizio inizia con l'Avvento. In questo lasso di tempo si preparano diversi biscotti ed un pane speziato, chiamato "Früchtebrot", e si addobba la casa. In molte case c'è una corona d'avvento con quattro candele, che vengono accese le quattro domeniche prima di Natale. Molti bambini hanno un calendario dell'Avvento per contare i giorni fino a Natale. Ogni giorno aprono una finestra, dietro la quale si trova una piccola sorpresa. In questo periodo alcuni bambini scrivono una lettera a "Gesù Bambino" con i loro desideri per Natale. Il 5 o 6 dicembre arriva San Nicola, spesso accompagnato dal "Krampus", che porta dei piccoli regali ai bravi bambini. A Salisburgo e nei dintorni c'è anche l'usanza del passaggio dei "Perchten". Una tradizione in Austria sono i mercatini di Natale durante il periodo natalizio, per sentire una festosa atmosfera natalizia. A Salisburgo non si può dimenticare la tradizione del "Canto d'Avvento" (Adventsingen). È uno degli appuntamenti culturali più famosi del periodo prenatalizio. La vigilia di Natale, l'albero viene addobbato con stelle di paglia e candele. Tutta la famiglia si riunisce intorno all'albero per lo scambio dei doni.

POLONIA

In Polonia l'albero di Natale si addobba il giorno della Vigilia. In quest'occasione si mangiano solo cibi magri, come il pesce o la verdura, e comunque non si usano i grassi, come burro o olio, neanche per fare i dolci. In questa stessa notte arriva anche Babbo Natale, che porta i regali ai bambini. Spesso a Natale c'è la neve in Polonia ed a molti piace andare fuori per accendere un bel fuoco ed arrostire delle salsicce, mentre i bambini si divertono con lo slittino. Le famiglie polacche celebrano il Natale con un pasto di 12 portate. Si lascia sempre un po' di spazio in tavola, in caso arrivi un ospite inatteso. In molte case ancora oggi si mettono dei covoni di grano nei quattro angoli di una stanza, in memoria della stalla dove nacque Gesù Bambino.

ROMANIA

I preparativi veri e propri per il Natale iniziano solo un paio di giorni prima della Vigilia. A scuola si insegna la storia di Gesù, poi, di solito, si fa una rappresentazione, nella quale ogni bambino svolge un ruolo: chi impersona Maria, chi Giuseppe, chi l'asino e così via. Anche la preparazione dei vestiti è entusiasmante, perché li cuciono le mamme stesse. Il 24 dicembre, di pomeriggio, i bambini vanno per le strade del paese e bussano alle porte delle case, per chiedere se li fanno entrare. Di solito, la gente apparecchia nella sala un tavolo con una tovaglia bianca. I bambini si mettono intorno a tale tavolo e recitano la storia della nascita di Gesù. Alla fine dell'esibizione, quasi tutti danno ai bambini dei soldi ed al Bambino Gesù danno anche un regalo in un sacchettino. Alla sera, ci si riunisce tutti in una casa a mangiare wurstel e pane, poi si dividono i soldi ed i regali che ha ricevuto il Bambino Gesù. La Vigilia non è, però, ancora terminata: bisogna andare alla messa e lì fare di nuovo la rappresentazione della nascita di Gesù per tutti i fedeli. Al ritorno a casa, i bambini trovano sempre l'albero di Natale decorato con bastoncini di zucchero e cioccolatini e, se ai genitori sono rimasti dei soldi, ci sono anche dei regali. Oppure, la mattina seguente, i bambini trovano le loro calze piene di dolcetti e delle buste piene di mele e mandarini (qualche volta anche con delle monete) da parte dei padrini. Il Natale è sempre stata sentito in Romania come una festa molto bella, da trascorrere insieme alla famiglia ed ai vari parenti.

rank:

Echi e faville

La regina del salto in alto diventa mamma, auguri Antonietta!

Fiocco azzurro in casa di una stella dell'atletica azzurra. Questa mattina a Salerno la primatista italiana assoluta (2,04 indoor e 2,03 outdoor) di salto in alto Antonietta Di Martino ha dato alla luce il piccolo Francesco. Nel palmares della saltatrice di Cava de' Tirreni scintillano un argento e un...

Fiori d’arancio per Cristiana e Felice con torta di Delizie al limone di Sal De Riso

Hanno scelto un fresco pomeriggio di luglio per coronare il loro sogno d'amore, Cristiana De Paola e Felice Puopolo che, nella sala del Museo Civico della Ceramica di Ariano Irpino (AV), si sono uniti in matrimonio con rito civile nella giornata di ieri, venerdì 7 luglio. Emozionatissimi sia il genitori...

"Preservazione dei gameti femminili in pazienti oncologiche", la tesi sperimentale della vietrese Valentina Di Giovanni

Con una brillante esposizione della tesi sperimentale dal titolo "Preservazione dei gameti femminili in pazienti oncologiche: standardizzazione della tecnica", che ha ricevuto il plauso unanime della Commissione, questo pomeriggio presso l'Ateneo Università degli Studi di Salerno - Facoltà di Scienze...

Nove anni d'informazione con Il Vescovado, sempre più giornale di comunità

di Emiliano Amato E siamo a nove. Era il 17 novembre 2007 quando il Vescovado lanciò in rete il suo primo articolo. In nove anni (che per il web è un'era geologica) è cambiato il mondo e il modo di comunicare, ma mai la nostra passione di fare informazione per il territorio. Tutt'altro! Oggi più che...

Filmini hot in rete, lei si suicida per la vergogna

Si è tolta la vita impiccandosi con un foulard nella abitazione dove si era rifugiata da qualche tempo con la madre, per sfuggire al clamore mediatico sollevato dai video hard che la ritraevano e che erano finiti in rete a sua insaputa, diventando virali. Del fatto ne avevamo parlato nei giorni scorsi:...