Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Lanfranco martire

Date rapide

Oggi: 23 giugno

Ieri: 22 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniSalerno e ProvinciaTraffico illecito di droga nel Salernitano: blitz nella notte dei Carabinieri, 38 arresti

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Salerno e Provincia

Traffico illecito di droga nel Salernitano: blitz nella notte dei Carabinieri, 38 arresti

Scritto da (Redazione), martedì 9 giugno 2020 09:16:21

Ultimo aggiornamento martedì 9 giugno 2020 11:02:57

Operazione antidroga da parte dei Carabinieri del Comando provinciale di Salerno. I militari dell'arma nel corso della notte e alle prime luci dell'alba nelle province di Salerno, Cosenza e Trento, hanno dato esecuzione ad un provvedimento cautelare nei confronti di 38 persone.

Hanno operato con il supporto del 7° nucleo elicotteri di Pontecagnano e con il nucleo cinofili di Sarno.

Il provvedimento, emesso dal Gip del locale tribunale, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, è scattato per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Dei 38 indagati 16 sono finiti in carcere e 22 agli arresti domiciliari. Sono gravemente indiziati, a vario titolo, di "Associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti", "Detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti", "Detenzione e Porto abusivo di arma da guerra", "Lesioni", "Danneggiamento seguito da incendio" ed "Estorsione".

I provvedimenti scaturiscono da una complessa ed articolata attività d'indagine avviata dalla Compagnia di Salerno nel 2017 e svolta con il costante coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo salernitano. È stata condotta con metodi tradizionali, con il supporto di attività tecniche e mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento, resi ancor più difficili dal contesto urbanistico dell'area d'intervento (in particolare, del centro storico della città, fatto di budelli e vicoli). L'indagine ha permesso di ricostruire l'esistenza di un'associazione a delinquere dedita alla commissione dei suddetti delitti, con una disponibilità di notevoli quantitativi di stupefacente del tipo cocaina, hashish, eroina ecc., gravitante attorno alla figura di Ciro Persico1.

Questi, originariamente legato al clan d'Agostino con ruolo di rilievo, è non a caso definito il "boss del centro storico" di Salerno, poiché, in seguito all'arresto dei vertici del clan, ha continuato a mantenere il controllo dello spaccio nel cuore della città, rappresentando l'autorevole figura di riferimento necessaria al gruppo criminale investigato per imporre nuovamente un cartello nelle piazze di spaccio del capoluogo e non solo. 1 Padre di Vincenzo Persico (alias "coca-cola"), ucciso a Montecorvino Rovella nel 2014 sempre per questioni legate a contrasti per il controllo dello spaccio di stupefacenti.

Il nome dell'operazione ruota proprio intorno al Persico poiché, nel corso di una intercettazione telefonica, uno dei sodali asseriva come il suo principale obiettivo non fosse l'affermazione economica, bensì il prestigio, l'ascendente, e, quindi, il riconoscimento unanime di capo indiscusso dell'organizzazione, come confermato dai suoi gregari, i quali, in una circostanza, per formalizzare l'ingresso di alcuni di essi nel suo gruppo, vollero donargli un fucile a canne mozze, sequestrato però dai Carabinieri poco prima della consegna. Il Persico è risultato il dominus della distribuzione di grossi quantitativi di sostanza stupefacente di ogni tipo non solo nel centro storico (zona più volte sotto riflettori di autorità e stampa e preminente problematica degli abitanti del luogo, per via del degrado connesso con la diuturna attività di spaccio), ma anche in altre zone della città ed altri Comuni della provincia, grazie al coinvolgimento di pregiudicati di livello, sebbene non direttamente inseriti nella consorteria. È stato proprio lui, con alcuni dei suoi più fidati affiliati, ad incontrare, in Bellizzi, esponenti del Clan De Feo, per avere il loro assenso (poi ottenuto) al rifornimento di droga dei Comuni di Acerno e Montecorvino Rovella. Nel corso delle attività, sono emerse, inoltre, concrete responsabilità in capo ai vertici dell'organizzazione riguardo ad alcuni atti intimidatori, tra cui l'incendio di diverse autovetture ed una gambizzazione ai danni di esponenti della stessa fazione criminale, per affermare la propria leadership sul controllo dello spaccio, in particolare nella frazione Matierno del Comune di Salerno, su cui avevano esteso il loro interesse. L'attenzione degli inquirenti si è poi rivolta allo storico gruppo delinquenziale di riferimento del "villaggio dei puffi", area di edilizia popolare salernitana del quartiere Mariconda, legato ai pregiudicati Mauro Natella, Alfonso Fruncillo e Maurizio De Sio, che, per la vendita della droga, si avvalevano dei servizi di pusher domiciliati proprio in quel quartiere (talvolta legati ad essi da rapporti di parentela), approvvigionandosi della "merce" sia dal Persico che direttamente dall'hinterland napoletano. È stata, in sintesi, documentata una vera e propria guerra senza esclusione di colpi per il controllo delle piazze di spaccio in tutto il capoluogo salernitano ed in diversi Comuni della Provincia, fatta di svariate aggressioni e gravi atti intimidatori perpetrati per tutto l'anno 2017, a riprova della caratura criminale dei soggetti colpiti dalle odierne misure custodiali e della loro assoluta pericolosità sociale. Nel corso dell'attività investigativa, che ha rivelato un fatturato illecito giornaliero di 4mila euro circa, sono stati arrestati 11 indagati in flagranza di reato e sequestrati complessivamente 70 chili circa di stupefacente, nonché 4 pistole ed 1 fucile.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Salerno e Provincia

Tredici anni senza Marco Pittoni: Pagani ricorda il carabiniere eroe [FOTO]

Commozione a Pagani, dove questa mattina, domenica 6 giugno, si è svolta la cerimonia commemorativa per il tenente Marco Pittoni a tredici anni dalla sua tragica scomparsa. Il giovane tenente colonnello, barbaramente assassinato il 6 giugno del 2008 mentre cercava di sventare una rapina presso l'ufficio...

È della provincia di Salerno il bambino vaccinato più giovane d'Italia

Ha 12 anni, risiede in provincia di Salerno, più precisamente a San Mauro Cilento, ed è il più giovane italiano ad essersi vaccinato contro il Covid-19. Il suo nome è Carlo Velletta che, come scrive il quotidiano "Il Mattino", ha ricevuto una dose di Pfizer presso il Punto Vaccinale di Acciaroli. Da...

Al via “Cam-on Accendi la Camera”, progetto per i piccoli pazienti dell'Ospedale di Nocera Inferiore

Il 31 maggio 2021 alle 11,00 presso il reparto pediatrico DH dell'Ospedale di Nocera Inferiore sarà presentato in anteprima nazionale il progetto "CAM-ON-Accendi la camera!" alla presenza dei referenti sanitari della struttura. L'obiettivo è quello di realizzare delle attività innovative per i bambini...

Salerno, donna muore per ictus: famiglia decide espianto e donazione organi

Una giovane donna, N.A., 32enne, è deceduta giorni fa presso il Centro di Rianimazione dell'Aou San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona a causa di un grave ictus. Mettendo da parte il dolore, la famiglia ha deciso di autorizzare l'espianto per donare gli organi della giovane passata miglior vita. «Un grande...

Agropoli, 90enne sola e senza vaccino per errore: intervengono Sindaco e Polizia

Una bella storia di commozione e di solidarietà ad Agropoli, dove una nonnina novantenne è stata assistita dalla polizia per il vaccino anti Covid. L'anziana signora, probabilmente per un mero disguido burocratico, non era stata né inserita né contattata per ricevere la sua dose. La nipote dell'anziana,...