Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 40 minuti fa S. Teresa del Bambino Gesù

Date rapide

Oggi: 1 ottobre

Ieri: 30 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Hotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaTerra di Limoni - Limoncello e liquori della Costa d'AmalfiLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiConnectivia Fiber & Wireless Solution. Soluzioni Business e Home di connettività ad alte prestazioni, videosorveglianza e soluzioni personalizzate

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeIl Paese delle assurdità

Soluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

L'Editoriale

Il Paese delle assurdità

Scritto da (Redazione), giovedì 15 febbraio 2018 17:08:16

Ultimo aggiornamento giovedì 15 febbraio 2018 17:08:16

di Antonio Schiavo

Io mi chiedo: " ma che razza di paese è questo" nel quale un'Autorità che ci dicono indipendente (beato chi ci crede) ha la bella pensata di spolverare sui cittadini onesti e puntuali l'onere di pagare le bollette di quelli morosi o addirittura evasori, sfilando dalle loro tasche qualcosa come 200 milioni di euro del miliardo e più che gli altri hanno pensato di non pagare.

E ciò, non dico chiedendone preventivamente l'assenso ai malcapitati ma senza nemmeno informarli.

Verrà un giorno che qualche altro signore, investito chissà come, chissà da chi e chissà perchè, di un qualsivoglia potere deciderà di risolvere così anche il problema dell'evasione fiscale.

Che ci vuole? Basterà spalmare i miliardi di euro quotidianamente sottratti al fisco su tutti i contribuenti onesti di cui lo Stato conosce vita e miracoli (la Fornero pensò di conoscere anche la data di morte) e tutti vivranno felici e contenti .

Io mi chiedo : " che razza di paese è mai questo", che se un insegnante viene malmenato da un pargolo o dal suo amato genitore , piuttosto che espellere l'infante per sempre da ogni ordine di scuola e padre e madre dal consesso civile, decreta che i maestri dovrebbero partecipare a corsi di formazione per imparare (sic!) a rapportarsi con questi elementi con (letterale) qualche criticità comportamentale, abolendo tra una lacrima accondiscendente e l'altra, magari il voto di condotta.

Che, se basso, potrebbe nuocere irrimediabilmente alla psiche del poverino, manesco per colpa della società matrigna.

Io mi chiedo: "che razza di paese è mai questo" dove i nostri governanti non hanno saputo far meglio per i pensionati che vivono sulla soglia della povertà e che ora tutti blandiscono con promesse preelettorali, di spingerli ad accedere - per arrivare a fine mese- al prestito ipotecario vitalizio impegnando nuovamente una casa che magari è l'unico frutto di anni di sacrificio.

Io mi chiedo: "che razza di paese è mai questo" che consente a un figlio di p...., volevo dire figlio di papà (come scriveva già Pasolini), protetto in quei covi di delinquenti chiamati centri sociali, di massacrare a calci, pugni e bastonate un carabiniere la cui unica colpa è stata quella di evitare infami gazzarre scatenate da questi soggetti che, ci potete giurare (è capitato altre volte) saranno lasciati a piede libero con tante scuse.

In fondo cosa fanno di male: manifestano solo "pacificamente" con spranghe e bastoni coperti da passamontagna e danno la caccia (a quasi cent'anni dalla marcia su Roma) al mostro fascista di turno. Sono o non sono solo loro i difensori senza se, senza ma e senza distinguo degli immigrati fingendo di non sapere che fra tanti onesti ci sono anche quelli che un attimo prima hanno fatto a pezzettini una ragazza?

O che permette a un mascalzone esaltato di svegliarsi la mattina e decidere di fare pulizia etnica a Macerata nascondendosi dietro un paravento ideologico magari nemmeno conosciuto?

Mi chiedo: "che paese è mai questo" che se un malvivente ti entra in casa o sta per svaligiarti un negozio gli puoi solo dire di accomodarsi (se di giorno) e se di notte, puta caso, vuoi difendere te e i tuoi cari e malauguratamente hai un'arma devi prima avere la certezza che sia lui a spararti e poi semmai puoi difenderti.

Stai pur tranquillo che nel migliore dei casi un giudice dirà che hai ecceduto in legittima difesa, nel peggiore ti condannerà oltre che per omicidio o per lesioni volontarie gravissime anche a risarcire i danni a quei galantuomini o alle loro famiglie perbene.

E mi chiedo ancora: "che razza di paese è questo" in mano a politici che invece di mettere in atto provvedimenti risolutivi contro la disoccupazione giovanile che marginalizza milioni di ragazzi non trovano di meglio che offenderne la dignità, appellandoli di volta in volta come bamboccioni, sfigati, choosy (che vuol dire schizzinosi), rompicoglioni e, questa è l'ultima, intenti solo a dormire fino a tardi e bivaccare nelle discoteche..

Si potrebbe continuare all'infinito però, tranquilli, fra venti giorni tutto cambierà. Le nuove elezioni ci consegneranno parlamentari che si faranno certamente carico di questi problemi con onestà, integrità morale, lungimiranza politica e senso civico.

Non ci considereranno più popolo bue da blandire durante la campagna elettorale con proclami mirabolanti, contratti da Vespa, overdose di promesse magari su piattaforme on line gestite da burattinai occulti oppure elemosine di ottanta euro (lordi si capisce) per lavoratori dipendenti da anni senza contratto e bonus bebè con i quali a malapena compri qualche confezione di latte in polvere.

O, più verosimilmente, saranno ancora come i giostrai che gridano "nuovo giro, nuova corsa" in questo perenne luna park che è la nostra povera Italia dove, parafrasando il buon Flaiano: "La situazione è sempre grave, ma non è seria".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

La relatività e il Covid-19

di Antonio Schiavo Per spiegare ai non addetti ai lavori la teoria della relatività pare che lo stesso Einstein abbia usato il seguente aforisma: "Provate a stare due minuti con la mano (lui avrebbe utilizzato un altro organo) su una stufa calda e due minuti abbracciati ad una bella donna. Questa è la...

Parlare chiaro

di Antonio Schiavo Il parlar chiaro è fatto per gli amici, dice un vecchio proverbio. Appunto. Alzi la mano chi ha capito qualcosa del discorso di ieri sera del nostro sempre azzimato Presidente del Consiglio (a proposito ma chi gli sistema la capigliatura se i barbieri sono chiusi?). Nel mio caso, forse...

Un Uomo solo

di Antonio Schiavo Un uomo vestito di bianco, solo, in una piazza immensa. Si avvia: i passi incerti, la pioggia battente, luci che tremolano sull'asfalto bagnato. Un uomo solo si avvia verso un altro Uomo, solo anche Lui, inchiodato ad assi di legno. China il capo, gli occhi fissi verso l'Altro, dalle...

Non c’è più tempo

di Antonio Schiavo "Non c'è più tempo!". Cos'era? Un diktat, una richiesta formale, una disposizione, un proclama impositivo del Presidente del Consiglio? O, piuttosto un'invocazione? Perentoria ma accorata, severa ma profonda. Tra le tante reiterate prescrizioni, i decreti, i suggerimenti questa piccola...

Umanità e amore: la grande forza delle donne

di Antonio Schiavo Saana piange. E' stanca, ha percorso quasi dodici chilometri tra il confine della Turchia e la Grecia, si trascina, fugge dal suo villaggio in Siria. Ha visto cose brutte, Saana: granate scoppiate ad un passo dalla sua piccola casa, un amico mutilato da una mina, le strade ridotte...