Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Cesario di Nazianzo

Date rapide

Oggi: 25 febbraio

Ieri: 24 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiEgea Gas & Luce. La casa delle buone energie, presto in Costiera Amalfitana. EGEA energie del territorioMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaOspedale di Cava de' Tirreni, lo sfogo di "Potere al Popolo": «Politica piegata a De Luca anche se si tratta di uccidere la salute»

La casa delle buone energia: EGEA energie del territorio. Presto in Costiera AmalfitanaMielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Politica

Cava de' Tirreni, rianimazione, ospedale, chiusura,

Ospedale di Cava de' Tirreni, lo sfogo di "Potere al Popolo": «Politica piegata a De Luca anche se si tratta di uccidere la salute»

Potere al Popolo di Cava de' Tirreni interviene sulla chiusura del reparto di rianimazione al nosocomio cittadino

Scritto da (redazioneip), giovedì 5 novembre 2020 11:30:42

Ultimo aggiornamento giovedì 5 novembre 2020 11:31:02

«L'ordine di chiusura del Reparto di Rianimazione dell'Ospedale SS. Maria Incoronata dell'Olmo è solo la pietra tombale su difficoltà che da anni colpiscono la città di Cava de' Tirreni e le zone limitrofe». Esordisce così la nota stampa di Potere al Popolo di Cava de' Tirreni, che interviene sulla chiusura del reparto di rianimazione al nosocomio cittadino.

«I mesi di propaganda elettorale da parte di De Luca, in un silenzio interessato dell'amministrazione cavese rieletta, hanno finito per colpire oggi ancor più duramente i punti deboli che già conoscevamo bene e per i quali in questi mesi poco o nulla è stato fatto.

Chi già era in difficoltà oggi viene "razionalizzato" per "far fronte all'emergenza". Un'emergenza che sembra avere una fine tutt'altro che scontata, con i virologi che addirittura in questi giorni paventano già l'arrivo di una terza ondata di contagi.

La maggioranza consiliare, ancora una volta, si riduce ad accettare supinamente e a cercare le parole giuste per giustificare le decisioni del governatore De Luca e le promesse di ripristino, a "emergenza conclusa", della Rianimazione.

Il Sindaco Servalli ancora una volta riduce tutto a uno scontro politico con le opposizioni e non parla a una piazza che negli anni, con i comitati e con le mobilitazioni che hanno difeso in ogni modo il diritto alla salute dei cittadini, meriterebbe maggior rispetto.

La chiusura del Reparto di Rianimazione alimenta le preoccupazioni per un presidio ospedaliero che non riesce a pesare sul piano politico valorizzando tutte le proprie peculiarità. Il passaggio, targato Galdi/Caldoro, in capo al Ruggi e le continue discutibili scelte organizzative della Direzione del Ruggi ai danni dell'Ospedale di Cava in questi anni avvalorano l'idea di un utilizzo del SS. Maria Incoronata dell'Olmo come mera stampella di altre strutture e altre zone considerate evidentemente da qualcuno come più importanti.

L'ennesima dimostrazione ci viene data in queste ore dalla Direzione del Ruggi che, dinanzi a una proposta messa in campo dai lavoratori per riorganizzare la Rianimazione tenendo aperto il reparto di Cava, da giorni continua a non dare nemmeno risposta!

Il tutto in una situazione nella quale si sarebbe potuto ASSUMERE IL PERSONALE NECESSARIO dalle graduatorie degli specializzandi o degli ultimi concorsi mentre si è preferito, senza pensarci due volte, sacrificare Cava per aprire la Rianimazione all'Ospedale Da Procida.

D'altra parte, capirete bene, mantenere delle sale operatorie senza una Rianimazione toglie operatività all'intero ospedale cavese rendendo più difficile anche un'eventuale "marcia indietro" una volta che sarà terminata l'emergenza.

In più, l'emergenza di cui pochi parlano è quella del diritto alla salute negato ogni giorno ai pazienti non covid. Oltre all'influenza da Covid19, che vive di continui ritardi nei tamponi e in una tracciabilità dei positivi in evidente difficoltà, il blocco delle visite ambulatoriali e delle attività di elezione e gli affanni della medicina territoriale ci condannano a sperare, per chi può permetterselo, solo di non aver bisogno di nulla in questi mesi.

L'odissea che si trova ad affrontare chi ha bisogno di visite o di cure non la auguriamo davvero a nessuno.

La Commissione Sanità comunale che pure era stata riattivata anni fa, all'indomani della chiusura di Ginecologia e delle lotte dei cittadini, con un tentativo di coinvolgimento dei comitati e dei principali responsabili sanitari dell'area, oggi è solo un lontano ricordo di cui si è persa traccia e che oggi sarebbe risultata una legittima sede in cui affrontare l'ennesima scure sulla città.

Oggi si dovrebbe cogliere l'occasione per accelerare l'implementazione dei servizi di medicina territoriale e un miglior collegamento alle esigenze del territorio della stessa con una valorizzazione dell'attività delle Associazioni Funzionali Territoriali (AFT) dei medici di base e delle attività delle USCA che hanno bisogno di maggiore personale, assunto con contratti adeguati a tempo indeterminato.Di tutto quello che potrebbe mettersi in campo non vi è traccia. Cava de' Tirreni resta vittima di un'assenza di programmazione sanitaria e una cattiva gestione politica nelle sedi che contano.

Oggi è il tempo delle scelte. C'è bisogno di una politica che prenda posizione!

Noi sappiamo da che parte stare.LA SANITÀ PUBBLICA È LA PRIORITÀ ASSOLUTA!».

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

«Difendiamo l’ambulatorio di Diabetologia e l'Ospedale di Cava», l'appello di Italo Cirielli

«Bisogna difendere i servizi di eccellenza che vengono offerti sul territorio cavese. Ora, ad esempio, bisogna tutelare con forza l'ambulatorio di Diabetologia, che, se non viene destinato ad idonea struttura, rischia di esser portato in altra città. E' assolutamente necessario trovare subito un'altra...

Mancato arrivo infermieri all'Ospedale Cava. SiAmo Cavesi: «Ennesimo schiaffo alla città, amministrazione accondiscendente»

Polemiche a Cava de' Tirreni per il mancato arrivo dei 15 infermieri all'ospedale "Santa Maria dell'Olmo". Dopo l'allarme dei sindacati CISL FP di Salerno ora è il turno del movimento civico "SiAmo Cavesi". In una nota affidata alla stampa, i consiglieri Vincenzo Passa, Marcello Murolo e Raffaele Giordano...

Traffico e ingorghi al casello di Cava, Cirielli: «Necessaria liberalizzazione del pedaggio»

Per Italo Cirielli, consigliere comunale di Cava de' Tirreni, i disagi creatisi presso lo svincolo di Cava de' Tirreni dopo la frana in via Benedetto Croce, tra Vietri sul Mare e Salerno, sono «inaccettabili». Per questo, Cirielli chiede di riaprire il tavolo di concertazione presso la Prefettura di...

«Associazioni del folklore rischiano estinzione!», Giordano sollecita intervento del Comune di Cava 

Tra le varie raccomandazioni portare nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale, il consigliere di "Siamo Cavesi" Raffaele Giordano, si è anche fatto portavoce delle problematiche che stanno affrontando le associazioni del folklore di Cava de' Tirreni. «Ho accolto un grido di dolore, un grido di dolore...

Cava, ex discarica Cannetiello. Senatore: «È una bomba ecologica, paghiamo colpe di altri»

Rispondendo all'interrogazione del consigliere de "La Fratellanza" Bruno D'Elia in Consiglio Comunale di Cava de' Tirreni, l'assessore e vicesindaco Nunzio Senatore ha rassicurato in merito al prosieguo dei lavori all'ex discarica di Cannetiello che, salvo imprevisti, dovrebbero concludersi per la fine...