Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Ambrogio vescovo

Date rapide

Oggi: 7 dicembre

Ieri: 6 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!La pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieL'ingegnere Manganella e il progetto di un lago artificiale a Cava de'Tirreni

La dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De Riso

Storia e Storie

Cava de' Tirreni, lago artificiale

L'ingegnere Manganella e il progetto di un lago artificiale a Cava de'Tirreni

Era il 20 dicembre 1925 quando l'ingegnere propose il progetto all'allora amministrazione comunale

Scritto da (redazioneip), mercoledì 9 ottobre 2019 11:08:09

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 ottobre 2019 11:08:09

Un lago artificiale a Cava de' Tirreni. Era questa l'idea che, il 20 dicembre 1925, in Salerno, l'ingegnere Antonio Manganella portò all'attenzione dell'allora amministrazione comunale. Come riporta "La Città di Salerno", in un articolo pubblicato lo scorso agosto, il lago marino doveva chiamarsi "Tirreno dei tirreni" e avrebbe ridonato "un pezzo di mare" alla città metelliana, ma alla fine il progetto naufragò sul nascere.

Nell'edizione data alla stampa, l'ingegnere scrisse: «Un lago marino, creato in una località preferita dagli amanti della villeggiatura estiva in collina ed in centri lontani dalle grandi città, risolve un problema che per tutti i villeggianti costituisce tuttora un quesito pieno di perplessità; ed infatti un lago marino ivi ubicato concilia due esigenze finora in contrasto fra loro, perché esso consente la cura dei bagni marini in lieta compagnia e nello stesso tempo permette che si respiri aria salubre dei monti e si godano belle passeggiate e tranquilli riposi».

Manganella si impegnò duramente, calcolando con attenzione e pazienza tutti gli step per concepire l'opera. Dopo aver immaginato la zona più adatta ad ospitare il lago («è senza dubbio quella sita a Nord del centro denominato Borgo, tra l'Albergo di Londra, il cimitero e la ferrovia Napoli-Reggio» scrisse), l'ingegnere calcolò le dimensioni della struttura, che doveva prevedere un bacino rettangolare con lato maggiore di 350 metri e minore di 57 metri; avrebbe occupato 19.950 metri quadri e sarebbe stato circondato da molte cabine in legno, folti gruppi di alberi, aiuole fiorite, campi da gioco e tutto l'occorrente necessario per una piacevole villeggiatura. Il fondo del lago, invece, sarebbe stato fatto in calcestruzzo con altezza delle acque variabile dai 10 centimetri a 1,5 metri.

Manganella calcolò anche l'utilizzo delle "acque di rifiuto", necessarie per l'innaffiamento delle strade, il lavaggio delle fognature, dei mercati, degli ammazzatoi, degli ospedali e per l'irrigazione dei campi (previa riduzione della salsedine). Secondo i calcoli del Manganella sarebbero occorsi 1.200 metri cubi di acqua al giorno durante il periodo di massima attività (calcolato su 100 giorni) e 300 metri cubi al giorno durante il periodo di minimo utilizzo (calcolato su 100 giorni) immessi tramite una pompa dalla potenza necessaria di 166 cavalli orari, con una spesa di 467 lire al giorno.

Le spese totali si aggiravano ai 3 milioni di lire.

La struttura, secondo Manganella, avrebbe fornito molti benefici alla comunità cavese. La poca profondità delle acque, ad esempio, avrebbe garantito la possibilità di manifestazioni di nuoto e canottaggio, pista per gli idroplani (con acqua), pista per aeroplani (una volta svuotato) e una serie di altre alternative all'utilizzo. Infine, la realizzazione del progetto avrebbe permesso a Cava di diventare una stazione balneare ed un centro di vita cosmopolita.

Il progetto, come sopracitato, non andò in porto. Manganella, inoltre, ne presentò un altro, stavolta a Roma, ma anche stavolta la storia non andò a buon fine.

FOTO: Cava Storie, Biblioteca comunale Avallone di Cava de' Tirreni

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

“Comme Barbarea accussì Natalea”: significato del proverbio di Santa Barbara

"Comme Barbarea accussì Natalea"è un antico detto popolare campano che, letteralmente significa: "le condizioni meteorologiche del giorno di Santa Barbara, il 4 dicembre, saranno le stesse del giorno di Natale". Quindi, stando alla tradizione e alla giornata soleggiata di oggi, il prossimo 25 dicembre...

Cava de' Tirreni: ecco qual è l'unico e vero stemma cittadino

di Livio Trapanese Ancora oggi, dopo non poche divulgazioni, con mio sommo rammarico, vedo impresso su locandine e manifesti, editi da Parrocchie, Associazioni ecc., orrendi stemmi della "nostra" amata Città di Cava de' Tirreni, fatti stampare da tipografie non cavesi o da soggetti non dalle origini...

23 novembre 1980: 39 anni fa il terremoto in Campania

Erano le 19 e 34 del 23 di novembre 1980 quando la terra tremò. Una forte scossa di magnitudo 6,9 sulla scala Richter, della durata di circa 60 secondi, colpì le provincie di Avellino, Potenza e Salerno. L'entità drammatica del sisma non venne valutata subito; i primi telegiornali parlarono di una "scossa...

25 ottobre 1954: la tragedia dell'alluvione a Cava de' Tirreni

Quando si parla di disastri idrogeologici in Campania la memoria va subito all'alluvione del 25 ottobre 1954. Centinaia di millimetri di acqua caddero sulla regione, provocando ingenti danni a Cava de' Tirreni, Vietri sul Mare, Salerno e Costiera Amalfitana. La perturbazione proveniva dalla Liguria,...

Bram Stoker: l'autore di "Dracula" e il suo legame con Cava de' Tirreni

«All'interno c'era un vecchio, alto, sbarbato ma con lunghi baffi bianchi, vestito di nero dalla testa ai piedi: neppure una nota di colore in tutta la sua persona». Così Bram Stoker descriveva il personaggio di Dracula, il vampiro per antonomasia, protagonista dell'omonimo romanzo pubblicato nel 1897....