Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Eleonora vergine

Date rapide

Oggi: 21 febbraio

Ieri: 20 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa Eva Prima Cotta, Caseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAOfferta Granato Caffè a cialde con macchina FrogMaurizio Russo liquorificio e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' TirreniHotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaDroga e cellulari nel carcere di Salerno: 16 arresti, c'è anche un agente penitenziario

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca

Salerno, carcere, droga, cellulari, cronaca

Droga e cellulari nel carcere di Salerno: 16 arresti, c'è anche un agente penitenziario

In particolare, il G.I.P., su richiesta di questa Procura, ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di otto persone e gli arresti domiciliari per sei persone

Inserito da (Redazione Costa d'Amalfi), giovedì 25 gennaio 2024 11:02:25

Nella mattinata di oggi, i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Salerno e personale del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di applicazione di misure cautelari personali nei confronti di 16 soggetti, di cui 9 in carcere e 7 ai domiciliari, indagati, tra l'altro, per i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti ed all'introduzione di telefoni cellulari all'interno della casa circondariale "A. Caputo" di Salerno.

In particolare, il G.I.P., su richiesta di questa Procura, ha disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di otto persone e gli arresti domiciliari per sei persone.

Tra i destinatari del provvedimento cautelare compaiono anche un'agente penitenziario e la compagna, entrambi già arrestati in flagranza di reato per fatti diversi ma analoghi, lo scorso 21 dicembre, per aver favorito, a fronte del pagamento di denaro, l'introduzione all'interno della struttura carceraria dello stupefacente e degli strumenti di comunicazione.

Le indagini, condotte congiuntamente dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Salerno e dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria, con il supporto del Gruppo Mezzi Tecnici dello SCICO, riguardano complessivamente 31 persone fisiche, a cui vengono contestati, a vario titolo, oltre ai reati in materia di stupefacenti, alcuni episodi corruttivi, l'estorsione, la vendita di un'arma modificata nonché il riciclaggio e l'auto riciclaggio dei proventi illeciti attraverso l'acquisto di attività commerciali e di auto di grossa cilindrata.

In particolare, secondo l'ipotesi accusatoria, allo stato confermata dal Giudice per le Indagini Preliminari, un detenuto considerato vicino al clan "DE FEO" di Bellizzi, nel periodo compreso tra agosto 2022 e febbraio 2023, avrebbe promosso un'associazione per delinquere, composta da soggetti, alcuni in stato di detenzione e altri operanti all'esterno del carcere, che si sarebbero adoperati, ognuno con compiti ben delineati, nel fornire il proprio e fattivo contributo finalizzato alla buona riuscita dell'attività illecite poste in essere.

Tale associazione, avrebbe avuto, attraverso una rete di sodali, anche una operatività all'esterno dell'istituto penitenziario riuscendo a controllare la gestione di piazze di spaccio nei comuni di salernitani di Bellizzi, Montecorvino Pugliano e Battipaglia.

Gli accertamenti istruttori hanno permesso di documentare l'ingresso di ingenti quantitativi di droga per un valore superiore ai 50.000,00 euro, il cui pagamento sarebbe avvenuto attraverso l'utilizzo di carte prepagate, intestate a soggetti esterni, i quali provvedevano a prelevare le somme in contanti, permettendone così il rientro nella disponibilità dell'associazione e il reimpiego, in parte, per l'acquisto di ulteriore sostanza stupefacente.

I proventi dell'attività delittuosa sarebbero stati poi utilizzati per effettuare ulteriori investimenti, tra cui l'acquisto di un centro estetico in Bellizzi (SA) e quello di un'autovettura di grossa cilindrata, beni entrambi sottoposti a sequestro dall'Autorità Giudiziaria.

Le investigazioni hanno consentito di delineare in maniera puntuale i ruoli di ogni membro dell'associazione criminale: è stato accertato come alcuni si occupassero di reperire lo stupefacente, altri i dispositivi cellulari e le SIM dedicate, altri gestissero le carte prepagate sfruttando i familiari dei detenuti per il prelievo del contante.

Tra le condotte illecite accertate vi sarebbe anche una spedizione punitiva nei confronti di un soggetto che non si atteneva alle direttive impartire dal promotore dell'associazione e la vendita di un'arma modificata.

Secondo l'ipotesi accusatoria, il fiorente spaccio monitorato all'interno dell'Istituto era agevolato anche da detenuti che, approfittando della libertà di movimento dettata del loro ruolo impiego quali "lavoranti", per conto dell'associazione, si adoperavano per trasportare la sostanza stupefacente nelle varie sezioni, eludendo i controlli, in cambio di piccole dosi per uso personale.

Il provvedimento eseguito in data odierna è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari, i cui destinatari sono da ritenersi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

L'esecuzione è in corso nei comuni di Salerno (SA), Angri (SA), Bellizzi (SA), Avellino, Eboli (SA), Ariano Irpino (AV), Montecorvino Rovella (SA), Montecorvino Pugliano (SA) Santa Maria Capua. Vetere (CE), Lecce (LE) e Forlì (FC).

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

Carcere di Salerno <br />&copy; Guardia di Finanza Carcere di Salerno © Guardia di Finanza

rank: 109915106

Cronaca

Blitz antidroga ad Agropoli: sventata una rete di spaccio in diversi comuni del Cilento

Blitz antidroga ad Agropoli: alle prime luci dell'alba i Carabinieri hanno arrestato 3 persone e disposto il divieto di dimora per altre 3, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Tra gli arrestati figurano una nota famiglia del luogo e un cittadino extracomunitario. Durante le perquisizioni,...

Choc ad Angri, 47enne aggredisce e ferisce personale della polizia municipale

Ad Angri , nella mattinata del 19 febbraio, i Carabinieri della locale Stazione e gli agenti della Polizia Municipale di Angri hanno arrestato, in flagranza di reato, per "resistenza a Pubblico Ufficiale, lesioni personali aggravate e violenza e minaccia a P.U." un 47enne del luogo. L'uomo negli uffici...

Scafati, sequestrati 2 milioni di prodotti per creare gioielli artigianali privi delle necessarie certificazioni

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno, nell'ambito di interventi mirati al contrasto del commercio di articoli non sicuri e probabilmente pericolosi per la salute degli acquirenti, ha sequestrato circa 2milioni di prodotti. In particolare, le Fiamme Gialle della Compagnia di Scafati...

«Il vaccino uccide», «Servi nazisti». Scritte No Vax al patronato della Cgil di Salerno

«Un vero e proprio atto intimidatorio nei nostri confronti. I muri della nostra sede INCA di Corso Garibaldi a Salerno sono stati imbrattati da scritte No Vax». Queste le parole di Antonio Apadula, Segretario Generale Cgil Salerno, che interviene sull'atto intimidatorio ai danni del Patronato Inca Cgil...

Cava de’ Tirreni, si spaccia per maresciallo dei carabinieri e tenta truffe a famiglie cavesi

Un individuo si è spacciato per un carabiniere e ha tentato truffe telefoniche a diverse famiglie a Cava de' Tirreni. Come riporta il quotidiano "Il Mattino", il truffatore, fingendosi un maresciallo dei carabinieri, ha contattato diverse famiglie affermando che i loro figli erano coinvolti in un incidente...

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.