Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Lamberto martire

Date rapide

Oggi: 16 aprile

Ieri: 15 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazioneEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieA Cava il ricordo di Salvo D’Acquisto, esempio luminoso di altruismo

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Storia e Storie

A Cava il ricordo di Salvo D’Acquisto, esempio luminoso di altruismo

Spinto fino alla suprema rinunzia della vita

Scritto da (Redazione), martedì 1 ottobre 2019 09:00:32

Ultimo aggiornamento martedì 1 ottobre 2019 09:01:23

di Patrizia Reso

Ieri mattina, presso la Basilica Ponteficia di Maria SS Incoronata dell'Olmo è stata celebrata una Santa Messa in suffragio dell'anima di Salvo D'Acquisto, per grazia ricevuta, officiata da padre Giuseppe Schiera.

Ricordiamo che la nobile figura di Salvo D'Acquisto oltre ad essere parte integrante della Storia, in quanto Medaglia d'Oro al Valore Militare alla Memoria come "esempio luminoso di altruismo, spinto fino alla suprema rinunzia della vita", fu fucilato dai nazisti il 23 settembre del 1943, salvando 22 cittadini accusati di sabotaggio a Torrimpietra, oggi Fiumicino, è stata proposta per un percorso di beatificazione, in quanto il suo eroismo è stato più volte equiparato al martirio cristiano. Il processo di beatificazione, avviato da Giovanni Paolo II ancora non si è completato. Le spoglie di Salvo D'Acquisto, oggi Servo di Dio, sono state collocate definitivamente nella chiesa di Santa Chiara, a Napoli.

Siamo nel 1939. Salvo D'Acquisto è in età di leva militare. Espleta il suo servizio presso l'Arma dei Carabinieri. In concomitanza dello scoppio della guerra, nel '40, Salvo viene inviato a Tripoli dove contrae un'enterocolite conseguente ad una ferita alla gamba. Costretto a rientrare in Italia, ottiene il grado di vicebrigadiere e ovunque abbia prestato servizio, si guadagna la stima e la riconoscenza dei colleghi, anche per la sua profonda fede che lo induce a interpretare la guerra "come lo sforzo dell'umanità per raggiungere un nuovo equilibrio".

Dopo aver ricevuto i nuovi gradi, viene destinato a una stazione alla periferia di Roma, Torrimpietra, su sua esplicita richiesta, che gli offre l'opportunità di stare a contatto con gli ultimi. Benvoluto da tutti, quando viene a conoscenza dell'arresto di 22 compaesani, che sono stati presi dai nazisti e tenuti in ostaggio perché accusati, in modo infondato non veritiero, della morte di un militare tedesco e del ferimento di altri due. D'Acquisto cerca di trattare con i comandi tedeschi, anche grazie all'aiuto di un interprete, ma alla fine il giovane Salvo si autoaccusa quale esecutore dell'azione di guerriglia, a una condizione: devono essere rilasciati tutti gli altri ostaggi. I tedeschi danno ordine di fare uscire tutti dalla fossa, scavata da loro stessi, ad esclusione di Salvo D'Acquisto, che fu giustiziato subito dopo. Aveva solo 23 anni, ma essendo figlio di quel tempo e essendo dotato di una profonda fede, non esitò un solo secondo ad operare la sua scelta.

Esempi di eroismi, per chi non si è mai considerato tale né ha mai aspirato ad esserlo, ve ne sono tanti, proprio perché figli di quel tempo, cioè consapevoli che avrebbe potuto fare la differenza attraverso le proprie scelte e non restando indifferenti. Ricordiamo ad esempio il nostro concittadino Pasquale Capone, capitano di artiglieria, che pur di salvare un drappello di contadini destinati a morte certa, non esitò anche lui a fare fuoco per offrire loro l'occasione di fuggire dai loro aguzzini, in località Castagneto. Il Capone, anche lui insignito di Medaglia d'Oro alla Memoria, venne preso e fucilato.

Un altro conterraneo, ebolitano, sempre Medaglia d'Oro, il maresciallo maggiore di Finanza Vincenzo Giudice, similmente all'atto di eroismo di Salvo D'Acquisto, si propose e si autoaccusò per salvare la vita di 72 persone, quando comandava la Brigata Marina di Carrara. Queste 72 persone, comprese moglie e figlia di Giudice, furono ugualmente prese per rappresaglia in seguito all'uccisione di un soldato tedesco. Furono radunate presso la scuola locale, quando il Giudice si presentò offrendo in cambio la propria vita e spogliandosi dei sui abiti di finanziere, per non concedere dinieghi pretestuosi alla sua offerta. I Nazisti non solo fucilarono Giudice, quel 16 settembre 1944, ma procurarono la morte a tutti quegli inermi cittadini, facendoli saltare in aria con le bome e finendoli con il lanciafiamme.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Cava de' Tirreni: 38 anni fa lo stadio comunale veniva intitolato a Simonetta Lamberti

Il 2 aprile 1983 lo stadio comunale di Cava de' Tirreni venne intitolato alla memoria di Simonetta Lamberti, la figlia del magistrato Alfonso Lamberti uccisa nel corso di un attentato il cui obiettivo era suo padre, all'epoca procuratore di Sala Consilina. Lo stadio venne intestato alla bimba cavese...

Marco Pantani: quanto la corsa de "Il Pirata" si fermò a Cava de' Tirreni

Marco Pantani è stato, senza ombra di dubbio, uno dei più grandi campioni del ciclismo italiano. Per "Il Pirata" (questo il suo storico soprannome) una carriera costellata da tanti successi, ma anche da cadute e gravi incidenti, come quello verificatosi nel lontano maggio 1997 a Cava de' Tirreni. Era...

Cava de' Tirreni: 12 anni fa riapriva al culto la Basilica di San Francesco

Il 14 marzo 2009 a Cava de' Tirreni veniva aperta al culto la Basilica di San Francesco e Sant'Antonio dopo 29 anni dal terremoto. Un giorno storico per la comunità cavese, reso possibile dalla grande solidarietà dei fedeli, sollecitati da frate Luigi Petrone, oggi consigliere comunale. Alle 17 di quel...

Morì durante addestramento in Marina Militare, Cava ricorda Gaetano Sessa a 34 anni dalla sua scomparsa

Il gruppo "Cava storie", che ha lo scopo di far conoscere a grandi e piccini le bellezze di Cava de' Tirreni e dintorni, specie quelle di cui poco si parla, ha voluto ricordare, attraverso un lungo messaggio affidato ai social, il Capo di 3ª Classe Incursore, Gaetano Sessa, in occasione del 34esimo anniversario...

Totò e il quadro dell'antenato di Cava de' Tirreni, storia di un acquisto mancato

Camillo de Curtis, gloria di Cava de' Tirreni del '500, è un personaggio che ha sempre fatto parlare di sé nel corso degli anni, sia per via delle sue cariche che per la sua discendenza. Consigliere dei Regi collegi collaterali dapprima e presidente della Somma Real Camera poi all'epoca di don Pietro...