Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Teresa del Bambino Gesù

Date rapide

Oggi: 1 ottobre

Ieri: 30 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Maurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De RisoHotel Santa Caterina, Albergo 5 Stelle lusso ad Amalfi. Ristorante Il Glicine, stella Michelin ad AmalfiEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: Cronaca, Notizie, LifestyleMinori, neonato non respira: il racconto dell'autista del 118 diventa virale

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Neonato in crisi respiratoria, la corsa da Minori per salvarlo

Minori, neonato non respira: il racconto dell'autista del 118 diventa virale

Il commento a caldo del dottor Raffaele Vitagliano "Sarebbe opportuno che il numero chiuso più che alle professioni sanitarie sia posto a giurisprudenza."

Scritto da (Admin), domenica 18 settembre 2022 10:03:15

Ultimo aggiornamento domenica 18 settembre 2022 10:10:36

Un vero miracolo quello realizzato dai soccorritori del 118 in Costiera Amalfitana che hanno salvato la vita di un neonato in preda a crisi respiratorie. Alle 2:16 la telefonata che ha attivato i soccorsi. Da Castiglione parte immediatamente un'ambulanza della Croce Bianca che arriva a Minori dove il piccolo viene visitato dal dottor Ciro Senatore coadiuvato dall'infermiere Riccardo Fratti.

Considerata la gravità della situazione il medico decide l'immediato trasporto all'ospedale più vicino. Alla guida dell'ambulanza Andrea Villaricca, dell'associazione Croce di Sant'Andrea, che in un lungo post, pubblicato subito dopo l'intervento, racconta le emozioni vissute in quei minuti:

"Emozioni di una notte straordinaria. Ore 02.16 squilla il telefono, la centrale operativa del 118 ci allerta per apnea e dispnea in un neonato di 1 mese di vita a Minori. Voliamo per la strada in pochi minuti siamo lì, nel tragitto si avverte un silenzio fatto di paura e tensione. Arrivati sul posto capiamo, che, nonostante, il bambino sia da poco ritornato da un nosocomio la situazione non è tranquilla. Il medico dell'equipaggio dell' ambulanza dopo aver visitato il neonato e ascoltato la descrizione degli eventi dai genitori si mette in contatto con la centrale del 118 e si fa autorizzare per un trasporto in emergenza all'ospedale di Cava dei tirreni al reparto di pediatria. Con andamento sostenuto mi rimetto alla guida dell'ambulanza, cercando di trasmettere le minori sollecitazioni alla mamma seduta dietro, nel vano sanitario, con il piccolo tra le braccia. Arrivati all'altezza di Capo d' orso l' infermiere che monitorava il neonato ci chiede di fermarci perché il piccolo è in arresto respiratorio, il medico seduto appena mi fermo insieme all' infermiere eseguono una ventilazione polmonare al bimbo che dopo 3 minuti interminabili riprende a respirare. Nel frattempo le grida e le lacrime della mamma del piccolo straziano il cuore, fermo e pronto a ripartire al posto di guida attraverso la finestra intercomunicante con la zona sanitaria incontro lo sguardo della mamma piangente che chiama Dio e mi chiede aiuto . Osservo il medico e l' infermiere che tentano il tutto per salvare il piccolo e mi sento impotente, temo il peggio, ma poi un loro sorriso mi fa capire che il piccolo ha reagito e respira. Si riparte in volata , non so dire la velocità a cui spingevo l'ambulanza ho ancora il rumore del motore allo stremo nelle orecchie, guidavo e pregavo, forse pregavo più forte di come guidavo. Arriviamo a Vietri, proprio mentre la strada si fa più dritta e scorrevole percepisco un movimento alle mie spalle, è di nuovo l' infermiere che prende il piccolo tra le braccia e riparte con le manovre di respirazione, guardo la strada con un occhio e l' altro è puntato allo specchietto retrovisore per vedere cosa succede , capisco che la situazione è grave. L'infermiere inizia un massaggio cardiopolmonare, mi fermo il medico lo affianca e collabora. Non mi volto riparto al massimo con le sirene spiegate, le preghiere si fanno più intense e supplichevoli, quei pochi km che ci dividono dall'ospedale sembrano infiniti, dietro avverto che si sta combattendo contro la morte, che sembra aver ormai vinto. Arrivo finalmente al pronto soccorso dell'ospedale di Cava dietro non si arrendono, si continua con il massaggio cardiaco , arriva il personale dell'ospedale ma il nostro infermiere non demordere continua il massaggio cardiaco. Il cuore del piccolo riparte d' improvviso, sento aprire la porta, laterale, dell' ambulanza, mi volto e vedo l'infermiere dell' equipaggio di corsa . reca tra le braccia il neonato corre all'interno del pronto soccorso dove già tutti erano pronti per continuare la rianimazione. Il bambino riprende colorito e respirazione. Noi nascondiamo le lacrime dietro un sorriso. Io prima di fare una carezza al bimbo mi fermo un attimo per ringraziare Gesù. Un caffè per festeggiare e ci riavviamo all' ambulanza per rientrare in sede. Nel viaggio di ritorno stranamente regna il silenzio , ognuno sta pensando al vero senso della vita. La notte continua , la gioia di aver vinto contro la morte ci da motivo e invita a continuare con passione e dedizione la nostra missione. Che bello ritrovarsi umani e ancora in grado di emozionarsi. Forse siamo ancora in tempo a salvare il mondo e noi stessi. Buonanotte..."

Questa mattina il commento del dott. Raffaele Vitagliano: «Talvolta mi capita di dover reagire, anche col risentimento di amici, al luogo comune di sparare nel mucchio su operatori sanitari. Sarebbe opportuno che il numero chiuso più che alle professioni sanitarie sia posto a giurisprudenza. Avremo meno disoccupati alla caccia di un possibile appiglio, vero o presunto, per mettere alla graticola gli operatori sanitari. Ovviamente, la mia è una provocazione. Io non ritengo utile il numero chiuso, quanto l'opportunità di maggiori investimenti nella didattica piuttosto che nelle armi. La cultura elargita copiosamente è il fondamento del progresso umano e civile.»

Fonte: Il Vescovado

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Cronaca, Notizie, Lifestyle

Suicidio a Cava de' Tirreni, la vittima aveva 31 anni. Sindaco Servalli: «Giornata drammatica per la città»

Cava de' Tirreni è ancora sotto choc per il suicidio verificatosi ieri pomeriggio. La tragedia si è consumata intorno alle 13.30 sotto lo sguardo attonito di alcuni testimoni che hanno visto la vittima, un giovane di 31 anni, con problemi psichici e che da tempo soffriva di depressione, salire sul muretto...

Tragedia a Cava de' Tirreni, uomo precipita dal ponte dell'ospedale e perde la vita

Tragedia a Cava de' Tirreni. Intorno alle 14, un uomo è precipitato dal ponte dell'ospedale. Si ipotizza, come scrive RTC Quarta Rete, un gesto volontario. Sul posto, oltre ai soccorsi del 118, i vigili del fuoco di Salerno, ma per l'uomo non c'è stato nulla da fare.

Positano dal 1° ottobre l'inaugurazione della mostra dell'artista cubano Vicente Hernández: "Argonaut in Positano"

Sabato 1 ottobre, alle ore 18:30 presso la Pinacoteca Comunale, sarà inaugurata la mostra Vicente Hernández. Argonaut in Positano. L'esposizione promossa dal Comune di Positano e dall'Associazione Positano Arte e Cultura, in collaborazione con il Museo-FRaC Baronissi. Curata da Massimo Bignardi, la mostra...

Scoperta piantagione di marijuana in casa: arrestati due fratelli a Cava de' Tirreni

A seguito dell'intensificazione dei servizi di controllo del territorio miranti - in particolare - al contrasto dello spaccio di sostanza stupefacenti destinato soprattutto ai giovanissimi abitanti di Cava de' Tirreni, gli Agenti di Polizia del Commissariato hanno scoperto - a seguito della tradizionale...

Cava de' Tirreni. Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il muro della Caritas

Poco dopo le 6,30 di questa mattina, un'automobilista ha perso il controllo della sua piccola utilitaria, finendo la sua corsa contro un muro in Via Avallone a Cava de' Tirreni. Esplosi entrambi gli airbag con gravi danni alla parte frontale dell'auto. Alla guida un trentenne residente nella città metelliana....

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.