Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico, il quotidiano di Cava dei Tirreni

Divin Baguette Maiori Costa d'Amalfi Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniPoliticaBuchicchio spara a zero sul Direttivo Pd

D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Geljada la gelateria artigianale in Costa d'Amalfi - Sul lungomare di Maiori potrete assaggiare il miglior gelato della Costiera Amalfitana Legambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania Italia Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi MTN Company Comunicazione integrata Cava dei Tirreni (SA) Campania - Italia Il Vescovado, il giornale on line della Costiera Amalfitana Acquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tua Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Internet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Politica

Buchicchio spara a zero sul Direttivo Pd

Scritto da (admin), martedì 26 gennaio 2010 00:00:00

Ultimo aggiornamento martedì 26 gennaio 2010 00:00:00

Massimo Buchicchio, studioso di storia locale e cultore delle tradizioni cavesi, scende in campo e dice la sua - da iscritto - sulla linea politica del Pd metelliano. Leggiamo insieme:

«Anche n. 5 iscritti al PD hanno il diritto di esprimere la loro opinione. Personalmente, poi, vorrei vederli in viso gli altri 1.400 iscritti che la penserebbero diversamente. Ho i miei dubbi che a Cava ci siano tante persone che hanno aderito al PD solo per il desiderio di dare una mano a fare politica.

Sono sicuro che gran parte degli iscritti del PD è gente sana che ha voglia di fare politica, ma tra i 1.400 si nascondono sicuramente anche dei pacchetti “preconfezionati” di tessere da mettere al momento opportuno nella bilancia per condizionare le scelte del partito. Tanto è vero che in modo più o meno velato i “pacchetti” vengono, da qualcuno, in più interventi evocati come truppe da schierare. E di volta in volta, si ode la voce di qualche lacché. Ma come tutte le compagnie di ventura, questi pacchetti “preconfezionati” sono inaffidabili ed alla mercè di chi li remunera al meglio.

Il pacchetto tessere è il più deplorevole sistema di controllo di un partito inventato, un tempo molto in voga nella vecchia D.C. E quando si sarà esaurito il filone d’oro (gestione del sottopotere), questi soldati di ventura dal PD dove approderanno? Voglio ricordare a me stesso ed agli altri, che negli anni 70 il vecchio P.C.I., quando nella città riscuoteva grandi consensi (oltre il 41% dei votanti) ed esprimeva senatori, deputati, consiglieri regionali e provinciali, con più sezioni radicate sul territorio, aveva poco più di 800 tesserati e circa un centinaio di ragazzi nella federazione giovanile. Quelli sì che erano Direttivi di partito che contavano, avevano un peso rispetto al direttivo attuale del PD. Avevano il consenso popolare e degli iscritti con milizia politica di spessore alle spalle.

Da semplice iscritto ho assistito all’ultimo Direttivo del PD. Quale è stata la mia sensazione? Il dibattito, una minestra preconfezionata dove il contributo di chi la pensava diversamente veniva puntualmente ignorato a prescindere. Tutti allineati e coperti. Altro che Partito Democratico. Ma quale democrazia. E se ve lo dico io dovete credermi. Come ex sessantottino, ex militante della sinistra extra-parlamentare, ex maoista, ho maturato tanta esperienza da riconoscere da lontano un miglio, prima di sentirne il puzzo, la infernale macchina del partito comunista-stalinista che sa lavorare tra le contraddizioni del popolo per sopprimere le libertà ed il progresso. Ammutolito da una parte, mi sembrava di vedere quei documentari, prodotti in Unione Sovietica nel periodo stalinista, dove appariva nei congressi di partito una plagiata massa oceanica che si emulava nel decantare le lodi per il proprio leader sotto lo sguardo raggiante del commissario del popolo venuta da Mosca.

Questi continui attacchi a Bassolino, a Flora Calvanese, ai cosiddetti bassoliniani, a Bersani, sono la riprova che la predetta macchina è in funzione ed è ben oleata. Si parte dal porre in risalto i limiti e gli errori di chi si vuole distruggere. Si crea il mostro, per poi combatterlo fino alla morte e che serve da coagulo per la massa. E per dirla proprio tutta usando il linguaggio stalinista: li dobbiamo fare fuori.

Detto questo, voglio chiarire che firmando il documento (ndr, la nota inviata ai vertici regionali e nazionali del PD) ho voluto testimoniare il mio dissenso sulla linea politica adottata dal PD cavese. Da sempre quando combatto, uso la mia bandiera e ne sono orgoglioso. Cosa ha fatto di male il PD a Cava che deve nascondersi dentro una lista civica? I cittadini devono votarci per le nostre idee ed i nostri valori che sono racchiusi nel nostro partito. Sono a favore del ruolo propositivo dei partiti. Sono per un bipolarismo e contro il bipartitismo e quindi fautore di larghe intese su programmi condivisibili.

Purtroppo, la posizione di Gigino è diversa. In parole povere Gravagnuolo dice: una volta che mi avete riconosciuto leader, il programma e gli uomini li gestisco io e ciò senza rapportarmi con gli organismi di partito. Gigino è mio amico, guai a chi me lo tocca, ma non posso per questo tacere. Non sono d’accordo su molte sue scelte amministrative. Ho serie perplessità sul suo modo di “fare”. Troppo conflittuale con la cittadinanza. Non sono convinto che la sua scelta di rimanere chiuso nel palazzo possa portare a frutti concreti. E poi, per rimediare, non basta andare in televisione e/o organizzare incontri per cercare legami e consensi. Credo che molte cose realizzate dall’amministrazione Gravagnuolo sono più che ottime, ma altre non sono certamente in linea con la cultura progressista e del centro-sinistra.

Ha delegato la gestione di troppi servizi, ha esaltato troppo il “privato”. Vedasi il servizio cimiteriale che ritornerebbe in parte privatizzato. Non è né nostalgia né reminiscenza marxista. Devo ricordare che il servizio cimiteriale municipalizzato fu il cavallo di battaglia, la “conquista” dei partiti di sinistra e dei progressisti per la città di Cava. La struttura municipalizzata, fino ad oggi, ha tenuto lontano dalla città gran parte degli interessi camorristi sul così detto “caro estinto”.

E’ su queste cose che dobbiamo confrontarci all’interno della coalizione di centro-sinistra, tutta da ricostruire. E chi sarà il candidato sindaco? Dopo la discussione, il nome non sarà più un problema, nessuna preclusione preconcetta, neanche per Gigino. Pertanto, invitando tutti a confrontarsi “civilmente” su questioni politiche e di evitare di esprimere giudizi e comportamenti da ultras della curva sud, porgo cordiali saluti».

Massimo Buchicchio

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Vietri sul Mare: la maggioranza boccia un nuovo tavolo tecnico sulla condotta sottomarina

Di Antonio Di Giovanni Bocciata dalla maggioranza, in Consiglio comunale a Vietri sul Mare, la proposta di una nuova convocazione di un tavolo tecnico, dopo il "fallimento" del primo, che puntasse, con tutte le parti interessate, a dirimere dubbi, perplessità e incomprensioni, tra i comuni di Vietri...

"La sfida dei democratici per il futuro", segretario De Rosa commenta rinvio dell'assemblea

«Sabato 7 luglio saranno prese importanti decisioni durante l'Assemblea Nazionale del PD, pertanto è auspicabile rimandare l'assemblea cittadina fissata a Cava de' Tirreni per la giornata di mercoledì 4 luglio». Questa la motivazione alla base della decisione del segretario provinciale, Vincenzo Luciano...

"Basta speculazioni sugli incendi dei boschi", a Cava de' Tirreni la raccolta firme di Spazio Pueblo

di Donato Bella Dopo il lancio on-line della petizione Basta speculazioni sugli incendi dei boschi, a cura del Comitato "Basta incendi!", che può essere firmata sulla piattaforma Progressi, sabato mattina, nei pressi di Piazza Duomo, a Cava de' Tirreni, gli attivisti di Spazio Pueblo, associazione trai...

Vietri dice no alla condotta sottomarina, raccolte 500 firme

Di Antonio Di Giovanni La raccolta di firme contro la condotta fognaria che da Cetara dovrebbe collegarsi a Vietri sul mare sull’impianto di sollevamento dei reflui, è stato, secondo il promotore Daniele Benincasa, «un grande successo». 500 le firme raccolte in pochi giorni da parte dei cittadini, ma...

Empasse lavori condotta sottomarina Vietri, rup Cavaliere rassicura Civale: «Il progetto è ben studiato»

Sta tenendo banco a Vietri sul Mare la vicenda dell'empasse dei lavori di realizzazione dell'impianto di depurazione del Comune di Cetara che entro il mese di maggio scorso doveva essere allacciato, attraverso una condotta sottomarina, all'impianto di sollevamento di Vietri sul Mare per poi convogliare...