Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 11 ore fa S. Alessio confessore

Date rapide

Oggi: 17 luglio

Ieri: 16 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniPoliticaConti in rosso sforato il Patto di stabilità

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Politica

Conti in rosso, sforato il Patto di stabilità

Scritto da (admin), mercoledì 13 settembre 2006 00:00:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 13 settembre 2006 00:00:00

Il Comune di Cava è fuori del Patto di stabilità, si preannunciano tempi duri per la gestione del 2007. In una conferenza stampa alla presenza del presidente del Consiglio, Lucio Panza, del presidente della commissione comunale al Bilancio, Adolfo Salsano, e del dirigente del settore Nobile Montefusco, il sindaco Luigi Gravagnuolo ne ha denunciato lo sforamento, ma ha anche aggiunto che esso è stato determinato dalla gestione commissariale. Intanto, già nella giornata di ieri il segretario generale Angelo Cucco era stato alla commissione dell'Anci quale portatore di proposte serie e responsabili del Comune di Cava. Ad esse si deve aggiungere il proposito del sindaco di chiedere al governo una deroga.

«I parametri sono saltati quando Pasquale Napolitano, commissario straordinario, che aveva ereditato una situazione pesante dall'Amministrazione allora sciolta nel luglio del 2005, aveva persuaso i creditori a rinviare la riscossione dei loro crediti al 2006. Salvò il Patto di stabilità e lo sforamento del 2005, ma aggravò la situazione del 2006 ed ora ne paghiamo le conseguenze», afferma il sindaco con toni chiari, decisi, preoccupati, ma senza drammi, anche se i divieti imposti, come quello di nuove assunzioni a qualsiasi titolo (anche collaborazioni a progetto), di contrarre mutui e l'obbligo di non superare il tetto del 2005 per acquisto di beni e servizi, pesano fortemente sulla gestione del Bilancio comunale del 2007. La decisione del commissario straordinario ha fatto sì che il Comune, oltre al normale andamento di cassa, si è accollato in questo anno finanziario spese correnti del 2005 per una somma totale di oltre 3 milioni di euro, oltre ad altre spese pari a 1 milione e 448mila euro in conto capitale di competenza.

Ma è già pronta una richiesta di deroga: «Come può il governo punirci, imponendoci pesanti divieti, quando la causa dello sforamento è stato determinato da una gestione governativa, quale era quella del commissario straordinario?». Una battaglia giuridica dura, ma fondata. «Non ci fermeremo, la estenderemo anche alla penalizzazione impostaci per non aver raggiunto il 35% della raccolta differenziata. I dati di questi tre mesi in cui abbiamo avviato la differenziata parlano in nostro favore. Dal 14% stiamo già oltre il 27%, speriamo di raggiungere il traguardo prefissatoci, ma durante le gestione commissariali, prima Napolitano e poi Reppucci, il dato era fermo e non fu avviato quel processo a cui abbiamo dato la spinta necessaria e coinvolgente di tutta la città».

«È una situazione certamente non lieve, tuttavia la battaglia giuridica intrapresa da Gravagnuolo è fondata e ci potrebbe portare fuori dalla crisi. Non siamo in nessun modo in una fase di dissesto o pre-dissesto finanziario. Anzi, paradossalmente siamo in condizioni di poter contrarre mutui anche elevati», afferma Adolfo Salsano, presidente della commissione consiliare al Bilancio.

La crisi in cifre, ecco le voci calde
Ecco le voci più consistenti dei 4 milioni e 550mila euro che, pagati nel periodo gennaio-febbraio 2006, hanno portato il Comune di Cava allo sforamento del Patto di stabilità. Spese in conto capitale di competenza: lavori scuola elementare Don Bosco 289mila euro, area mercatale 385mila, cimitero 595mila, edilizia residenziale pubblica 167mila, il tutto pari a 1 milione 488mila euro. Spese correnti di competenza: Se.T.A. 1 milione 503mila, smaltimento rifiuti 629mila, acquisto beni e prestazioni del servizio idrico integrato (fognatura e depurazione) 271mila, trasporti pubblici locali (Cstp) 463mila, acquisto di beni e prestazioni di servizi della Polizia Municipale 103mila, acquisto beni e prestazioni di servizi per le scuole materne, elementari e medie 163mila.

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Vietri sul Mare: la maggioranza boccia un nuovo tavolo tecnico sulla condotta sottomarina

Di Antonio Di Giovanni Bocciata dalla maggioranza, in Consiglio comunale a Vietri sul Mare, la proposta di una nuova convocazione di un tavolo tecnico, dopo il "fallimento" del primo, che puntasse, con tutte le parti interessate, a dirimere dubbi, perplessità e incomprensioni, tra i comuni di Vietri...

"La sfida dei democratici per il futuro", segretario De Rosa commenta rinvio dell'assemblea

«Sabato 7 luglio saranno prese importanti decisioni durante l'Assemblea Nazionale del PD, pertanto è auspicabile rimandare l'assemblea cittadina fissata a Cava de' Tirreni per la giornata di mercoledì 4 luglio». Questa la motivazione alla base della decisione del segretario provinciale, Vincenzo Luciano...

"Basta speculazioni sugli incendi dei boschi", a Cava de' Tirreni la raccolta firme di Spazio Pueblo

di Donato Bella Dopo il lancio on-line della petizione Basta speculazioni sugli incendi dei boschi, a cura del Comitato "Basta incendi!", che può essere firmata sulla piattaforma Progressi, sabato mattina, nei pressi di Piazza Duomo, a Cava de' Tirreni, gli attivisti di Spazio Pueblo, associazione trai...

Vietri dice no alla condotta sottomarina, raccolte 500 firme

Di Antonio Di Giovanni La raccolta di firme contro la condotta fognaria che da Cetara dovrebbe collegarsi a Vietri sul mare sull’impianto di sollevamento dei reflui, è stato, secondo il promotore Daniele Benincasa, «un grande successo». 500 le firme raccolte in pochi giorni da parte dei cittadini, ma...

Empasse lavori condotta sottomarina Vietri, rup Cavaliere rassicura Civale: «Il progetto è ben studiato»

Sta tenendo banco a Vietri sul Mare la vicenda dell'empasse dei lavori di realizzazione dell'impianto di depurazione del Comune di Cetara che entro il mese di maggio scorso doveva essere allacciato, attraverso una condotta sottomarina, all'impianto di sollevamento di Vietri sul Mare per poi convogliare...