Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 23 minuti fa S. Chiara d'Assisi

Date rapide

Oggi: 11 agosto

Ieri: 10 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Acquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia, Internet Service Provider in fibraCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: PoliticaTrezza (Potere al Popolo): «Il bilancio di previsione farà piombare Cava de’ Tirreni in un incubo»

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Politica

Cava de' Tirreni, politica, bilancio, Potere al Popolo

Trezza (Potere al Popolo): «Il bilancio di previsione farà piombare Cava de’ Tirreni in un incubo»

«Il ciclo politico inaugurato dalla giunta Servalli sei anni fa, oggi deve fare i conti con il disastro sociale annunciato in un piano di rientro che fa male a chiunque abbia a cuore il destino della città»

Scritto da (redazioneip), lunedì 13 settembre 2021 09:27:16

Ultimo aggiornamento lunedì 13 settembre 2021 09:27:16

«La giunta Servalli è pronta a presentare in consiglio comunale un Bilancio di Previsione con un piano di rientro che di qui al 2044 prevederà tagli orizzontali riguardanti tutti i settori della vita cittadina e farà piombare Cava de' Tirreni in un incubo». E' il pensiero di Davide Trezza, leader di Potere al Popolo Cava de' Tirreni, a proposito del bilancio comunale diffuso dell'amministrazione Servalli

«Aumenti vertiginosi su tutti i tributi e le tariffe orarie, costi proibitivi per l'utilizzo delle palestre e degli impianti sportivi comunali, aumento delle rette per l'asilo nido pubblico, per le mense e il trasporto scolastico, l'installazione di 14 antenne telefoniche, l'alienazione della farmacia comunale, importanti tagli per le spese relative al personale con il blocco di assunzioni quanto mai necessarie, un significativo aumento delle tariffe nelle aree di sosta arrivando al costo di due euro l'ora nelle zone centrali della città (Piazza S.Francesco, Piazza Amabile, ex piscina di Via Cuomo). Queste sono solo alcune delle misure che, unite all'aumento dell'addizionale comunale Irpef varata dal consiglio comunale negli scorsi mesi, ci consegnano a uno stato di cose mortificante per la dignità di una città che raramente ha toccato un punto così basso nella propria storia.

Le ricadute sul piano sociale sono gravissime. - continua Trezza nella nota - Dal rischio stop di molte attività sportive che coinvolgono migliaia di giovani in città, alle difficoltà per molte famiglie di far fronte alle nuove rette mensili di scuole, mense, bus, all'accelerazione della svendita frenetica e a tratti senza criterio di immobili comunali che la collettività dovrà sacrificare per il risanamento di un debito che non è certo responsabilità dei cittadini che ne patiranno le conseguenze.

Mentre da più parti è già iniziata la corsa alla critica sui mancati tagli del passato o alle ulteriori mancate esternalizzazioni che si sarebbero potute avviare, noi riprendiamo quello che dodici mesi fa abbiamo voluto che fosse il filo conduttore della nostra campagna elettorale: Cava deve tutelare la qualità e l'accessibilità dei servizi e del patrimonio pubblico per il rilancio di una città che sia piena di opportunità, equa, aperta alle possibilità di rinnovamento e valorizzazione delle nostre tante ricchezze storiche, artistiche, naturali.

La decisione di scaricare sistematicamente il peso delle progettualità e degli interventi strategici per il futuro della città su "privati illuminati" che verrebbero a "investire" a Cava, degradando la macchina amministrativa a mero ente erogatore di fondi pubblici o concessore di licenze o autorizzazioni a privati, è una scelta politica che porta enormi danni alla collettività.

Il ciclo politico inaugurato dalla giunta Servalli sei anni fa, oggi deve fare i conti con il disastro sociale annunciato in un piano di rientro che fa male a chiunque abbia a cuore il destino della città. Il Presidente del Consiglio Comunale - fino allo scorso anno, assessore al Bilancio - Adolfo Salsano, il Sindaco Servalli e il Partito Democratico che, dal livello regionale a quello cittadino, ha da sempre insistito sulla competenza e l'affidabilità dell'amministrazione cavese, sono i primi a dovere delle risposte ai cittadini sull'attuale stato delle finanze comunali. Come è stato possibile arrivare fino a questo punto? Davvero si è preferito portare avanti una campagna elettorale permanente - facendo finta di nulla fino ad oggi - pur di una riconferma alla guida di Palazzo di Città nello scorso Settembre, esponendo a un tale rischio e condannando a morte certa un'intera città? Oggi le cittadine e i cittadini cavesi possono prendere atto che con le deleghe in bianco a chi chiede fiducia a ogni tornata elettorale in nome di una presunta "riconoscibilità politica" sul territorio o per mandato dall'alto da parte dei De Luca di turno, non si va da nessuna parte.

Si apre una nuova stagione in cui sarà necessaria l'attivazione di un vero e proprio controllo popolare sulle casse comunali, sulla cosa pubblica, su ciò che riguarda la vita quotidiana di tutte e tutti noi, per fare in modo che il disastro annunciato nel piano di rientro sia scongiurato e che si apra finalmente una nuova stagione per Cava, con una nuova classe dirigente in città pronta a farsi carico di una situazione grave ma senz'altro superabile con le idee e le capacità giuste al servizio degli interessi della collettività, conclude Trezza.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Autonomia differenziata, De Luca: «Quella che vuole la Campania non è la stessa che vuole Salvini»

«In Italia, essendoci un sistema elettorale sgangherato, nessuno è in grado di assumere impegni certi. Per fare un governo in Italia bisognerà per forza fare dei compromessi. Dopo il 25 settembre nessuno sarà in grado di fare un governo avendo la possibilità di dire 'questo è il mio programma e questo...

Covid, Cirielli propone commissione di inchiesta sui danni collaterali provocati dai vaccini

«Si susseguono giornalmente notizie sugli effetti negativi, anche gravi, per la nostra salute, come conseguenza della profilassi vaccinale anti Covid-19». Lo dichiara il Questore della Camera e deputato di Fratelli d'Italia, Edmondo Cirielli. «Il Prac dell'Ema ha appena reso noto che l'assunzione del...

Cava de’ Tirreni, Clelia Ferrara lascia Fratelli d’Italia. La replica del partito: «Assenteista e indagata»

Clelia Ferrara lascia Fratelli d'Italia e conferma la sua scelta di aderire al gruppo misto. «Purtroppo - ha spiegato - è venuto meno il rapporto di fiducia con i vertici del partito. A Salerno c'è una gestione personale, i risultati delle ultime elezioni, ai minimi storici, lo dimostrano. Alla Meloni...

Decreto "Aiuti Bis", dal taglio del cuneo fiscale all'estensione del bonus 200 euro: misure per 17 miliardi

Il Consiglio dei Ministri si è riunito ieri, giovedì 4 agosto, alle 16.45 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del presidente Mario Draghi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli. E' stato varato il Decreto Aiuti Bis, che consiste in misure urgenti in materia di energia, emergenza...

Migranti, De Luca promette: «Non accetteremo sbarchi a Napoli e Salerno»

"Credo che non sia accettabile nessuno sbarco né nel porto di Salerno né di Napoli, chiariamolo bene da subito". Lo ha dichiarato quest'oggi il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, riferendosi allo sbarco della Ocean Viking nonostante il focolaio Covid a bordo. A margine della presentazione...

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.