Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Aureliano vescovo

Date rapide

Oggi: 16 giugno

Ieri: 15 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: Flusso di CoscienzaChi alza le mani o fa la voce grossa ha pochi argomenti per discutere e confrontarsi

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Flusso di Coscienza

Chi alza le mani o fa la voce grossa ha pochi argomenti per discutere e confrontarsi

Inserito da (Redazione), venerdì 3 gennaio 2020 11:44:55

di Patrizia Reso

A cavallo tra il 31 dicembre e il Primo gennaio sono avvenuti degli episodi che hanno di fatto riassunto, tra immagini e commenti, quello in cui si è trasformata, tra l'indifferenza della maggior parte, la nostra società. Il primo episodio, che ha destato molto scalpore a livello internazionale, è stato quello in cui, umanamente, papa Francesco ha ammesso di aver perso la pazienza e di aver chiesto scusa per questo (scuse che non sono mai state presentate da altre persone per questioni molto più gravi). Per chiunque abbia avuto modo di vedere il video incriminato, può facilmente realizzare la "veemenza" con cui la "fedele" ha richiesto la sua attenzione. Forse in altri tempi non sarebbe stato necessario chiamare neppure in causa i servizi di scorta oppure fare appello agli acciacchi di cui può soffrire un ottuagenario, che di fatto gli impediscono la padronanza che aveva un tempo del suo corpo. A mio avviso è solo questione di buona educazione, di rispetto per la figura che si ha di fronte. Oggi infatti assistiamo molto spesso al denigrare comune di particolari personaggi, con la precisa volontà di volerne sminuire lo spirito che rappresentano, che può essere istituzionale, religioso o laico, non importa. Se hai di fronte una persona che si è affermata per particolari doti o percorsi compiuti, automaticamente si aziona la macchina del fango, per rendere quella persona quanto più simile a noi e, quindi, non meritevole di rispetto ma da trattare come tuo compagno di merenda. Un secondo episodio coinvolge la figura del Presidente della Repubblica, che come di consueto ha dedicato pensieri al popolo che si onora di rappresentare, nonostante tutto. "Questa sera, care concittadine e cari concittadini, entriamo negli anni venti del nuovo secolo. Si avvia a conclusione un decennio impegnativo, contrassegnato da una lunga crisi economica e da mutamenti tanto veloci quanto impetuosi. In questo tempo sono cambiate molte cose attorno a noi, nella nostra vita e nella società." Un incipit di tutto rispetto quello di Mattarella, che guarda alla realtà, senza ignorarne i problemi, né i cambiamenti, anzi un invito alla consapevolezza degli stessi. Un discorso equilibrato come si addice ad una figura che è garante dell'Unità Nazionale. Siccome da mesi e mesi è partita anche nei suoi confronti la micidiale macchina che macina solo fango, non si può non notare la qualità dei commenti che accompagnano il video del suo discorso di fine anno, diffuso in rete (un tempo lo si leggeva sui giornali del giorno dopo oppure lo si ascoltava in contemporanea alla diffusione simultanea sulle reti della Rai). Tra i più "gentili" primeggiano quelli che lo definiscono cariatide e parassita del popolo italiano, poi trivialità spicciola, ancora sintomo di questa bassa cultura che si sta radicalizzando, fondata prevalentemente sulla mancanza di eduzione e di rispetto. Intendo solo ricordare un altro passaggio del suo discorso che trovo esplicativo per illustrare questo periodo storico che stiamo vivendo: "Una associazione di disabili mi ha donato per Natale una sedia.Molto semplice ma che conserverò con cura perché reca questa scritta: Quando perdiamo il diritto di essere differenti, perdiamo il privilegio di essere liberi. Esprime appieno il vero senso della convivenza".

Ovviamente lo spirito di convivenza all'interno di una società è fortemente minato quando alla base ha pregiudizi, preconcetti, livore e asti che non promettono nulla di buono.

Ora col terzo episodio mi avvio alla fine. Ci troviamo a Venezia: Arturo Scotto, dirigente nazionale di Articolo 1, insieme alla sua famiglia, viene aggredito da una banda di delinquenti, tutti vigliaccamente a volto coperto, che inneggiavano cori al duce e cori antisemiti. Questo durante la notte che ci portava nel 2020. Un vergognoso pestaggio che ricorda i giorni più bui del nostro Paese. Ancora una volta non posso non pensare che si tratta di cultura, formazione, rispetto, banale educazione. Ancora unna volta mi viene da pensare che chi alza le mani o fa la voce grossa ha ben pochi argomenti per discutere e confrontarsi, per accettare anche un pensiero diverso dal suo.

A tutti voi il mio augurio per l'inizio di questo nuovo decennio con le parole di uno dei massimi rappresentanti della Resistenza Italiana, Arrigo Boldrini: "Ciò che conta ora è riscoprire in fretta un altro mondo politico, sociale, culturale, ideale ...".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 103249108

Flusso di Coscienza

Campionato di calcio... che passione!

di Concetta Lambiase - professoressa di Educazione Fisica In questi ultimi giorni sappiamo tutti che i campionati di calcio sono terminati con vincitori e vinti, o promossi e retrocessi, e chi meglio di me sa come usare le metafore di gioco durante le lezioni in palestra o nel campetto! Alla domanda...

Trasferire persone con disabilità mentali nelle RSA equivale a una condanna

Un drammatico vaso di Pandora. È quello che si sta aprendo dopo il suicidio di pochi giorni fa della donna di 67 anni che si è gettata dalla finestra della RSA, in provincia di Salerno, in cui viveva. La donna soffriva di disturbi mentali e aveva dei precedenti. Un episodio identico era avvenuto circa...

"Bulli di sapone", una challenge per le scuole organizzata dalla Regione Campania contro il bullismo

La Regione Campania dice "no" al bullismo e lancia una social challenge per le scuole, un ciclo di incontri informativi che coinvolgerà 10.000 studenti e una campagna di sensibilizzazione a cui hanno aderito personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo ‒ Clementino, Sergio Assisi, Flo e Luigi...

Przemyśl, la nuova opera della street artist Laika dal titolo "Come with me - All Refugees Welcome"

Przemyśl, 22 aprile. Nella notte tra il 21 e il 22 aprile l'artista Laika è tornata a colpire con un nuovo blitz. L'opera dal titolo "COME WITH ME - ALL REFUGEES WELCOME" ritrae una donna rifugiata ucraina che fugge insieme al suo bambino dalla guerra e porta con sé una rifugiata siriana ed una bambina...

Annamaria Panariello e Rosanna Di Marino in una performance contro la violenza di genere

Il diritto di ogni essere umano a vivere ed esprimere liberamente le proprie emozioni ed il proprio essere. Questo il messaggio della performance "Ab-uso", realizzata dalle artiste cavesi Annamaria Panariello e Rosanna Di Marino, le quali da tempo sono unite in un sodalizio artistico denominato "Osmotica",...

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.