Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo a cuore la tua privacy

Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati personali dai dispositivi (ad esempio l'indirizzo IP, tracciamenti precisi dei dispositivi e della posizione geografica), al fine di garantire le funzionalità tecniche, mostrarti pubblicità personalizzata, misurarne la performance, analizzare le nostre audience e migliorare i nostri prodotti e servizi. Con il tuo consenso potremo fare uso di tali tecnologie per le finalità indicate. Puoi liberamente conferire, rifiutare o revocare il consenso a tutti o alcuni dei trattamenti facendo click sul pulsante "Preferenze". Puoi acconsentire all'uso delle tecnologie sopra menzionate facendo click su "Accetta" o rifiutarne l'uso facendo click su "Rifiuta".

RifiutaPersonalizzaAccetta

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il rispetto della tua riservatezza è la nostra priorità

Noi e i nostri fornitori archiviamo informazioni su un dispositivo (e/o vi accediamo), quali cookie e trattiamo i dati personali, quali gli identificativi unici e informazioni generali inviate da un dispositivo per le finalità descritte sotto. Puoi fare clic per consentire a noi e ai nostri fornitori di trattarli per queste finalità. In alternativa puoi fare clic per negare il consenso o accedere a informazioni più dettagliate e modificare le tue preferenze prima di acconsentire. Le tue preferenze si applicheranno solo a questo sito web. Si rende noto che alcuni trattamenti dei dati personali possono non richiedere il tuo consenso, ma hai il diritto di opporti a tale trattamento. Puoi modificare le tue preferenze in qualsiasi momento ritornando su questo sito o consultando la nostra informativa sulla riservatezza.

Cookie strettamente necessari Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito e non possono essere disattivati ​​nei nostri sistemi. Di solito vengono impostati solo in risposta alle azioni da te effettuate che costituiscono una richiesta di servizi, come l'impostazione delle preferenze di privacy, l'accesso o la compilazione di moduli. È possibile impostare il browser per bloccare o avere avvisi riguardo questi cookie, ma di conseguenza alcune parti del sito non funzioneranno. Questi cookie non archiviano informazioni personali.

Cookie per pubblicità mirata Questi cookie possono essere impostati tramite il nostro sito dai nostri partner pubblicitari. Possono essere utilizzati da queste aziende per costruire un profilo dei tuoi interessi e mostrarti annunci pertinenti su altri siti. Non memorizzano direttamente informazioni personali, ma sono basati unicamente sull'individuazione del tuo browser e del tuo dispositivo internet. Se non si accettano questi cookie, riceverai una pubblicità meno mirata.

Rifiuta tuttoAccetta tuttoAccetta selezionati

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Filippo Neri sacerdote

Date rapide

Oggi: 26 maggio

Ieri: 25 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico Costiera Amalfitana

Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Vi. Pa. Alberghi Ravello, Hotel Giordano, Villa Maria, Villa EvaCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàSmall Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAConnectivia Fibra diretta e soluzioni tecnologiche avanzate per la tua azienda o la tua Maurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Hotel Marina Riviera Amalfi - Luxury 4 Stars Holte in Amalfi - Swimming Pool - Bistrot - Gourmet

Tu sei qui: CronacaAltruisti o zeloti?

Maurizio Russo, liquorificio dal 1899 - Bu, le creme con latte di BufalaPasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Cronaca

Altruisti o zeloti?

Inserito da Lello Pisapia (admin), sabato 20 maggio 2000 00:00:00

Nell'attuale contesto storico, in una società occidentale caratterizzata vieppiù da una progressiva divaricazione tra fasce sociali opulente e sacche di emarginazione e di povertà, il fenomeno del volontariato è la manifestazione della crescita della sensibilità individuale e collettiva verso chi ha bisogno di aiuto morale e materiale, verso chi subisce in prima persona le contraddizioni di una società post-industriale in cui è in atto una crisi axiologica, di fede e di valori, senza precedenti. Alla crisi di valori si accompagna un diffuso squilibrio istituzionale, caratterizzato in molte realtà dalla sostanziale assenza o scarsità di interventi nel sociale. Dietro una facciata di progresso, restano pressoché intatti, se non aggravati, secolari e tremendi problemi di divisioni razziali e di emarginazione. Basta leggere i periodici rapporti della FAO, l'organizzazione dell'ONU per l'alimentazione nel mondo, per rendersi conto che quasi 1 miliardo di persone è ai limiti della sopravvivenza per assoluta carenza di cibo, assistenza, medicinali. Di fronte a tali fatti non si può eludere un fondamentale interrogativo: viviamo o vivremo per davvero in un Villaggio Globale, o questa espressione è soltanto l'ennesima mistificazione di una società alla "fin du siecle?" Quel che è certo è che, secondo le più recenti statistiche, un italiano su 15 è impegnato in attività volontarie. Dieci anni fa il rapporto era solo di 1 su 89. Si registra, dunque, una sensibile crescita dell'impegno sociale profuso da cittadini di ogni ceto e condizione, a titolo assolutamente volontario e gratuito. Il nostro interesse precipuo si orienta proprio verso questi cittadini. Chi sono? Altruisti o zeloti? Ovvero, il volontario è un altruista o agisce in vista di un riconoscimento? Coleman, professore di Sociologia all'Università di Chicago, sostiene che, se le nostre azioni procurano beneficio a qualcun altro, costui è spinto a manifestare il proprio riconoscimento attraverso l'approvazione sociale. Di conseguenza, gli sforzi di qualcuno possono soddisfare direttamente i suoi interessi (anche se non sufficienti a superare i costi dell'azione) ed ottenere il riconoscimento degli altri per aver allo stesso tempo soddisfatto anche i loro interessi. In alcuni casi la combinazione di questi due benefici è superiore ai costi dell'attività del singolo: questa è la razionalità degli Zeloti. E' pur vera un'altra considerazione: spesso chi offre il suo aiuto agli altri non si questiona, non si chiede il perché, sente semplicemente di dover fare qualcosa. Spesso le nostre biografie personali influenzano fortemente le nostre scelte operative. Difatti, partendo dalla più ovvia delle domande (perché si fa volontariato?), vediamo il dipanarsi di un percorso interiore non lineare, ma comunque ricco di stimoli e di attenzione alle cose a noi più vicine o che più di altre hanno segnato la nostra vita. L'impegno del volontario è un impegno personale e, come tale, coinvolge tutta la persona, con i suoi limiti e difetti, ma anche con i suoi sogni ed aspirazioni.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

rank: 10998107

Cronaca

Salerno, controllori aggrediti a bordo di un mezzo di Busitalia

Ancora una volta si registra un episodio di violenza sui mezzi pubblici nel Salernitano. Ieri pomeriggio, intorno alle ore 15, nei pressi della stazione di Salerno, due controllori della linea 12 di Busitalia Campania sono stati aggrediti durante il loro servizio. Durante una fermata regolare, i controllori,...

Alessandro morto sul lavoro a Scafati, era assunto in nero: 5 indagati

Alessandro Panariello, il 21enne di Poggiomarino che ha perso la vita nell'incidente sul lavoro a Scafati, lo scorso 17 maggio, lavorava in nero. Come scrive Fanpage, Panariello era operaio presso un'impresa edile e aveva chiesto al datore di lavoro di metterlo in regola e aumentare il salario. Poi,...

Dall'Agro nocerino sarnese a Maiori per iniziare fiorente attività di spaccio: tre ai domiciliari

Questa mattina, in Pagani, Sant'Egidio del Monte Albino e Ascoli Piceno (AP) i Carabinieri della Compagnia di Amalfi, unitamente ai militari del Nucleo Cinofili di Sarno, del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore e della Compagnia di Ascoli Piceno (AP), hanno eseguito un'ordinanza applicativa della...

Malata di tumore e insultata sul web, la storia della 14enne salernitana Asia attira l'attenzione di Mattarella

Ha fatto il giro dei social a storia di Asia, una ragazzina di 14 anni di Sala Consilina, in provincia di Salerno. La giovane è una paziente oncologica che con forza d'animo straordinaria sta affrontando non solo la malattia, ma anche gli insulti sui social. Ricoverata nell'ospedale Santobono-Pausillipon...

Incidente sul lavoro a Scafati: la vittima è Alessandro, 21enne di Poggiomarino

E' Alessandro Panariello l'operaio 21enne che ha perso la vita ieri a Scafati. La tragedia si è consumata quando una lastra d'acciaio è caduta da un'impalcatura di un palazzo in via Melchiade, provocando la morte del giovane . Il sindaco di Scafati, Pasquale Aliberti, ha pubblicato un breve messaggio...

Il Portico - Il quotidiano di Cava de' Tirreni

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.