Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 30 minuti fa S. Massimo vescovo

Date rapide

Oggi: 29 maggio

Ieri: 28 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Portico

Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Il Portico - Il quotidiano di Cava dei Tirreni

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoAcquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniEventi & SpettacoliGesù è più forte della Camorra: testo di Andrea Manzi e Don Aniello Manganiello debutta a teatro

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoAcquista on line il limoncello ed i liquori della Costiera Amalfitana. Terra di Limoni la genuitià della lavorazione artigianale direttamente a casa tua.D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiLegambiente Città di Cava de' Tirreni - Salerno Campania ItaliaPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiIl Vescovado, il giornale on line della Costiera AmalfitanaAcquista on line i limoni della Costa d'Amalfi, ti saranno consegnati freschi appena raccolti direttamente a casa tuaAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaInternet ad alta velocità in Costiera Amalfitana, la banda larga in Costa d'Amalfi

Terra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera Amalfitana

Eventi & Spettacoli

Gesù è più forte della Camorra: testo di Andrea Manzi e Don Aniello Manganiello debutta a teatro

Sabato 6 e domenica 7 aprile al Teatro Pasolini di Salerno

Scritto da (Redazione), giovedì 4 aprile 2019 16:58:03

Ultimo aggiornamento giovedì 4 aprile 2019 16:59:49

Sabato 6 aprile (ore 21) e domenica 7 (ore 19) debutto nazionale a Salerno, presso il Teatro Pasolini, di "Gesù è più forte della camorra" di Andrea Manzi, drammaturgia e regia di Pasquale de Cristofaro.

Il testo, che ha ottenuto il Premio Borsellino nel 2018, è liberamente tratto dall'omonimo volume edito da Rizzoli nel 2011 e da Europa Edizioni nel 2018, al vertice delle classifiche italiane per alcuni mesi e base di discussione per seminari e dibattiti in tutt'Italia, nel corso di più di 800 presentazioni.

L'adattamento teatrale propone i sedici anni (dal 1994 al 2010) vissuti da don Aniello Manganiello a Scampia come parroco guanelliano di Santa Maria della Provvidenza, al servizio degli ultimi e, in particolare, per il recupero dei giovani esposti al rischio della devianza sociale, soprattutto di stampo camorristico. Don Aniello denunciò le piazze di spaccio e soprattutto le collusioni tra camorra e politica, ingaggiando polemiche roventi con i livelli istituzionali del tempo; segnalò alla procura antimafia anche sotterranei collegamenti tra alcuni agenti di polizia e gruppi criminali. Strappò alla criminalità molti giovani, trasformandoli spesso in operatori della legalità e convivendo, per questi motivi, con minacce gravissime vissute con coraggio e a viso aperto, rifiutando la scorta più volte offertagli. Entrò in polemica con Roberto Saviano (vinsero entrambi, nel 2011, il Premio Paolo Borsellino) opponendosi con forza alla "criminalizzazione" di un intero territorio, operazione mass-mediatica di cui, secondo il sacerdote, si sarebbe reso protagonista l'autore di Gomorra. Proprio in contrapposizione a Saviano, don Manganiello si è reso fautore di un'anticamorra delle opere, cioè dell'intervento concreto in difesa di quanti vivono al di fuori della legalità, opera che continua con l'Associazione Ultimi da lui fondata nel 2011 e con il Premio Borsellino, del quale è Garante nazionale.

Lo spettacolo porta in primo piano i giovani recuperati alla vita, che intrattengono con la loro guida, civile prim'ancora che spirituale, un colloquio intenso e drammatico, spia di un profondo malessere vissuto sui luoghi di frontiera della criminalità più spietata, dove spesso lo Stato si è rivelato corrotto quanto la camorra. Il colloquio - una sorta di laica confessione dove i ricordi del passato criminale legano con malfermi progetti di vita - si svolge nell'ultimo giorno di don Aniello a Scampia, sede dalla quale il sacerdote fu improvvisamente trasferito senza credibili motivazioni, proprio mentre cominciavano a registrarsi successi rilevanti nella lotta ai clan e si annunciavano clamorose conversioni di giovani camorristi. Sullo sfondo, una gerarchia ecclesiastica che lasciò solo il parroco, per motivi mai chiariti, che fanno ipotizzare una zona grigia nella quale, con imperdonabili silenzi, sarebbe finita anche una parte rilevante del mondo
ecclesiastico. Le proteste di piazza seguite all'allontanamento di don Aniello costituiscono ancora oggi un interrogativo angosciante sul perché la Chiesa abbia rinunciato e rinunci ancora a uscire dal tempio, incontrando le persone ed edificando con loro altari lungo le strade della violenza, da dove sale una disperata richiesta di aiuto. Da qui la vicinanza del padre guanelliano ai pochi vescovi schierati dalla parte degli ultimi, da Bregantini a Nogaro, a Riboldi.

Gesù è più forte della camorra

Testo di Andrea Manzi

Drammaturgia e regia di Pasquale De Cristofaro

In scena: Alfonso Liguori, Rosanna Di Palma, Romolo Bianco, Antonello De Rosa, Felice Avella

Produzione: Associazione Campania Danza

Realizzazione scena: Angelo Navarro e Laura Russo

Per info o acquisto biglietti telefonare presso il botteghino del teatro Verdi 089 662141 (tutti i giorni dalle 10 alle 13 o dalle 17 alle 20) oppure ai numeri 089 5648 707 | 379 1660 265.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Portico!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Eventi & Spettacoli

Cava, il “De Filippis – Galdi” protagonista alla “Settimana nazionale della musica a scuola”

La musica non si ferma e continua a combattere il virus col suo ritmo. Concerti on air di artisti di chiara fama, seminari in streaming ed esibizioni degli studenti caratterizzano, fino a sabato prossimo, la "Settimana nazionale della musica a scuola". La manifestazione - promossa dal Ministero dell'Istruzione...

Santissimo Sacramento, a Monte Castello sventola la bandiera di Cava de' Tirreni

Il primo decesso nella Città di Cava (il toponimo di Cava de’ Tirreni origina il 23 ottobre 1862) per il contagio della nefasta pestilenza, si registrò a Casa Costa di San Cesareo, nel Distretto di Metiliano, poi a Casa Vallone di Dragonea e Casa Angrisani di Sant’Arcangelo, entrambe nel Distretto del...

Cava ricorda Falcone: esposto lenzuolo bianco a Palazzo di Città

Da Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, come in tutta Italia, un lenzuolo bianco ricorda il sacrificio di Giovanni Falcone, l'indimenticato magistrato antimafia ucciso il 23 maggio 1992 a causa di un attentato esplosivo compiuto da Cosa Nostra vicino a Palermo. Oggi pomeriggio, per la Giornata della...

La bandiera di Cava sventola a Monte Castello per la festa del Santissimo Sacramento

L'emergenza Covid-19 non fermerà a Cava de' Tirreni la 364ª edizione dei festeggiamenti in onore del Santissimo Sacramento, che quest'anno si svolgeranno il 14 ed il 18 giugno. Domani, domenica 24 maggio, nel giorno dell'Ascensione, come da 364 anni, sarà issata a Monte Castello la bandiera con i colori...

Giornata della Legalità: anche Cava de' Tirreni ricorda Giovanni Falcone

L'amministrazione comunale di Cava de' Tirreni aderisce all'iniziativa lanciata da Maria Falcone, presidente della Fondazione "Giovanni Falcone" in collaborazione con il Ministero dell'Istruzione e promossa, tra gli altri anche dall'Anci (Associazione Nazionale Comuni d'Italia), ed esporrà un lenzuolo...