Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 ore fa S. Giuliana Falc.

Date rapide

Oggi: 19 giugno

Ieri: 18 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

MielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeEgea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniPoliticaCava de' Tirreni, Partito Comunista a Petrone: «Rilegga libri di storia e smetta di autocompiacersi come salvatore dei più deboli»

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Politica

Cava de' Tirreni, aborto, olocausto, politica, Partito Comunista

Cava de' Tirreni, Partito Comunista a Petrone: «Rilegga libri di storia e smetta di autocompiacersi come salvatore dei più deboli»

«Petrone continua a definire l'aborto un peccato, sovrapponendo il proprio giudizio da credente a quello laico della legge e dello Stato. A noi non stupisce, considerata la posizione che la chiesa (anche con papa Francesco) ha a riguardo»

Scritto da (redazioneip), mercoledì 9 giugno 2021 09:43:27

Ultimo aggiornamento mercoledì 9 giugno 2021 10:35:46

«Sono aberranti le parole proferite da Luigi Petrone durante una trasmissione andata in onda su Rtc Quarta Rete nelle scorse ore». Così il Partito Comunista di Cava de' Tirreni interviene sulle dichiarazioni del consigliere comunale e del capogruppo de "La Fratellanza" che, intervistato nella trasmissione "Sarà", ha paragonato l'aborto all'olocausto.

«Non contento si è spinto oltre, accusando uomini e donne favorevoli a questa pratica (regolamentata dalla legge 194 del 1978) di essere persone senza dignità, di essere assassini. Evidentemente - continuano i comunisti in un comunicato affidato alla stampa - non si rende conto di cosa sia davvero l'Olocausto, Petrone, perché alle timide rimostranze della conduttrice non ritratta, bensì va oltre. Si permette di affermare che l'aborto è peggio dell'Olocausto. L’ex-frate manifesta tutta l'aggressività e violenza del proprio pensiero nei confronti della libertà delle donne che, a quanto pare, la sua formazione e il suo percorso religioso (di cui si fregia) vorrebbero delegittimare.

Petrone continua a definire l'aborto un peccato, sovrapponendo il proprio giudizio da credente a quello laico della legge e dello Stato. A noi non stupisce, considerata la posizione che la chiesa (anche con papa Francesco) ha a riguardo, perfettamente in linea con Petrone. E considerato anche che la chiesa, nella storia, ha sostenuto anche i regimi nazi-fascisti, per cui potrebbe darsi che la sua memoria sia confusa. Forse non ricorda che l'Olocausto ha sterminato milioni di uomini e donne, di bambini, avversari politici, disabili od omosessuali, in virtù del potere e della conquista totalitaria dell'Europa. Se a Petrone tutto questo sembra meno grave della, spesso, dolorosa scelta (ma pur sempre una libera scelta) di abortire, forse dovrebbe rileggersi qualche libro di storia, e smetterla col suo continuo autocompiacimento da salvatore dei più deboli.

A dirla tutta non ci stupisce che Petrone esponga queste terribili offese verso tutte le donne senza nemmeno un po' di vergogna, anche perché sul nostro territorio altre comunità religiose tengono messe per espiare i peccati delle donne che hanno abortito.

Quindi qui non è in ballo la libertà di pensiero. Petrone va molto oltre la libertà di poter pensare o esprimere un parere. Petrone rivendica, col suo stare in Consiglio Comunale, un ruolo amministrativo e di rappresentanza pubblica. E come tale non può definire "assassino" chi semplicemente aderisce all'ordinamento giuridico che regola il nostro vivere. Petrone dovrebbe rispettare e far rispettare l'ordinamento del nostro Stato. E invece con le sue parole stigmatizza chi esercita un proprio diritto dando agibilità pubblica ad un dettame confessionale da estirpare.

Diremo di più, per allargare il discorso. Le parole di Petrone, seppure non sia più un rappresentante della chiesa, sono sostenute anche dalla pratica consueta, ancora dilagante, dell'obiezione di coscienza, che spesso affonda le proprie radici nella confessione religiosa. E quindi immaginiamo che Petrone consideri assassini anche quegli uomini e quelle donne che in una sala operatoria praticano l'aborto per adempiere al proprio lavoro. Anche in questo caso, evidentemente, è in linea con l'arroganza del potere temporale, che ha le proprie lunghe mani sugli obiettori di coscienza e sulla passiva accettazione nell’opinione pubblica che questi operino nelle strutture ospedaliere. Ed anche questa sarebbe una pratica invece da estirpare, perché nega alle donne l'accesso ad un diritto acquisito».

«Ricordiamo a Petrone che il diritto all’aborto è stato a suo tempo un passo in avanti di civiltà, e non accetteremo che lui, o chi per lui, insinui il dubbio che quel passo può essere ritrattato. Ci sembra quindi il minimo chiedere che Petrone non solo ritratti, chieda scusa, e si ravveda da queste posizioni, dimostrando di non remare contro chi esercita i propri diritti. Ma ci aspettiamo anche che i suoi colleghi e le sue colleghe in Consiglio Comunale prendano le distanze da queste dichiarazioni», conclude il Partito Comunista.

Leggi anche:

Cava de' Tirreni, Sindaco Servalli su Petrone: «Paragone aborto-olocausto inaccettabile, farebbe bene a scusarsi»

Cava de' Tirreni, Petrone e le dichiarazioni sull'aborto: «È peggio dell'olocausto». La replica di Potere al Popolo

Cava de' Tirreni, Avagliano: «Frasi di Petrone inaccettabili, le donne che scelgono di abortire non sono assassine»

Cava de' Tirreni, Paola Landi su Petrone: «Ha paragonato donne al nazismo, chieda scusa»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Novara, sindacalista ucciso durante manifestazione. Potere al Popolo - Cava de' Tirreni: «Non ci sono parole, solo lacrime di rabbia»

Un sindacalista 37enne è morto questa mattina investito da un camion durante una manifestazione di lavoratori della logistica davanti ai cancelli della Lidl. Una notizia che non ha lasciato indifferente Potere al Popolo - Cava de' Tirreni che, attraverso una nota, ha commentato la tragedia: «Abbiamo...

Cava de' Tirreni, Petrone sul nuovo Ospedale: «Iter molto lungo, per fare la chiesa ho impiegato 15 anni»

Il nuovo Ospedale per la città di Cava de' Tirreni. Un progetto ambizioso, portato all'attenzione della cittadinanza da Luigi Petrone, capogruppo consiliare della lista "La Fratellanza". Insieme all'architetto Vincenzo Sorrentino, l'ex frate propose di rispolverare il vecchio progetto del sindaco Eugenio...

Cava de' Tirreni, Giordano su riapertura Rianimazione: «Non ci è stato regalato nulla, ora si lavori per Ortopedia e Chirurgia»

Cava de' Tirreni ha finalmente riabbracciato il reparto di Rianimazione dell'Ospedale cittadino, riaperto il 17 giugno dopo mesi di attese, rinvii e problematiche. Il consigliere di "Siamo Cavesi" dottor Raffaele Giordano ha votato favorevolmente alla proposta del nuovo nosocomio nella città metelliana,...

Cava de' Tirreni, Cirielli (FdI): «Bene riapertura Rianimazione, ora l'Ospedale torni ai fasti di un tempo»

«La riapertura (finalmente) del reparto di Anestesia e Rianimazione all'ospedale Santa Maria Incoronata dell'Olmo è sicuramente una buona notizia. Ora la struttura ospedaliera può tornare a svolgere l'ordinario servizio per i cittadini di Cava de' Tirreni e i comuni limitrofi della Costiera Amalfitana....

Cava, Partito Comunista si sbilancia sul futuro dell'Ospedale: «Temiamo un ridimensionamento travestito da ammodernamento»

La notizia della riapertura del reparto di Rianimazione all'ospedale di Cava de' Tirreni non è passata inosservata al Partito Comunista cavese che, in una nota, ha espresso il suo pensiero sulla vicenda. Dei seguito il comunicato integrale a garanzia della completezza d'informazione: «La notizia della...