Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Lamberto martire

Date rapide

Oggi: 16 aprile

Ieri: 15 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieLa Legge Merlin che salvò la dignità della donna di ieri. E oggi?

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Storia e Storie

La Legge Merlin che salvò la dignità della donna di ieri. E oggi?

Scritto da (Redazione), mercoledì 6 marzo 2019 13:55:01

Ultimo aggiornamento mercoledì 6 marzo 2019 13:55:01

Di Patrizia Reso

In vista dell'8 marzo, giorno trasformato, dalla cultura patriarcale economica, da Giornata Internazionale della Donna in festa della donna, per svilirne il contenuto, ho pensato di affrontare un tema e, prima di farlo, desidero sottolineare che di "Festa delle donne" ne riconosco una sola, la commedia leggera scritta da Aristofane e andata in scena nel 411 a.C.

Il tema invece è quello delle case di tolleranza. Cosa sono le case di tolleranza, altrimenti dette "case chiuse" e, volgarmente, casini? Sono i luoghi della prostituzione ufficiale e autorizzata, una prostituzione di Stato, legittimata da controlli medici periodici e finalizzata a salvaguardare il pubblico decoro, alias, per intenderci, oggi la periferia di una città. Non c'è nulla di sociale, ma solo finalità ambientali/urbanistiche.

Si vocifera, già da un po', una legge che vada a disciplinare questo settore, riproponendo l'apertura delle "case chiuse". Dato che questo "tipo di imprenditoria" era legalizzato, all'interno delle case vi erano cartelli in cui, oltre ad indicare le tariffe, "pregavano i frequentatori di evitare schiamazzi e rumori inutili", conservando un comportamento sobrio, per "il buon decoro della casa".

I governanti quindi erano in pace con la propria coscienza; il meretricio c'era, ma non si vedeva. Non ha alcun rilievo che le donne fossero schiavizzate dai titolari:" Deve sapere che dormiamo negli stessi letti dove ogni giorno riceviamo i clienti e ogni notte è una tortura, quasi tutte abbiamo incubi e non possiamo dormire per ore e ore. E quando mi sveglio è peggio perché rivedo lo stesso letto, gli stessi mobili, ecc. ecc. I padroni sono degli sporchi individui, i mezzani sono peggio di loro (...)" E' uno stralcio di una lettera, ne ha ricevute a valanga, scritta da una prostituta ad Angela Merlin, la senatrice (una donna, guarda caso!) che, nel 1958, riuscì a fare approvare una legge per la chiusura delle "case chiuse", che erano considerate all'epoca un misto tra vergogna e leggenda (oggi il fenomeno ha proporzioni ancora più drammatiche), nell'Italia proiettata verso il boom economico.

Era un'Italia che si andava sviluppando, economicamente e culturalmente. Era un'Italia diversa da quella di oggi, povera economicamente e culturalmente. Non a caso stiamo assistendo ad un regresso sociale (e non solo), in particolare per la donna, basta considerare il decreto Pillon, la possibilità di lavorare fino al 9° mese di gravidanza, le false notizie relative all'IVG - in netta diminuzione, dati Istat - per affossare l'autodeterminazione della donna, ... e chi più ne ha, più ne metta.

Per terminare, ha sempre valore il vecchio principio economico: "Se non c'è richiesta, non c'è offerta". Difficile trovare sul mercato un prodotto non richiesto, si trattasse anche di un farmaco salvavita. La Merlin non si è risparmiata neppure in questo, "Ah! Questo paese di viriloni che passano per gli uomini più dotati del mondo e poi non riescono a conquistare una donna da soli", ma sosteneva anche, determinata: "Io non ho abolito la prostituzione. Io ho abolito lo sfruttamento di Stato della prostituzione e delle donne e me ne vanto".

 

Citazioni da "Come eravamo. Addio alle case chiuse. 1958", Fabbri Editori

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Cava de' Tirreni: 38 anni fa lo stadio comunale veniva intitolato a Simonetta Lamberti

Il 2 aprile 1983 lo stadio comunale di Cava de' Tirreni venne intitolato alla memoria di Simonetta Lamberti, la figlia del magistrato Alfonso Lamberti uccisa nel corso di un attentato il cui obiettivo era suo padre, all'epoca procuratore di Sala Consilina. Lo stadio venne intestato alla bimba cavese...

Marco Pantani: quanto la corsa de "Il Pirata" si fermò a Cava de' Tirreni

Marco Pantani è stato, senza ombra di dubbio, uno dei più grandi campioni del ciclismo italiano. Per "Il Pirata" (questo il suo storico soprannome) una carriera costellata da tanti successi, ma anche da cadute e gravi incidenti, come quello verificatosi nel lontano maggio 1997 a Cava de' Tirreni. Era...

Cava de' Tirreni: 12 anni fa riapriva al culto la Basilica di San Francesco

Il 14 marzo 2009 a Cava de' Tirreni veniva aperta al culto la Basilica di San Francesco e Sant'Antonio dopo 29 anni dal terremoto. Un giorno storico per la comunità cavese, reso possibile dalla grande solidarietà dei fedeli, sollecitati da frate Luigi Petrone, oggi consigliere comunale. Alle 17 di quel...

Morì durante addestramento in Marina Militare, Cava ricorda Gaetano Sessa a 34 anni dalla sua scomparsa

Il gruppo "Cava storie", che ha lo scopo di far conoscere a grandi e piccini le bellezze di Cava de' Tirreni e dintorni, specie quelle di cui poco si parla, ha voluto ricordare, attraverso un lungo messaggio affidato ai social, il Capo di 3ª Classe Incursore, Gaetano Sessa, in occasione del 34esimo anniversario...

Totò e il quadro dell'antenato di Cava de' Tirreni, storia di un acquisto mancato

Camillo de Curtis, gloria di Cava de' Tirreni del '500, è un personaggio che ha sempre fatto parlare di sé nel corso degli anni, sia per via delle sue cariche che per la sua discendenza. Consigliere dei Regi collegi collaterali dapprima e presidente della Somma Real Camera poi all'epoca di don Pietro...