Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 7 ore fa S. Massimo vescovo

Date rapide

Oggi: 29 maggio

Ieri: 28 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeSenza oneri per lo Stato

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

L'Editoriale

Bologna, politica, PD, Movimento 5 Stelle, Lega Nord

Senza oneri per lo Stato

il referendum promosso dal Comitato Articolo 33

Scritto da (admin), venerdì 24 maggio 2013 19:50:09

Ultimo aggiornamento mercoledì 2 gennaio 2019 22:35:30

Domani a Bologna ci sarà un passaggio elettorale ben più importante rispetto a quelli delle amministrative: si vota per decidere se mantenere i finanziamenti pubblici alle scuole d'infanzia private. Il referendum è promosso dal comitato Articolo 33, con il sostegno di Sinistra Ecologia e Libertà e Movimento 5 stelle.

E' consultivo e, pertanto, non avrà conseguenze immediate per l'amministrazione da un punto di vista giuridico, ma risvolti estremamente importanti sul fronte politico, soprattutto per il Pd che si è schierato apertamente contro i referendari, insieme a Pdl, Lega Nord e Curia.Una sorta di primo test elettorale delle larghe intese che, sebbene definite "atipiche" dagli artefici, paiono essere la sola ratifica di un comportamento concludente in voga da decenni a discapito dei cittadini.

La vicenda è solo la punta dell'iceberg di una questione che, in Italia, si trascina da sempre con tutto quel carattere di ipocrisia tipico del bel Paese. La storia ruota intorno al comma terzo dell'articolo 33 della Costituzione che recita « Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato». Proprio quella locuzione "senza oneri per lo Stato" ha rappresentato, per anni, oggetto di manipolazioni ermeneutiche ai limiti del fantascientifico, pur di giustificare che i soldi pubblici possano finire alle scuole private, gestite nella maggior parte dei casi da enti religiosi.
Indipendentemente dal risultato del voto, sarebbe il caso di domandarsi, in un momento storico in cui ci si batte per la drastica riduzione della spesa pubblica improduttiva, se vale ancora la pena di mantenere un sistema che di privato ha solo il nome.

Iniziative economiche nel campo dell'istruzione, della sanità e di ogni servizio essenziale sono ben accette, anzi, se qualitativamente superiori possono solo rappresentare un surplus che amplia la scelta degli utenti. Ma, come afferma appunto la Costituzione, queste non devono pesare sui cittadini che già soffrono una tassazione talvolta disumana. Sarebbe opportuno, finalmente, staccare un cordone ombelicale che succhia risorse alla collettività, per favorire l'esistenza di chi riesce, autonomamente, a mantenere in piedi un'impresa senza "aiutini". Ciò va oltre il mero aspetto finanziario: può essere un punto di svolta in una mentalità che, soprattutto al Sud, vede nello Stato, centrale e periferico, un qualche cosa da cui prendere solamente: lavoro, permessi, piaceri, soldi. Lo Stato deve, innanzi tutto, essere un buon padre di famiglia che sappia distribuire equamente ciò di cui dispone, in maniera limpida e trasparente. Chi vuole entrare con esso in concorrenza può farlo liberamente, esattamente come scrissero i Padri Costituenti: "SENZA ONERI PER LO STATO".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

La relatività e il Covid-19

di Antonio Schiavo Per spiegare ai non addetti ai lavori la teoria della relatività pare che lo stesso Einstein abbia usato il seguente aforisma: "Provate a stare due minuti con la mano (lui avrebbe utilizzato un altro organo) su una stufa calda e due minuti abbracciati ad una bella donna. Questa è la...

Parlare chiaro

di Antonio Schiavo Il parlar chiaro è fatto per gli amici, dice un vecchio proverbio. Appunto. Alzi la mano chi ha capito qualcosa del discorso di ieri sera del nostro sempre azzimato Presidente del Consiglio (a proposito ma chi gli sistema la capigliatura se i barbieri sono chiusi?). Nel mio caso, forse...

Un Uomo solo

di Antonio Schiavo Un uomo vestito di bianco, solo, in una piazza immensa. Si avvia: i passi incerti, la pioggia battente, luci che tremolano sull'asfalto bagnato. Un uomo solo si avvia verso un altro Uomo, solo anche Lui, inchiodato ad assi di legno. China il capo, gli occhi fissi verso l'Altro, dalle...

Non c’è più tempo

di Antonio Schiavo "Non c'è più tempo!". Cos'era? Un diktat, una richiesta formale, una disposizione, un proclama impositivo del Presidente del Consiglio? O, piuttosto un'invocazione? Perentoria ma accorata, severa ma profonda. Tra le tante reiterate prescrizioni, i decreti, i suggerimenti questa piccola...

Umanità e amore: la grande forza delle donne

di Antonio Schiavo Saana piange. E' stanca, ha percorso quasi dodici chilometri tra il confine della Turchia e la Grecia, si trascina, fugge dal suo villaggio in Siria. Ha visto cose brutte, Saana: granate scoppiate ad un passo dalla sua piccola casa, un amico mutilato da una mina, le strade ridotte...