Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati nonché gli intermediari del mercato pubblicitario facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze" sempre raggiungibili anche attraverso la nostra cookie policy. Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

Rifiuta Personalizza Accetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tutto Accetta tutto Accetta selezionati

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Magno vescovo

Date rapide

Oggi: 19 agosto

Ieri: 18 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: Cronaca, Notizie, LifestyleRiciclaggio, estorsione ed attentati: dieci arresti tra Cava de' Tirreni e Nocera Inferiore

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Cava de' Tirreni, Nocera Inferiore, riciclaggio, estorsione, attentati, arresti, carabinieri

Riciclaggio, estorsione ed attentati: dieci arresti tra Cava de' Tirreni e Nocera Inferiore

i  Carabinieri  del Comando  Provinciale  di Salerno  hanno dato esecuzione  a due distinte  ordinanze  di  custodia  cautelare  personale  emesse  dal  GIP  del  Tribunale  di  Salerno  su richiesta della Direzione  Distrettuale  Antimafia di questa Procura,  nei confronti complessivamente di  10 indagati

Scritto da (Redazione Costa d'Amalfi), venerdì 1 ottobre 2021 16:19:08

Ultimo aggiornamento venerdì 1 ottobre 2021 16:19:08

In data odierna, i Carabinieri del Comando Provinciale di Salerno hanno dato esecuzione a due distinte ordinanze di custodia cautelare personale emesse dal GIP del Tribunale di Salerno su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di questa Procura, nei confronti complessivamente di 10 indagati, tutti sottoposti a custodia cautelare in carcere e gravemente indiziati, a vario titolo, di estorsione, danneggiamento, detenzione e porto abusivi dì materiale esplodente, rìciclaggìo, violenza o minaccia per costringere a commettere un reato e lesioni personali, tutti aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose.

I provvedimenti eseguiti si basano sulle risultanze di due articolate attività investigative condotte su delega di questa Procura Distrettuale dalla Sezione Operativa del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, l'una a partire dal mese di gennaio 2020, l'altra a partire da agosto dello stesso anno. Le indagini, sviluppate mediante intercettazioni telefoniche e ambientali, attività di osservazione video, analisi di tabulati telefonici, servizi di pedinamento, accertamenti bancari ed altro, pur riguardando attività delittuose distinte, sono state condotte nei confronti di soggetti che hanno in entrambi i casi attinenza (in varia misura) al contesto della criminalità organizzata nocerina e, segnatamente, al sodalizio criminale facente capo a CUOMO Michele, soggetto già condannato in via definitiva per appartenenza ad associazione di tipo mafioso quale membro del clan CONTALDO di Pagani e, più recentemente, figura centrale negli assetti camorristici locali, come emerso nel corso di svariati procedimenti penali tuttora in corso di svolgimento.

La prima indagine è stata originata dall'esplosione di un ordigno del tipo "bomba carta", che la notte del 21/01/2020 ha gravemente danneggiato l'esercizio commerciale "Teca Bar" sito nella centrale via Matteotti di Nocera Inferiore. L'attentato dinamitardo, secondo il circostanziato impianto accusatorio, rientrava all'interno di un disegno estorsivo finalizzato ad impedire alla medesima società titolare di aprire un ulteriore punto vendita lungo il Corso Vittorio Emanuele della stessa città, che proprio in quel periodo era in fase di allestimento. Il proposito delittuoso, attuato sotto la regia del predetto CUOMO e con la personale esposizione dello stesso nelle condotte intimidatorie che hanno preceduto l'atto violento sopra descritto, si prefiggeva il preciso scopo di preservare dalla concorrenza un altro esercizio commerciale, anch'esso ubicato in Corso Vittorio Emanuele, luogo di ritrovo abituale dei componenti del gruppo CUOMO e il cui titolare è risultato in contatto con il vertice del sodalizio stesso. La condotta intimidatoria e violenta degli odierni indagati (risultano colpiti dalla misura cautelare 3 soggetti, essendo un quarto indagato frattanto deceduto per complicanze da Covid-19) ha effettivamente conseguito l'obiettivo, data la decisione dei soci, per effetto delle minacce subite, di soprassedere alla realizzazione del secondo punto vendita (oltretutto sobbarcandosi conseguenti perdite economiche considerati gli investimenti sostenuti), e, dopo qualche mese e proprio a seguito di quanto accaduto, di provocare l'abbandono della medesima società da parte di due dei suoi tre componenti.

La seconda indagine ha riguardato una serie di condotte delittuose riguardanti un'operazione di riciclaggio di liquidità per un ammontare pari a 25.000 Euro circa che, a causa dell'improvvisa e inattesa impossibilità per gli interessati di riappropriarsi del valore dopo aver compiuto le operazioni volte ad ostacolarne l'identificazione della provenienza delittuosa, sfociava in vere e proprie dinamiche estorsive caratterizzate da atti di violenza fisica e vessazioni psicologiche a fini coercitivi. La vicenda emergeva nell'agosto 2020, allorquando la titolare di una rivendita di abbigliamento da cerimonia sita a Cava de' Tirreni, per il tramite di una sua conoscente, veniva coinvolta da un gruppo di soggetti tra i quali CIOFFI Leontino (personaggio a sua volta in comprovati rapporti con il gruppo CUOMO) a convogliare mediante bonifico su un conto corrente estero riconducibile al CIOFFI, dietro promessa di un compenso pari al 15 % della somma, liquidità cedutale attraverso pagamenti a mezzo P.O.S. con carte di credito superflash. Senonché, l'entità delle transazioni - a suo dire esorbitante rispetto alle proprie iniziali intenzioni - e il carattere seriale delle stesse inducevano l'istituto di credito a bloccare momentaneamente l'accredito, vanificando il tentativo dei cedenti di giustificare l'operazione con fatture false attestanti rapporti commerciali effettivamente inesistenti. Il congelamento della somma determinava una crescente fibrillazione del gruppo, i cui membri, al fine di coartare la volontà della donna, esercitavano vessazioni e minacce all'incolumità della persona e all'integrità della sua attività commerciale, prospettando in particolare sia gravi ripercussioni fisiche (in un caso effettivamente estrinsecatesi in percosse e conseguenti lesioni personali), sia la distruzione del negozio, il tutto corroborato dall'asserita riconducibilità del denaro ed interessamento ali'operazione al clan camorristico MAZZARELLA di Napoli. Gli approfondimenti investigativi effettuati nel senso hanno consentito dì accertare che l'organizzatore dell'operazione era il detenuto IACOMINO Simone, che agiva dal carcere per il tramite di ASCIONE Giovanni da Portici (ambedue destinatari dall'odierno provvedimento cautelare), e che l'estrazione criminale dei due, così come desumibile dai precedenti a carico, è caratterizzata da concreti e documentati collegamenti con il contesto relazionale e associativo del citato clan MAZZARELLA.

(foto di repertorio)

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Scomparsa di Ciro Palmieri, svolta nelle indagini: l'uomo è stato ucciso da moglie e figli. Orrore a Giffoni Valle Piana

Dopo lunghe indagini è trapelata la verità sul destino del panettiere Ciro Palmieri, scomparso il 30 luglio scorso. L'uomo è stato ucciso dalla moglie e dai figli: i tre, tra cui c'è il figlio 15enne, sono accusati di omicidio volontario aggravato anche dalla crudeltà dell'azione e da occultamento di...

Salerno, confiscati beni per 7 milioni di euro ad imprenditore nocerino

Nella giornata di ieri, 18 agosto, ufficiali di Polizia Giudiziaria in servizio presso la Guardia di Finanza di Salerno hanno dato esecuzione ad un provvedimento di confisca emesso dal Tribunale d Salerno - Sezione Misure di Prevenzione nei confronti di Giovanni Citarella (classe '68), figlio del defunto...

Auto precipita in un canale a Teggiano: agente eroe salva la vita a tre giovani

"Non ho esitato un attimo e mi sono lanciato nel canale. Non ho aspettato l'arrivo dei soccorsi. Ancora pochi minuti ed i tre giovani sarebbero stati sommersi dal fango e dall'acqua", così l'agente Salvatore Della Luna Maggio racconta di come ha salvato tre giovani, vittime di un grave incidente stradale,...

Minori, giovane denuncia violenza sessuale. Indagini in corso dei Carabinieri

Ha chiamato i Carabinieri denunciando di aver subito violenza sessuale nella casa del ragazzo che si era offerto di ospitarle per la notte. E' quanto accaduto nelle prime ore del mattino ad una giovane turista inglese come puntualmente raccontato dalle pagine de Il Vescovado, il portale on line della...

Attira bimba nel suo laboratorio, poi la bacia e la palpeggia: orrore a Battipaglia, 66enne in carcere

Utilizzando il suo cane avrebbe attirato una bambina di 11 anni nel suo appartamento per poi molestarla. L'episodio, come riporta "La Città", si sarebbe verificato nel rione Turco, a Battipaglia. L'uomo, un 66enne, avrebbe cercato di attirare sia la bimba di 11 anni che la sorella di quest'ultima. Le...

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.