Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Cristina vergine

Date rapide

Oggi: 24 luglio

Ieri: 23 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Prima Cotta, la Mozzarella di Bufala Campana fuori dal coro. Caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaGifra, mezzo secolo per formare i giovani

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca

Gifra, mezzo secolo per formare i giovani

Inserito da Il Mattino (admin), martedì 30 ottobre 2001 00:00:00

La Gifra Antoniana celebra i suoi cinquant'anni di vita. L'associazione cattolica, fondata nel '51 dal francescano padre Marco Adinolfi, ha indetto per oggi e per domani 31 ottobre il raduno del giubileo antoniano. Tutti i protagonisti di quella stagione e tutti quelli che si sono formati in questi 50 anni alla scuola della preghiera, dell'azione e del sacrificio si ritroveranno intorno a padre Marco Adinolfi ed al suo successore, padre Giuseppe Baldini, che ne ereditò il patrimonio ed ancora oggi, nonostante l'età, ne sorregge le sorti con entusiasmo ed amore. Un incontro tra amici, tra fratelli, un ritrovarsi tra quelle mura che sono state per tantissimi una scuola di dottrina cristiana e sociale. «Sì - aggiunge Francesco Gravagnuolo, che ne fu uno dei primi soci - una scuola di straordinario ed ineguagliabile valore, nella quale si sono formati centinaia di giovani cavesi». Erano gli anni in cui la Giac, il movimento giovanile di Azione cattolica, era impegnato in una grande mobilitazione politica e religiosa. E, tra i suoi impegni sotto la presidenza di Carlo Carretto, v'era la grande attenzione alle condizioni economiche della gioventù italiana. In tale clima padre Marco Adinolfi, francescano, intellettuale, raccoglie il messaggio e dà vita alla Gifra Antoniana. Ed intorno a lui si adunano Giuseppe Raimondi, oggi ex direttore generale di banca in pensione, Felice Scermino, presidente di Corte d'Appello, Alfonso Di Serio, manager di industria, Francesco Gravagnuolo, direttore di banca, Gennaro Avallone, Enzo Criscuolo, Enzo Senatore e tanti altri. Insieme lavorano al servizio della comunità.

I gruppi

Nella città il movimento giovanile aveva basi solide, vive e vitali con le associazioni cattoliche «S. Francesco D'Assisi», nella parrocchia S. Adiutore, e «S. Giovanni Berchemans» nella frazione di Pregiato. Una storia, la loro, che risaliva agli inizi del secolo ed era stata scritta da sacerdoti come Mario Violante, Giuseppe Trezza e Innocenzo Sorrentino. Forti e coerenti, avevano lottato contro la bufera fascista senza piegarsi e lì, in piccole ed anguste sale di parrocchia, avevano fortificato la mente ed il cuore di tanti giovani che nel dopoguerra hanno costituito la classe politica ed amministrativa della città. Un cammino, quello tracciato da padre Adinolfi, entusiasmante. La sua «cucciolata» cresceva, ma venne il tempo dell'addio. Emigrò a Roma, a Milano, a Gerusalemme, impegnato in studi severissimi di Sacra Scrittura. Oggi è un'autorità in campo religioso: è emerito di sacra Scrittura nel Pontificio Ateneo Antoniano di Roma e nello Studium Biblicum Franciscum di Gerusalemme. Ma ha portato sempre nel suo cuore e negli occhi i visi dei tanti giovani che intorno a lui avevano riscoperto i valori della verità, della giustizia e dell'impegno sociale.

Il raduno

Ed oggi si ritrovano. «È un motivo d'orgoglio per noi vecchi soci, allora fanciulli aspiranti, adolescenti Juniores; ci ritroveremo nel nome - dichiara Giuseppe Raimondi, primo presidente e punto di riferimento per anni dell'associazione - di S. Francesco e S. Antonio e tutti insieme saremo accolti ancora una volta, come allora, dal sorriso dell'indimenticato ed amato padre Marco. Sarà un motivo di grande gioia per tutti». Già nella serata di ieri molti sono arrivati e hanno iniziato ad assaporare l'aria del ritorno. Il raduno avrà inizio oggi, ma domani prende l'avvio quello del Giubileo. Alle 8,30 registrazione dei partecipanti, alle 9,30 messa sociale, alle 11 adunanza con la prolusione di padre Marco Adinolfi. Al termine la cerimonia del tesseramento con la consegna delle tessere e dei distintivi. «Certamente saranno presenti con noi quanti ci hanno lasciato: già vedo il volto sorridente di Fortunato Petrone, papà di padre Luigi, il possente e coriaceo Lillino Greco, il mattacchione Alfonso Gravagnuolo - commenta Alfonso Di Serio - Ricordo con struggente nostalgia quelle serate trascorse insieme con gli amici all'aperto o nella sede a cantare. Erano i canti della montagna o della Giac. Riascoltarli sarà per tutti noi un tuffo nel passato». L'allegra brigata già vive dalle prime ore di oggi il Giubileo. Tutti impegnati nelle prime ore del mattino nell'approntamento di una mostra fotografica, che ripercorrerà i cinquant'anni di vita dal '51 ad oggi. Da ricordare, poi, che alle 18, nella sala del Consiglio comunale, nell'ambito della XXVII edizione della Lectura Dantis Metelliana, promossa ed organizzata da padre Attilio Mellone, padre Marco Adinolfi terrà una lezione sul tema «I personaggi del Nuovo Testamento nella Divina Commedia». Ad ascoltarlo ci saranno certamente anche tantissimi soci della Gifra Antoniana.

 

Nota della redazione: Nella nostra sezione "Agenda degli eventi" puoi trovare tutte le notizie e le informazioni sul 50° anniversario di questa scuola di dottrina cristiana e sociale dallo straordinario ed ineguagliabile valore.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 10567109

Cronaca

Contrasto al lavoro nero: scoperte irregolarità in cantiere edile di Amalfi

Un'importante operazione di controllo è stata condotta questa settimana dai Carabinieri dell'Aliquota Operativa del NORM di Amalfi e del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Salerno. L'obiettivo, intensificare la lotta contro il lavoro nero: un fenomeno purtroppo ancora diffuso che danneggia...

Incidente sull'A2: le vittime sono marito e moglie, gli avvocati Mario Valiante e Wilma Fezza

Sono gli avvocati Mario Valiante e Wilma Fezza, marito e moglie di Pellezzano, le vittime dell'incidente verificatosi questa mattina sull'autostrada A2 direzione Sud all'altezza dello svincolo per Eboli. Wilma e Mario erano molto conosciuti ed apprezzati per la loro professionalità e per la dedizione...

Incidente mortale sull'autostrada A2: otto mezzi coinvolti, due vittime

Tragico incidente poco fa sull'autostrada A2 direzione Sud all'altezza dello svincolo per Eboli (Sa). Per cause da verificare l'incidente ha visto coinvolti 8 mezzi tra cui un camion. Purtroppo si registrano 2 vittime (una coppia) e numerosi feriti anche gravi. Sul posto i Vigili del Fuoco, allertati...

Roccadaspide, sequestrati ingenti quantitativi di rifiuti speciali in un allevamento di suini

I Carabinieri del NOE di Napoli unitamente a personale della Stazione CC di Roccadaspide, collaborati da personale dell'ASL, servizio veterinario di Salerno, e dell' ARPA Campania, nel corso di un controllo finalizzato al rispetto della normativa ambientale stanno eseguendo un sopralluogo nei pressi...

Salerno, apprensione per la scomparsa del 21enne Kei Hixon

Kei Hixon, un ragazzo di 21 anni, alto circa 1,70 m, è scomparso il 13 luglio 2024 nella zona Litoranea di Salerno. Kei indossava una maglietta Nike e pantaloncini azzurri/blu al momento della scomparsa, ma non aveva con sé il telefono o i documenti. Kei parla solo inglese. Le autorità invitano chiunque...