Ultimo aggiornamento 8 minuti fa S. Aurelio vescovo

Date rapide

Oggi: 20 luglio

Ieri: 19 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaIl filo rosso della droga tra Salerno e Napoli

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca

Il filo rosso della droga tra Salerno e Napoli

Inserito da Il Mattino (admin), lunedì 24 settembre 2001 00:00:00

Erano incontri segreti quelli che il baby boss Gianni Squillace (nella foto in alto) fissava con trentenni cavesi per acquistare l'hashish destinata ai suoi fedeli spacciatori. Le rivelazioni di uno dei testi chiave aprono una nuova pista sul caso della setta degli orrori: una piramide controllava il traffico di droga in città. La chiave, seguita dagli uomini della direzione distrettuale antimafia, porterebbe ad un'organizzazione ramificata e legata con un filo doppio ad altri volti noti dello spaccio. Al momento non ci sono nomi, ma una frase, riportata nei verbali degli interrogatori, farebbe riferimento ad altri ragazzi con cui Squillace fissava degli appuntamenti segreti per acquistare i quantitativi di hashish da ripartire tra i suoi affiliati. Nessun nome, ma vaghi identikit di poco più che trentenni, ben coperti e soprattutto accorti dopo i primi blitz della polizia locale. Felice Cardamone - secondo le testimonianze alter ego di Squillace - si riforniva invece a Napoli. I collegamenti con la cupola della droga non finirebbero qui. Alcune delle lettere sequestrate, tra quelle pervenute a Squillace in carcere, provano un legame stretto con la signora della droga, Lucia Zullo (nella foto in basso), arrestata qualche mese fa come perno principale di un traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Era proprio lei la mittente di una di queste missive, in cui parlava a Gianni come ad un amico. E forse qualcosa di più: un uomo del suo ambiente. Tanto da procurargli un adeguato sostegno anche dietro le sbarre, raccomandandolo ad un altro suo amico, anche lui detenuto per fatti di droga, tal Roberto Boccalupo. Un altro anello della lunga catena. Alcuni di questi sono in carcere in attesa di processo, ma mancano ancora molti tasselli per cercare di far quadrare il cerchio. Prima dell'udienza preliminare, fissata per il prossimo 12 novembre, potrebbero essere fissati nuovi interrogatori su richiesta degli stessi imputati.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 106449107

Cronaca

Contrasto al lavoro nero: scoperte irregolarità in cantiere edile di Amalfi

Un'importante operazione di controllo è stata condotta questa settimana dai Carabinieri dell'Aliquota Operativa del NORM di Amalfi e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Salerno. L'obiettivo, intensificare la lotta contro il lavoro nero: un fenomeno purtroppo ancora diffuso che danneggia...

Incidente sull'A2: le vittime sono marito e moglie, gli avvocati Mario Valiante e Wilma Fezza

Sono gli avvocati Mario Valiante e Wilma Fezza, marito e moglie di Pellezzano, le vittime dell'incidente verificatosi questa mattina sull'autostrada A2 direzione Sud all'altezza dello svincolo per Eboli. Wilma e Mario erano molto conosciuti ed apprezzati per la loro professionalità e per la dedizione...

Incidente mortale sull'autostrada A2: otto mezzi coinvolti, due vittime

Tragico incidente poco fa sull'autostrada A2 direzione Sud all'altezza dello svincolo per Eboli (Sa). Per cause da verificare l'incidente ha visto coinvolti 8 mezzi tra cui un camion. Purtroppo si registrano 2 vittime (una coppia) e numerosi feriti anche gravi. Sul posto i Vigili del Fuoco, allertati...

Roccadaspide, sequestrati ingenti quantitativi di rifiuti speciali in un allevamento di suini

I Carabinieri del NOE di Napoli unitamente a personale della Stazione CC di Roccadaspide, collaborati da personale dell'ASL, servizio veterinario di Salerno, e dell' ARPA Campania, nel corso di un controllo finalizzato al rispetto della normativa ambientale stanno eseguendo un sopralluogo nei pressi...

Salerno, apprensione per la scomparsa del 21enne Kei Hixon

Kei Hixon, un ragazzo di 21 anni, alto circa 1,70 m, è scomparso il 13 luglio 2024 nella zona Litoranea di Salerno. Kei indossava una maglietta Nike e pantaloncini azzurri/blu al momento della scomparsa, ma non aveva con sé il telefono o i documenti. Kei parla solo inglese. Le autorità invitano chiunque...