Ultimo aggiornamento 11 minuti fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Flusso di CoscienzaTerni, l'ordinanza anti-prostituzione fa discutere: «Divieto di abbigliamento indecoroso»

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Flusso di Coscienza

Terni, ordinanza, antiprostituzione, abbigliamento, divieto, decoro

Terni, l'ordinanza anti-prostituzione fa discutere: «Divieto di abbigliamento indecoroso»

È «fatto divieto a chiunque» di tenere un «abbigliamento indecoroso o indecente in relazione al luogo ovvero nel mostrare nudità, ingenerando la convinzione di esercitare la prostituzione».

Inserito da (Maria Abate), sabato 30 ottobre 2021 13:24:03

È «fatto divieto a chiunque» di tenere un «abbigliamento indecoroso o indecente in relazione al luogo ovvero nel mostrare nudità, ingenerando la convinzione di esercitare la prostituzione».

Questo uno dei passaggi di un'ordinanza "anti-prostituzione" firmata dal sindaco di Terni, Leonardo Latini (Lega), finita al centro di una polemica politica.

A giudicare comportamenti non decorosi o se il vestiario delle donne è discinto o meno saranno le Forze dell'ordine.

Nell'ordinanza sono previste «multe dai 200 ai 500 euro per chi usa segni di richiamo, di invito e di saluto allusivo».

«No, non siamo in Afghanistan sotto il regime talebano ma in Umbria», commenta la senatrice umbra M5s, Emma Pavanelli, secondo cui le soluzioni della Lega sono «grottesche e offensive per la tutela del territorio ternano».

Ad esprimere il proprio sdegno anche Federico Burgo, vice presidente dell'associazione Terni Valley, secondo cui con l'ordinanza anziché ostacolare la prostituzione «si puniscono le donne e la loro libertà di vestirsi, in linea con un ideale di società antica e patriarcale, oltre che paternale».

«Roba da Medioevo», tuona il giudice di Cassazione Angelo Socci, che ha lavorato a Terni sui reati di violenza contro le donne.

Per Stefania Parisi, già assessora alla scuola e all'ambiente del Comune di Terni, «il degrado di un territorio è tutt'altra cosa e trova in altri fattori le cause. È imputabile ad una scarsa attenzione della ordinaria amministrazione alla vita della città».

«Nessun divieto di minigonne o scollature, ma solo l'intenzione di fornire alle forze dell'ordine uno strumento per intervenire e impedire fenomeni odiosi come lo sfruttamento della prostituzione», ha assicurato il Primo Cittadino all'Adnkronos, per rispondere alle polemiche sorte in merito alla sua ordinanza.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 108754107

Flusso di Coscienza

Campionato di calcio... che passione!

di Concetta Lambiase - professoressa di Educazione Fisica In questi ultimi giorni sappiamo tutti che i campionati di calcio sono terminati con vincitori e vinti, o promossi e retrocessi, e chi meglio di me sa come usare le metafore di gioco durante le lezioni in palestra o nel campetto! Alla domanda...

Trasferire persone con disabilità mentali nelle RSA equivale a una condanna

Un drammatico vaso di Pandora. È quello che si sta aprendo dopo il suicidio di pochi giorni fa della donna di 67 anni che si è gettata dalla finestra della RSA, in provincia di Salerno, in cui viveva. La donna soffriva di disturbi mentali e aveva dei precedenti. Un episodio identico era avvenuto circa...

"Bulli di sapone", una challenge per le scuole organizzata dalla Regione Campania contro il bullismo

La Regione Campania dice "no" al bullismo e lancia una social challenge per le scuole, un ciclo di incontri informativi che coinvolgerà 10.000 studenti e una campagna di sensibilizzazione a cui hanno aderito personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo ‒ Clementino, Sergio Assisi, Flo e Luigi...

Przemyśl, la nuova opera della street artist Laika dal titolo "Come with me - All Refugees Welcome"

Przemyśl, 22 aprile. Nella notte tra il 21 e il 22 aprile l'artista Laika è tornata a colpire con un nuovo blitz. L'opera dal titolo "COME WITH ME - ALL REFUGEES WELCOME" ritrae una donna rifugiata ucraina che fugge insieme al suo bambino dalla guerra e porta con sé una rifugiata siriana ed una bambina...

Annamaria Panariello e Rosanna Di Marino in una performance contro la violenza di genere

Il diritto di ogni essere umano a vivere ed esprimere liberamente le proprie emozioni ed il proprio essere. Questo il messaggio della performance "Ab-uso", realizzata dalle artiste cavesi Annamaria Panariello e Rosanna Di Marino, le quali da tempo sono unite in un sodalizio artistico denominato "Osmotica",...