Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 ore fa S. Lamberto martire

Date rapide

Oggi: 16 aprile

Ieri: 15 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieStorie di Famiglia

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Storia e Storie

Storie di Famiglia

Scritto da (Redazione), giovedì 16 maggio 2019 09:10:12

Ultimo aggiornamento giovedì 16 maggio 2019 09:10:12

di Patrizia Reso

Chi mi conosce, sa che provengo dal felice incontro di due famiglie semplici ed oneste. Non appartengo a nessun nome altisonante o storico di Cava. Mio nonno paterno era operaio presso le Cotoniere Meridionali, lavoro che ebbe perché tornò vivo, ma invalido, dalla Grande Guerra. Mio nonno materno era ferroviere e fu tra quegli uomini messi precocemente a riposo, perché infangato dal licenziamento per "per scarso rendimento", motivazione che andava in voga negli ‘30/'40. Non aveva la tessera del PNF. Tentò poi, come tanti, la fortuna in America, ma tornò come partì, ricco solo di un'altra esperienza. Morì anzitempo, forse per il senso di nullità in cui fu catapultato.

Nonostante le evidenti difficoltà, questi uomini hanno cresciuto i loro figli nel rispetto degli altri, senza trasmettere sentimenti di odio o di rivalsa. I vari figli, da ambo le parti, sono stati onesti lavoratori o, in molti casi, servitori della Patria, sì, quella con l'iniziale maiuscola. Sentimenti di rispetto e di onestà che hanno trasmesso, a loro volta, alla progenie.

Difficilmente ti vergogni o ti dissoci dalle tue origini, anche se, il più delle volte, sono semplici, di gente comune. In questi giorni sono rimasta particolarmente colpita d un paio di eventi, che coinvolgono le proprie origini.

Il 5 maggio scorso, in seguito all'ennesima sparatoria che si è consumata a Napoli, spargendo sangue innocente e puro, quello della piccola Noemi, ha visto il popolo napoletano più indignato del solito. In molti hanno partecipato al corteo DisarmiAmo Napoli.

Tra i vari interventi di solidarietà, umani e popolari, che si sono avuti, uno è emerso per la genuinità, quello di Antonio Piccirillo, il cui nome non ci dice nulla se non lo associamo a quello del padre, Rosario, noto elemento della camorra napoletana. Antonio, 23 anni, così si è espresso: "Io sono Antonio Piccirillo, figlio di Rosario Piccirillo, che ha fatto scelte sbagliate nella vita. È un camorrista. Lo dicono i giudici, i giornali, le istituzioni. Io voglio lanciare un messaggio ai figli di queste persone: amate sempre i vostri padri ma dissociatevi dal loro stile di vita. Sono stili di vita che non pagano, Ci avete pregiudicato per tutta la vita e se noi figli non faremo passi in avanti in positivo, rimarremo fossilizzati in questa cultura che non paga, priva di etica, di valori, di tutto. La camorra è ignobile, ha sempre fatto schifo,, oggi come cinquant' anni fa, è sempre stata ignobile. Camorristi non rispettano nessuno!".

Un giovane ragazzo, stanco di essere considerato il figlio di, che, pur non smettendo di amare il padre, ne rinnega lo stile di vita, Quanto gli sarà costata l'acquisizione di questa consapevolezza? Manifestarsi in pubblico? Quanto avrà sofferto nel corso della sua giovane vita? Antonio è la vera speranza per il futuro di Napoli e non solo!

Altro caso che ha riempito le pagine dei giornali: Caio Giulio Cesare Mussolini, nipote di Vittorio, secondogenito di Benito, candidato per Fratelli d'Italia. Persona con un curriculum di tutto rispetto, colto, poliglotta, con grandi responsabilità lavorative. Cosa mi colpisce della sua biografia? Nato in Argentina. Pochi sanno che l'Argentina è stato uno dei paesi prediletti in cui emigrarono uomini, con responsabilità pregresse, durante il secondo dopoguerra. "Non mi vergognerò mai della mia famiglia", ha dichiarato Caio Giulio Cesare Mussolini. Basta aprire la Treccani online per trovare alcune notizie. Vittorio Mussolini "nel 1935, conseguito il brevetto di pilota, con il fratello Bruno partecipò come volontario in aeronautica alla campagna d'Etiopia, nella quale si distinse per alcune azioni belliche. Narrò delle sue imprese in un libro, Voli sulle Ambe (Firenze 1937), che gli dette una triste fama all'estero per il tono gioioso con cui rievocava bombardamenti e uccisioni. (...) Rifugiatosi in Germania subito dopo il 25 luglio 1943, collaborò attivamente con i tedeschi che, all'annuncio dell'armistizio, lo scelsero per costituire un governo fascista provvisorio, come lo definì Goebbels nel suo Diario, insieme ad Alessandro Pavolini e Renato Ricci. Nei giorni seguenti l'8 settembre fu proprio questa troika che, dalla Germania, diffuse appelli radiofonici in Italia. Alla liberazione del duce, una volta costituita la Repubblica sociale di Salò, Vittorio ricoprì la carica di supervisore delle segreterie del padre, ma di fatto il suo ruolo fu quello di collaboratore fedele senza alcuna vera funzione. Quasi per caso non si aggregò con la colonna del duce che lasciò Milano per il lago di Como e, grazie a questa circostanza, riuscì a salvarsi. Dopo essersi nascosto per qualche mese in istituti religiosi, prima a Como poi in altre città, alla fine del 1946 si imbarcò clandestinamente per l'Argentina, meta privilegiata dell'emigrazione politica postbellica, servendosi di un passaporto falso".

Se fossi stata una responsabile di partito, avrei chiamato a candidarsi Antonio Piccirillo, vera speranza per l'Italia.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Cava de' Tirreni: 38 anni fa lo stadio comunale veniva intitolato a Simonetta Lamberti

Il 2 aprile 1983 lo stadio comunale di Cava de' Tirreni venne intitolato alla memoria di Simonetta Lamberti, la figlia del magistrato Alfonso Lamberti uccisa nel corso di un attentato il cui obiettivo era suo padre, all'epoca procuratore di Sala Consilina. Lo stadio venne intestato alla bimba cavese...

Marco Pantani: quanto la corsa de "Il Pirata" si fermò a Cava de' Tirreni

Marco Pantani è stato, senza ombra di dubbio, uno dei più grandi campioni del ciclismo italiano. Per "Il Pirata" (questo il suo storico soprannome) una carriera costellata da tanti successi, ma anche da cadute e gravi incidenti, come quello verificatosi nel lontano maggio 1997 a Cava de' Tirreni. Era...

Cava de' Tirreni: 12 anni fa riapriva al culto la Basilica di San Francesco

Il 14 marzo 2009 a Cava de' Tirreni veniva aperta al culto la Basilica di San Francesco e Sant'Antonio dopo 29 anni dal terremoto. Un giorno storico per la comunità cavese, reso possibile dalla grande solidarietà dei fedeli, sollecitati da frate Luigi Petrone, oggi consigliere comunale. Alle 17 di quel...

Morì durante addestramento in Marina Militare, Cava ricorda Gaetano Sessa a 34 anni dalla sua scomparsa

Il gruppo "Cava storie", che ha lo scopo di far conoscere a grandi e piccini le bellezze di Cava de' Tirreni e dintorni, specie quelle di cui poco si parla, ha voluto ricordare, attraverso un lungo messaggio affidato ai social, il Capo di 3ª Classe Incursore, Gaetano Sessa, in occasione del 34esimo anniversario...

Totò e il quadro dell'antenato di Cava de' Tirreni, storia di un acquisto mancato

Camillo de Curtis, gloria di Cava de' Tirreni del '500, è un personaggio che ha sempre fatto parlare di sé nel corso degli anni, sia per via delle sue cariche che per la sua discendenza. Consigliere dei Regi collegi collaterali dapprima e presidente della Somma Real Camera poi all'epoca di don Pietro...